Uno dei fenomeni che purtroppo si sono verificati negli ultimi anni è il coinvolgimento nel mondo della musica di cose e persone che proprio non c’entrano nulla.

E’ sempre stato normale fare un po’ di gossip intorno ai cantanti, noi siamo i primi a farlo da sempre, ma ora siamo arrivati al punto che le maggiori testate di informazione musicale utilizzano gente che nulla ha mai avuto a che fare con il mondo della musica per vendere qualche copia in più.

Un personaggio che (non si capisce per quale motivo) ultimamente è trattato alla stregua di un cantante o di un musicista solo perché ha sposato un rapper è Kim Kardashian. La donna, che da molti è vista come un’icona di bellezza nonostante le sue forme artificiali che sanno di finto da 1km, è infatti la protagonista della copertina dell’ultimo numero di Rolling Stone, rivista un tempo considerata la bibbia della musica.10420432_10152910740580779_3927135339662177488_n

Ora ditemi voi qual è l’attinenza della Kardashian col mondo della musica? Sa forse, cantare, suonare, comporre o ballare? Non mi risulta. E’ famosa, è vero, ed ha sposato un rapper di talento, ma basta questo per stare su una rivista come Rolling Stone, che non sarebbe proprio la versione americana di Novella 2000?

Ebbene, noi non siamo stati di certo gli unici ad essere indignati da ciò. A commentare negativamente la scelta della rivista è stata anche la storica cantante Sinead O’Connor, la quale ha rilasciato su facebook uno stato dedicato a Kim e Rolling Stone. Vi riportiamo la traduzione:

Cosa ci sta a fare questa put*ana (“io non sorrido molto perché causa rughe”) sulla copertina di Rolling Stone? La musica è ufficialmente morta. Chi avrebbe mai immaginato che sarebbe stato Rolling Stone ad ucciderla? Ora Simon Cowell e Louis Walsh non dovranno contendersi tutta la vergogna a lungo. Bob Dylan ne sarebbe fottu*amente inorridito.

Direi che la leggendaria artista abbia definito Kim con l’unico termine che davvero le calza a pennello, altro che “attrice, modella, selfie queen (..)” ecc ecc ecc come è stata definita da Rolling Stone (che già facendo questo ha ammesso di aver trattato qualcuno ben lontano dal mondo della musica.

Voi che ne dite di tutto ciò?