Il Black Friday ha portato con se l’arrivo della nuova classifica della Billboard 200, la quale incoropora le vendite effettive, lo streaming e le vendite dei singoli. In poche parole 1500 streams equivalgono a 1 album venduto e allo stesso modo 10 downloads di singoli di un determinato album equivalgono a una copia per l’album.

Questo cambiamento ha portato molte novità nella classifica ma non nella vetta. L’implacabile Taylor Swift si porta a casa con “1989” la No. 1 con 339.000 “nuove” copie complessive di cui 281.000 effettivamente vendute. taylor

 

In seconda posizione ci sono i Pentatonix che con il loro album natalizio “That’s Christmas to me” ottengono 227.000 unità complessive di cui 217.000 vendute. Sono in grandissima parte vendite effettive quelle ottenute da “ShadyXV”: 138.000 sulle 148.000 unità complessive.

La nuova metodologia della classifica fa spiccare il volo a Sam Smith che torna in top 5 con “In the lonely Hour” con 123.000 copie di cui ‘solo’ 97.000 realmente vendute, egli è favorito in particolre dal fatto di avere due singoli di successo che continuanoa vendere come “I’m not the only one” e “Stay with me”.

“La vera ‘Grande’ favorita dalle nuove regole è proprio Ariana Grande, il suo “My everything” viene catapultato dalla 39 alla 7. Questo è dovuto in parte al netto aumento di vendite effettive durante la settimana del Black Friday (47.000 copie effettive e 16esima posizione tra gli album venduti realmente) ma è anche alle 19.000 copie dovute ai 190.000 singoli venduti dalla Grande durante la settimana (ricordiamo che Ariana ha ben 4 tracce che hanno venduto e che vendono, mi riferisco a  “Problem”, “Break free”, “Bang Bang” e “Love me Harder”).

Non va oltre l’ottava posizione “Beyonce: More only (EP)”, essso ha ottenuto 71.000 unità complessive di cui 44mila dovute alle vendite, 25.000 dovute ai singoli e 3mila allo streaming.

Da segnalare, sempre per via delle nuove regole, la rimonta di Frozen e “V” dei Marron 5. LA soundtrack torna in top 10 con 71.000 unità totali mentre il gruppo, aiutato anche dai prezzi scontati, ottiene 68.000 unità.

 

69 Commenti

  1. Interessante come si tenta di salvare l’industria discografica e le quotazioni in borsa della stessa: aumentando le vendite contando lo streaming.

  2. Bah gli americani quando leggono Eminem si fiondano a comprare il cd come se non ci fosse un domani, quando c’è scritto Shady Records, in un disco in cui 10 tracce su 12 vedono la partecipazione di Shady vende 150 000 copie, valli a capire.

  3. Contentissimo per Ariana, alla fine questo era l’unico metodo per tenere conto degli streaming negli album.
    Felice anche per Sam e Shady.
    Qualcuno fermi Taylor Swift!!!!!

      • Lo spero tanto, anche perché se non promuove a dovere rischia di debuttare in seconda, ma comunque ho visto che si esibirà al Saturday Night Live quindi direi che almeno 200 000 copie se le prende

  4. Che si debba ridare valore al CD fisico non lo metto in dubbio anche perché sono sicura che gente disposta a spendere soldi per la copia concreta ce n’è eccone, bisogna solo essere in grado, tramite la promozione e buone strategie di marketing (Beyoncé e Taylor Swift docet), di invogliare la gente a comprarlo.
    Detto ciò non capisco perché alcuni di voi siano in disaccordo con questa nuova tecnica di conteggio, io la trovo buona. Ormai lo streaming conta tantissimo e spesso, e My Everything di Ariana Grande lo dimostra, le vendite fisiche risultano scadenti proprio perché la maggior parte delle persone decide di ascoltarselo tramite Spotify o altri servizi simili per la riproduzione in streaming.
    Alla settimana di debutto di Ariana tutti a urlare al “flop” perché, giustamente, pure io mi sarei aspettata di più, è riuscita a vendere “solo” 150k e passa copie. Parecchi dicevano che la sua carriera era terminata eccetera eccetera quando in realtà, grazie appunto allo streaming, riusciamo a vedere che ascoltata lo è e pure tantissimo se col numero di riproduzioni è arrivata a “vendere” più di 500k copie.
    Io lo trovo un compromesso buono, anche perché in questo modo i numeri potrebbero nuovamente gonfiarsi e diventare maggiori.
    Stiamo andando verso il futuro e i cambiamenti bisogna saperli accettare.

