giphy-7

Se nell’ultimo periodo Taylor Swift è stata travolta da numerose critiche, per i motivi più svariati, ci pensa Ryan Tedder a consolare la collega parlando di lei in maniera davvero lusinghiera in un’intervista.

| CAMBIO LOOK PER TAYLOR SWIFT. SEGNALE CHE LA NUOVA ERA E’ VICINA? |

Il frontman degli OneRepublic sta promuovendo l’uscita imminente del nuovo progetto discografico Oh My My (QUI i dettagli) tra esibizioni live ed interviste varie, ultima delle quali concessa al magazine Fault.
Parlando di quanto il prossimo album suonerà alle orecchie dei fans in maniera diversa rispetto ai precedenti, si è arrivati a nominare un’artista, Taylor Swift, con la quale Tedder ha avuto modo di collaborare recentemente per la realizzazione di due tracce di 1989, Welcome To New York e I Konw Places.

Sono bellissime le parole che il cantante e produttore spende nei confronti della popstar che, semmai avrà modo di leggerle, non potrà che esser orgogliosa di queste lodi, tanto più perché arrivano da un artista che in questi anni ha avuto modo di lavorare con grandi nomi della musica (Beyoncé, Leona Lewis, Adele…). Ecco come ha risposto alla domanda del giornalista che gli ha chiesto cosa dovrebbe sapere il pubblico di Taylor Swift:

“Tutto considerato è la scrittrice più talentuosa tra tutti gli artisti con cui abbia mai lavorato. Taylor è l’unica artista con cui ho lavorato che possiede il pacchetto completo. Sa scrivere canzoni con la conoscenza tecnica di un maestro della composizione, ma nello stesso tempo attinge al lato emozionale e personale dell’artista che è e scrive partendo da lì. Saper fare entrambe le cose contemporaneamente è incredibilmente raro e non ho incontrato molte altre persone in grado di farlo. Taylor ha sempre saputo cosa vuol fare, da quando aveva 12 anni….E’ una specie di prodigio”.

Prosegue poi così…

“Da quando la conosco è stata sempre gentile con me, premurosa e generosa. Ho letto e sentito un sacco di cose, al momento è dentro ad alcune questioni, è una situazione delicata, ma personalmente ho avuto solo belle esperienze con lei dal primo giorno”.

Tedder ha evidentemente voluto spezzare una lancia a favore della collega e lo ha fatto usando parole al miele, condividibili o meno. Voi siete d’accordo sul fatto che Taylor sia “un prodigio” o pensate che si tratti di una sviolinata appositamente esagerata da parte di Ryan, nel tentativo di risollevare l’immagine dell’amica?

A seguire la copertina del numero di Fault: 

ryan-tedder-fault-mag

3 Commenti

  1. Sinceramente uno più prodigio di Ryan Tedder è raro trovarlo! :-)… Cmq Taylor dovrebbe sentirsi orgogliosa di questo complimento da parte sua!

  2. Ovvio, già una che a 12 anni scrive canzoni come Didn’t They(sull’11 settembre) e Brought Up That Way, non può essere altrimenti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here