Uno degli esponenti della truzzaggine musicale che contraddistingue questa Era è tornato con un nuovo singolo intitolato “Troublemaker” e pubblicherà il suo nuovo album a Gennaio 2011 intitolato “TY.O”.

Fautore di pezzi come “Break Your Heart” nel 2009, diede inizio ad un trend di artisti maschili R&B che si sono “svenduti” ad un genere alla Taio per ottenere buoni successi in chart (vedi Brown, e Usher). Pronunciato il mio dissenso per questo personaggio e la sua “arte”, va detto per onestà che ha creato un vero e proprio trend a livello di sound ed immagine sulla scena R&B-Pop al maschile. Britnannico di origini nigeriane, con questo singolo conferma la sua bravura in ambito pop-commerciale, ed il video che accompagna il pezzo, piuttosto semplice, è stato rilasciato da poco tempo. Al momento non si conoscono ancora i risultati in classifica, ma dubito che possa raggiungere il successo delle sue hit precedenti.


Troublemaker BMF di BlakMusicFirst

12 Commenti

  1. Per me potete disprezzarlo quanto vi pare, io lo amo ogni giorno di più. Mi piace la sua truzzaggine e mi piacciono le sue canzoni truzze. Ha sicuramente lanciato un certo trend tra gli artisti R&B, ma non penso che quegli artisti li obblighi nessuno a fare delle canzoni truzze. Evidentemente piacciono anche a loro. Quindi non capisco il problema. A chi non piace questo tipo di musica, non la ascolti, e finisce lì il dramma.

  2. a parte che preferisco altre canzoni di taio.. ma trovo che questo articolo sia troppo di parte! è bravo e ha fatto un album di successi! nessuno si svende a niente è un’altro genere dance

  3. E’ assolutamente meravigliosa come canzone. E se non ricordo male è stata fatta in collaborazione con gli Swedish House Mafia. Alle feste andrà alla grande e spero anche alla radio.

  4. Ma questa canzone gira su internet da un bel pezzo o pare a me? O.o mi ricordo che l’ascoltavo tipo ad aprile con il titolo “Believe in me now” XD

  5. al primo ascolto il ritornello mi piace ma le strofe mi fanno annoiare terribilmente, una voce con più autotune che mai e nemmeno utilizzato bene, perché azzera l’espressività del pezzo! il video poi è ripetitivo e con un concept stra usato….ma siamo sicuri che è lo stesso di higher?? non mi sembra vero che si sia abbassato così nella qualità!

  6. però ti dirò è un pezzo sempre nello stessos tile degli altri ma ha auqlacosa sicuramente di diverso, sicuramente meglio del primo singolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here