Mentre i colleghi promuovono i loro progetti in show “minori” Susan Boyle cala il suo asso esibendosi nello show più importante ed influente d’America, proprio nel salotto di Oprah Winfrey. La seconda classificata a Britain’s Got Talent ha interpretato una cover di “Don’t Dream It’s Over”, brano del 1986 cantato dai Crowded House e scritto da Niel Finn. Anche Antonello Venditti ne ha interpretato un adattamento, in lingua italiana questa volta, dal titolo “Alta Marea” e contenuto nell’album “Benvenuti in Paradiso”.

Per quanto riguarda invece la cantante inglese, il suo nuovo disco “The Gift” sarà pubblicato a partire dall’8 novembre ed ha il preciso obiettivo di dominare le vendite natalizie, proprio come ha fatto il precedente “I Dreamed a Dream”.

7 Commenti

  1. eh….anche lo spettacolo vuole la sua parte!

    Cmq la Boyle è una buona cantante, certo un prodotto mediatico derivato da un talent show, ma cmq il successo se lo merita tutto. Ha seguito un sogno, lo ha amato e lo ha realizzato….realmente apprezzabile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here