Qualche tempo fa si era parlato di un imminente album in inglese per Stromae con cui tentare il successo nel mercato americano, tuttavia per ora l’artista sembra essere lontanissimo da questa (scellerata) mossa e concentrato più sulla sua artisticità che su mosse commerciali di qualunque tipo.

Dopo aver attaccato la dipendenza dai social network con il video di “Carmen”, adesso l’artista ha voluto concentrarsi su un tema ancora più delicato, un problema che purtroppo colpisce moltissime persone in giro per il mondo: il cancro.

Il cantautore instaura un dialogo con questa terribile malattia in “Quad c’est”, chiedendo al morbo di risparmiare quantomeno gli innocenti e di dirgli chi sarà il prossimo a perire sotto le sue grinfie.PAP

Ancora più significativo e d’impatto è il video, il quale mostra l’artista esibirsi in un teatro. Peccato che la platea sia vuota: tutti sono stati già catturati dal cancro, misterioso nemico che viene mostrato sotto forma di enormi gambe nere che possono ricordare quelle di un ragno.

Stromae resiste per un po’, ma ad un certo punto il nemico lo cattura e lo uccide. A quel punto la sua anima viene fuori dal suo corpo, ma non si trasforma certo in un fantasma privo di vincoli: le vittime del cancro continuano ad essere sue prigioniere anche dopo la morte, e così non si ha più scampo da questo terribile flagello.

Visionario ed efficace, questo video mette ancora una volta in mostra le incredibili capacità sceniche di Stromae, che con i suoi videoclip sa essere incisivo tanto quanto con la sua musica. Eccovi il video:

https://youtu.be/8aJw4chksqM

17 Commenti

  1. Stromae come sempre magico e poetico , uno dei pochissimi artisti a 360° e oserei dire uno dei migliori degli ultimi anni nel panoroma europeo .

  2. Strabiliante, ne sono rimasto estremamente colpito. La canzone non l’avevo ancora ascoltata ma provvederò subito a scaricarla perché è veramente bellissima. Ma il video… È qualcosa di superlativo. Mi ha stregato la coreografia

  3. Stromae è un grande cantautore! Va proprio chiamato così. Mettiamola così: per un francese forse è un po più facile uscire dalla propria nazione e diventare famoso anche all’estero, ma io lo paragonerei il suo successo in patria a quello di Fedez o dei Kolors in questo momento….

  4. E’ uno dei miei artisti preferiti, devo dire che riesce sempre ha creare video di impatto!!! Questo video piuttosto inquietante mi è piaciuto!!! Però i miei preferiti rimangono “papaoutai” e “ta fete”

  5. Mamma mia che roba! La canzone non è bella, ma il video è un c***o di capolavoro! Al primo che dice che la videografia di Katy Perry è la migliore al mondo prescrivo una cura Stromae. Che artista!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here