cowell-one-direction

Venti di tempesta soffiano in “un’unica direzione” all’interno della Syco Records. A due anni dall’addio di Zayn Malik agli One Direction, evento che tanto fece discutere e che ha portato il cantante a pubblicare un album da solista, “Mind of Mide” (QUI per la recensione), ora anche gli altri componenti del gruppo sembrano andare ciascuno in una direzione diversa, altro che “One Direction”!

Da un lato abbiamo Harry, che ha firmato un prestigioso contratto discografico (QUI per approfondire) ma che si prepara anche a debuttare come attore (QUI per saperne di più); da un altro abbiamo Liam, firmatario anche lui di un contratto per proseguire come solista (QUI per approfondire); ancora c’è da parlare di Niall, che ha firmato anche lui un contratto con un’altra label per continuare come cantante solista (QUI per approfondire); infine abbiamo Louis, l’unico del gruppo a non aver firmato un contratto da solista e che sembra voler invece lanciare la sua carriera nell’ambito televisivo (QUI per saperne di più).

Ma cosa penserà Simon Cowell, mentore e creatore del gruppo, di questa diaspora? La risposta arriva da un’intervista concessa al The Mirror:

Quando ho sentito che i ragazzi stavano facendo varie cose per vie traverse, senza che nessuno di loro mi informasse, la prima cosa che ho pensato è stata ‘Beh, mi sarebbe piaciuto esserci, avrei voluto partecipare anche io”, ma è la loro scelta e la rispetto, non sono amareggiato più di tanto. Ho sentito che sono coinvolti in un sacco di progetti nei quali io non sono coinvolto. E’ un po’ come quando vuoi far capire a qualcuno che non deve venire ad una festa. Beh, ragazzi miei, scusate tanto se vi ho reso famosi.

Su Zayn invece afferma:

Dopo anni ed anni di lavoro, nulla mi sorprende più. Credo, però, che sarebbe dovuto venire da me per la produzione del suo primo album da solista, se devo essere sincero

Cosa pensate di queste parole?