      • Guarda pure io non avrei conteggiato i singoli però alla fine fanno parte dell’album quindi considerare pure i loro ascolti non è poi così sbagliato.
        Forse hanno deciso di farlo apposta per, essendo i singoli molto più scaricati degli album interi, far aumentare le vendite degli album che in quest’ultimo periodo sono davvero comiche.

      • No ma i singoli in streaming va bene, per forza lo devi fare perché ovvio che uno non si ascolta l’album intero. Però se ho capito bene sono state conteggiate anche le vendite digitali dei singoli.

      • Alla fine i singoli fanno parte dell’album quindi, secondo me, conteggiare anche i download non è poi così sbagliato.
        Io la penso così.

      • Invece contare sia i download dei singoli, col rapporto che hanno deciso di usare, per l’album e conteggiare invece una per una la vendita del singolo scaricato è un buon compromesso.
        Avrebbero dovuto adottare strategie simili molto tempo fa, sai quanti artisti adesso non verrebbero catalogati come floppetari? Lady Gaga in primis, Jennifer Lopez, Jessie J, Iggy Azalea… un sacco.

      • Appunto! È proprio questo quello che intendo. La Grande si pensava già che col prossimo album non potesse più farcela, Lady Gaga è stata perculata per mesi e ha il soprannome di floppettara solo perché ha venduto 2 milioni di copie e non le 15 di The Fame. Quando su Spotify ha ascolti altissimi.
        Poi adesso col fatto che se vendi allora vieni preso in considerazione altrimenti diventi un cantante da quattro soldi che deve andare a fare il tour alla sagra del peperone, avere questo incentivo fa solo bene.

      • Lo stesso, a mio parere, la gente avrebbe considerato alcuno di essi come floppettari. Chi già aveva le vendite alte le avrebbe incrementate con questo metodo e, per forza di cose, qualcuno sarebbe stato in basso nelle classifiche rispetto ad altri. E’ sempre un fattore di prospettive.

      • Si ma se “vendi” poco pure con lo streaming allora c’è qualcosa che non va e li si che bisogna iniziare a preoccuparsi.
        Io sono più che sicura che se avessero adottato questo metodo prima dell’uscita di ARTPOP, ce l’ho con Lady Gaga perché nei suoi confronti è stata buttata tanta di quella merda e a me certe cose danno fastidio, a questo punto saremo ancora ad ascoltare il quinto singolo estratto dal suo album e lei sarebbe ancora in tour.
        Lo streaming rispecchia la realtà ancora più dei download i quali possono benissimo essere bypassati e falsati dalla pirateria.

      • Ma infatti io non sono contraria allo streaming, anzi! Il problema sono i download dei singoli, anche con il rapporto che hanno deciso di utilizzare, non mi sembra giusto. I singoli sono una cosa, gli album un’altra.

    • Semplicemente perchè non vorrei che fra 10 anni si debba usare solo questi mezzi come Spotify o comprare in digitale. Non vorrei mai che sparissero i cd o che diventino cose rare come i vinili e quindi raddoppiassero il prezzo.

      • E’ bello averlo, è bello ascoltarlo nello stereo con le casse che pompano, è bello sfogliare i booklet e impararti i testi. E’ bello e basta :) E da quel che ho capito Spotify costa 10 euro al mese.. che voglia.. Non è più conveniente risparmiare quei 10 € e prendere un cd?

