Uno dei fenomeni che purtroppo si sono verificati negli ultimi anni è il coinvolgimento nel mondo della musica di cose e persone che proprio non c’entrano nulla.

E’ sempre stato normale fare un po’ di gossip intorno ai cantanti, noi siamo i primi a farlo da sempre, ma ora siamo arrivati al punto che le maggiori testate di informazione musicale utilizzano gente che nulla ha mai avuto a che fare con il mondo della musica per vendere qualche copia in più.

Un personaggio che (non si capisce per quale motivo) ultimamente è trattato alla stregua di un cantante o di un musicista solo perché ha sposato un rapper è Kim Kardashian. La donna, che da molti è vista come un’icona di bellezza nonostante le sue forme artificiali che sanno di finto da 1km, è infatti la protagonista della copertina dell’ultimo numero di Rolling Stone, rivista un tempo considerata la bibbia della musica.10420432_10152910740580779_3927135339662177488_n

Ora ditemi voi qual è l’attinenza della Kardashian col mondo della musica? Sa forse, cantare, suonare, comporre o ballare? Non mi risulta. E’ famosa, è vero, ed ha sposato un rapper di talento, ma basta questo per stare su una rivista come Rolling Stone, che non sarebbe proprio la versione americana di Novella 2000?

Ebbene, noi non siamo stati di certo gli unici ad essere indignati da ciò. A commentare negativamente la scelta della rivista è stata anche la storica cantante Sinead O’Connor, la quale ha rilasciato su facebook uno stato dedicato a Kim e Rolling Stone. Vi riportiamo la traduzione:

Cosa ci sta a fare questa put*ana (“io non sorrido molto perché causa rughe”) sulla copertina di Rolling Stone? La musica è ufficialmente morta. Chi avrebbe mai immaginato che sarebbe stato Rolling Stone ad ucciderla? Ora Simon Cowell e Louis Walsh non dovranno contendersi tutta la vergogna a lungo. Bob Dylan ne sarebbe fottu*amente inorridito.

Direi che la leggendaria artista abbia definito Kim con l’unico termine che davvero le calza a pennello, altro che “attrice, modella, selfie queen (..)” ecc ecc ecc come è stata definita da Rolling Stone (che già facendo questo ha ammesso di aver trattato qualcuno ben lontano dal mondo della musica.

Voi che ne dite di tutto ciò?

12 Commenti

  1. Sarebbe bello riportaste anche l’intervista di Diplo a Rolling Stones dove anche lui attacca la Kardashian e difende Bieber e Madonna dagli attacchi ricevuti sul web. Parla anche di Taylor Swift e Kanye West. E’ molto interessante ciò che dice sui giovani d’oggi e su quanto i media li influenzino..

  2. La copertina oltre ad essere inutile è anche brutta! Sembra una di 45 anni e stranamente fanno giusto un po’ vedere le tette.
    Ma la cosa che mi lascia senza parole è il termine “selfie queen” no ma sono seri? Esiste? Hahahaha non ci credo

  3. Avevo smesso di leggervi e quindi di commentare. Rientro e leggo queste cose: insomma, il bue che dice cornuto all’asino.
    Avete tralasciato notizie musicali importanti per dar spazio a tette, culi e pacchi e fate la morale ad RS? ahahah
    E un gigantesco applauso per “Direi che la leggendaria artista abbia definito Kim con l’unico termine che davvero le calza a pennello”. Wow. Complimentoni per l’eleganza..
    Piuttosto che criticare lei, perché non vi fate un esamino di coscienza? Personaggi come il suo continuano ad andare avanti grazie a persone come voi che gli prestano attenzione. E poi vi permettete pure di darle della put*ana.. Per carità.

    Sempre più in basso. Adios

    Commento cancellato tra 3..2..1

  4. Rolling Stone come copertina musicale non é più credibile da un pezzo…In pratica questa ha fatto la mignotta in un sex tape e da li é diventata famosa e ha fatto tipo un reality con la sua famiglia una più inutile dell altra. Ha sposato quel montato arrogante di Kanye West, e adesso si sente sto azz. La celebrità assieme alle sorelle più inutili e miracolate sulla faccia della terra. P.S: copia in colla.

  5. Lo stesso vale per le sorelle (credo?) Kendall Jenner,Kylie Jenner & co; sono dappertutto e onestamente non riesco a comprenderne il motivo. Non vedo talento nè altro in quella famiglia,solo tanti $$$.

  6. Detto da una che si è sempre schierata dalla parte del femminismo dire “che ci fa quella pu****a” è molto nobile, contando che poi critica Beyoncé per una performance direi che, nonostante la grandezza musicale (?) si critica da sola. E’ vero, probabilmente l’utilità di Kim non solo sul RS ma nello show business in generale è uno dei misteri irrisolti dell’ultimo decennio, ma Sinead avrebbe anche potuto usare altri termini senza cercare troppa pubblicità

    • Beh femminismo non vuol dire semplicemente essere femmine e mostrarlo al mondo intero, perché per inciso il protagonista della copertina sono le sue tette più che lei stessa, é esattamente il contrario del femminismo. Poi il fatto che le copertine si comprino non é certo un mistero, lei potrebbe benissimo apparire su un giornale di pesca sportiva e parlare di smalti. Tanto in una recente copertina dello stesso giornale si parlava del culo della minaj, non della sua musica..quindi piuttosto che svilire così le qualità di una cantante, tanto vale mettere in copertina una che si occupa soltanto di culo e tette. Si é creato lo stesso scalpore quando apparvero lei e il marito sulla copertina di vanity fair, ma ormai non ha più senso parlare di prestigio secondo me..

      • Si, ma solitamente una femminista appoggia le donne, poteva essere contraria al soggetto in copertina (lo sono persino io)… Ma mi é sembrato tanto come se uno che appoggia l’integrazione dica “Cosa ci fa questa negraccia in copertina?”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here