Buona giornata a tutti i Junkini….eccoci arrivati alla metà di Aprile (il butterfly month per R&B Junk e per tutti i lambs), domani uscirà negli USA l’ultima fatica della nostra Mariah Carey, quindi quale occasione migliore per tornare indietro nel tempo e riproporre quella che è la canzone simbolo-inno della Diva dall’ugola d’oro?

Facciamo qundi un bel salto di 11 anni e arriviamo al 1997: Mariah ha divorziato dal suo marito/pigmalione Tommy Mottola (allora capo della Sony, casa discografica di Mariah) e pubblica l’album Butterfly, in cui esprime tutta la sua voglia di libertà, libertà dopo gli anni di “oppressione” delle nozze.

La cantante più volte spiega di aver vissuto gli ultimi anni del matrimonio quasi come incubo, di essersi sentita manipolata e costretta in qualsiasi scelta (di vita ma anche artistica) dal capo-marito e dopo l’agognato divorzio da pieno sfogo a tutti i suoi sentimenti ed emozioni in questo disco, che segna una svolta fondamentale nella sua carriera: l’album è uno dei suoi più cupi e personali dal punto di vista dei testi, e musicalmente si stacca completamente dal pop delle sue opere precedenti virando decisamente verso un r’n’b raffinato ed elegante.

Ma veniamo al dunque: il secondo singolo estratto dal disco è l’omonima traccia “Butterfly”, che in 4:35 minuti riassume l’essenza e il significato dell’intero album, e soprattutto dello stato d’animo di Mariah in quel periodo. Abbiamo detto che questo lavoro, in cui Mariah sfoga tutta la sua voglia di libertà, segna una netta svolta nella sua carriera, e la farfalla del titolo è il perfetto simbolo di questo cambiamento: il bruco, imprigionato nella crisalide, si trasforma poi in una farfalla che può volare libera nel cielo (“spread your wings and fly, butterfly”). Il testo della canzone è pieno di metafore che esprimono al meglio questo concetto, alcune delle quali molto poetiche:


Mariah Carey – Butterfly
Caricato da ineptique

Blindly I imagined I could “Ciecamente ho immaginato Keep you under glass di poterti tenere sotto una campana di vetro Now I understand to hold you adesso capisco che per averti I must open my hands devo aprire le mie mani
And watch you rise” e vederti sorgere”

 

“I have learned that beauty “Ho imparato che la bellezza Has to flourish in the light deve risplendere nella luce Wild horses run unbridled cavalli selvaggi corrono liberi Or their spirit dieso il loro spirito muore

Mariah ha detto di aver scritto queste parole pensando come se fosse Tommy che le avesse dette a lei, perchè questo era il suo desiderio, rimasto però irrealizzato: lei vuole far capire che proprio il controllo oppressivo e ossessivo del marito, che la teneva in una sorta di gabbia dorata, sono state le molle che l’hanno spinta a fuggire, cosa che invece non sarebbe successa se lui l’avesse lasciata libera di esprimere le sue emozioni e i suoi gusti sia nella vita che nella sua musica, e per questo nel ritornello ripete incessantemente l’invito a questa farfalla di volare, di aprire le ali e volare nel cielo

Spread your wings and prepare to fly “Apri le tue ali e preparati a volare
For you have become a butterfly perchè sei diventata una farfalla
Fly abandonedly into the sun vola liberamente fino al sole
If you should return to me se tu dovessi tornare da me We truly were ment to be allora noi saremo davvero fatti per stare insieme So spread your wings and fly quindi apri le tue ali e vola Butterfly
farfalla

Mariah ci fa capire che solo se lasciata libera di imparare cosa significa volare lei sarà in grado di stare insieme al suo uomo, anche se per lui questo potrebbe risultare difficile e rischioso, e non a caso lo ripete nel bridge (“But will stand and say goodbye, For you’ll never be mine, Until you know the way, It feels to fly” – “ma io starò in piedi e ti saluterò, perchè tu non sarai mai mia finchè non saprai cosa significa volare“), enfatizzando questo momento di sofferenza anche attraverso l’interpretazione canora: in questo punto infatti Mariah tira fuori la voce potente dopo il whisper delicato delle strofe (per chi non lo sapesse, quella tecnica di cantare che fa suonare la voce quasi sussurrata, soffice, altra novità per Mariah, che nei dischi precedenti aveva usato pochiossimo), ad evidenziare lo stato d’animo e l’emozione di queste parole fino ad arrivare ad esplodere con quel “flyyyyyyyyyyyyyyyy” liberatorio gridando al mondo la sua voglia di libertà e lasciandosi andare poi ad un finale ricco di tutti quei vocalizzi, modulazioni, acuti e gorgheggi tipici di Mariah, che rimandano al volo irregolare e ondulato delle farfalle nel cielo, per finire in dolcezza con un nuovo “spread you wings and fly, butterfly” sussurrato a bassa voce, ad esprimere e chiudere al meglio la sofferenza che vuole trasmettere questa canzone.

Mariah ha definito questa come “il miglior pezzo mai scritto da lei”, e oltre ad essere diventata la sua immagine simbolo è anche usata per chiudere sempre i suoi concerti, come a voler indicare che non è la fine, non è un addio, ma un punto di partenza per cominciare appunto a volare…

Dal punto di vista commerciale il singolo fu un flop abbastanza forte, nonostante la potenza e la bellezza del pezzo, tanto che in USA non venne nemmeno fatta uscire; tuttavia a noi poco importa del successo o meno quando un/a artista ci regala delle perle così profonde ed emozionanti!…io spero da parte mia di essere riuscito a rendervi al meglio le emozioni che Mariah ci ha voluto comunicare con questa sua canzone manifesto, e come Mimi ci insegna, “spread your wings and fly, Junks!!!”

– pubblicato da glitter86 –

  • MistyDanyeleTrees

    questo pezzo è stato scritto in modo tale che chiunque possa rispecchiarsi in esso. l’amore, infatti, non è ‘unico tema che potrebbe essere affrontato. io, infatti, l’ho sempre percepito come un desiderio di emancipazione legato alla semplice amicizia, ho un qualsiasi tipo di rapporto con una persona…questo pezzo, però, è il mio secondo preferito, dietro a make it happen (l’inno di ringraziamento al Nostro Signore).

  • TITANO

    SONO MOLTO FELICE CHE AL MONDO ESISTA UNA CANTANTE COSI’ BRAVA E TANTO BELLA UN GIORNO SPERO DI VEDERLA DAL VIVO……

  • TITANO

    MARIAH CAREY SEI BELLISSIMA E BRAVISSIMA UN GIORNO SPERO ANCHE SOLO DI VEDERTI DAL VIVO MI ACCONTANTO ANCHE UN PO DA LONTANO COMUNQUE IL VIDEO E’ BELLISSIMO …..MA ANCHE GLI ALTRI NON SONO DA MENO NON MI PIACE TANTO IL MARITO AVREI PREFERITO VEDERGLI ACCANTO UN BRAD PITT COME LA ANGIOLIE ……COMUNQUE MARIAH SEI LA MIGLIORE DEL MONDO ,,,,,,E A ME PERSONALMENTE SE DEVO PROPRIO SCEGLIERE UN VIDEO MI PIACE MOLTO QUELLO CHE CANTA IN CHIESA VESTITA DI ROSSO ATTILLATO BIONDA MA NON TROPPO IL VISO TRUCCATO MA NON TROPPO E’ BELLISSIMA NEI MOVIMENTI ..O ONLY NIGT….CREDO SI SCRIVA COSI’ CIAO A TUTTI I SUOI FANS…..

  • Rea

    Butterfly è l’album preferito da Mariah,io penso che sia il suo migliore!Una poesia stupenda questa canzone,lei perfetta com è sempre stata!

  • ally

    butterfly è un capolavoro… di scrittura, di stile, di interpretazione, è perfetta!

  • glitter86

    grazie a tutti per i complimenti!troppo buoni…sono contento che vi sia piaciuto!

  • diegoerloco

    stupenda la canzone stupendo l’album mariah e veramente il massimo qnd fa le song cosi mi fa venire il freddo adosso

  • STUPENDO L’ARTICOLO……………..STUPENDA LA CANZONE…..BELLO IL VIDEO….
    L’ALBUM BUTTERFLY è STATO INDUBBIAMENTE UNO DEI MIGLIORI DELLA NOSTRA MARIAH…………E LA SUA VOCE ALL’EPOCA ERA AL TOP….!!!!
    LO SO….SONO RIPETITIVO……..MA RIMPIANGO LA SUA VOCE…..UN TEMPO CONSIDERATA “LA PIù BELLA DE MONDO”………:-s

  • blackvoice83

    Fantatico articolo, ricco di emozioni e pieno di interpretazioni che al meglio rendono l’interesse di questa canzone, esprime libertà, voglia di ricominciare, di riprendersi e di cominciare finalmente a volare, complimenti ancora per l’articolo!

  • Babygirlila

    Butterfly,e’ bellissima:il suo testo profondo e delicato,nasconde anke una chiave vitalistika…..il bruco ora e’ farfalla e qnd e’ libera!!!Davvero troppo bello il testo e cosi’ come anke la metafora della farfalla(ke ho come tatuaggio per lo stesso ragionamento)….
    GRAZIE,GRAZIE,GRAZIE per aver commentato ed interpretato le parole….eccezionale!!!

  • gio88

    questo pezzo è stupendo!!! io poi di solito preferisco questo tipo di ballate molto profonde e a tratti anke un po tristi e depresse perchè tirano fuori la vera anima del cantante!

  • qua si che la Carey aveva la voce.. e che voce..

  • mariah2003

    Stupenda!! l’album e la canzone fra le più belle di Mariah…adoro Butterfly!!!

  • james

    …nessuno potrai mai eguagliarla su pezzi km questo!:x

  • lovemariah

    complimenti. hai scritto perfettamente, hai reso il significato della canzone e mi hai emozionato.. davvero bravo
    ps: ma a me non risultava che non l’avessero fatta uscire perchè pensavano a un flop, era un singolo per il solo airplay e stop… o no??