      • Spotify lo puoi usare anche gratuitamente nella versione desktop sul pc (hai 30sec di pubblicità ma niente di che), hai un account e insomma nessuno ti toglie la roba da lì, al massimo accedi da un altro pc col tuo account e c’è tutto. E’ vero che è bello il discorso di tutto quello che trovi nella “scatola” del cd, però così è, volendo lo trovi anche in internet. Quanto ad ascoltarlo beh lo fai anche con la versione digitale e te lo porti dove vuoi. Poi il fatto è che comunque i cd li compri solo di chi sei fan.. Boh, anche a me da più piccolo piaceva andare alla Feltrinelli e mettermi lì con le cuffie ad ascoltare e poi magari comprare qualcosa ma vedo che non lo faccio più da anni, quindi..

      • Ovvio che non compro cd di tutti, ci mancherebbe.. solo di chi sono fan o comunque uno che davvero mi è piaciuto tanto, tipo Born To Die.. E’ una cosa mia, adoro entrare nei negozi di cd e toccarli con le mani e vedere i layout, come sono scritti le canzoni nel back cover e altre cose. E’ la stessa cosa dei libri, non è la stessa cosa avere un e-book o un libro vero e proprio che magari è rovinato perché ce l’hai da tanti anni.. Io non sono contro la tecnologia, io stessa ho l’mp3 e lo uso spessissimo, però non ti nego che mi mancano gli anni d’oro dei cd. :)

      • Ma guarda che andrà a finire così.
        Con la digitalizzazione è normale che le copie fisiche spariscano, io ho un po’ di CD ma non ne ascolto manco uno. Non mi metto mai col lettore per sentirmi qualche traccia se posso farlo più comodamente col mio mp4.

      • Oppure quando per aggiudicarti la top5 dovevi minimo vendere 500k al debutto e non come oggi che con 80k sei già in top3.

  5. Cavolo con queste nuove regole non ci capisce nulla.. Comunque Cheek to Cheek ha venduto altre 31 milioni di copie e ne sono felice.. Speriamo continui di questo passo.. vorrei che superasse il milione mondialmente entro il 2015

  6. Felicissima per Taylor Swift! Mondialmente ha già venduto 3,3 milioni superando i numeri di RED di fine 2012.
    Felice anche per Ariana Grande e Eminem, inoltre sto rivalutando tantissimo 7/11 di Beyoncé.

  7. La vetta di 1989 era abbastanza scontata, alla fine ha venduto tantissimo, ma mi aspettavo un po’ di più, ok che ha tolto gli album da Spotify ma vi sono altri siti dove ascoltarlo.
    Sam Smith credo sia troppo sopravvalutato, ok il suo album non lo ho ascoltato perché mi sono bastati i suoi 2 singoli che trovo molto simili fra loro, a questo punto voglio vedere quanto farà Title di Meghan Trainor visto che i suoi due singoli continuano a vedere
    Per Ariana Grande non posso che esserne felice, però mi viene da pensare: quante cacchie di persone hanno ascoltato il suo album in streaming? Se è passata dalla 39 alle 7 tantissime, wow!
    Frozen, benché sia passato un anno dall’uscita del film è ancora in top 10, fantastico, ed è solo una Soundtrack, credo che nessuna soundtrack della Disney abbia venduto così tanto

    • Ti consiglio di ascoltare l’album di Sam Smith, è bellissimo. Lui, a parer mio, non è assolutamente sopravvalutato, è semplicemente veramente molto bravo.

  8. Ma con sta nuova regola, allora tutti ricresceranno, Iggy con Beg For It sta salendo, Black Widow sta risalendo, intendo su Itunes, For You salirà ancora, ma bo. Sta regola è di na cagata assurda.

    • Più che altro conteggeranno le copie dei singoli già vendute, più ovviamente le nuove anche se il peso maggiore l’avranno le vecchie.

      • Si, ma non è giusto, prendo sempre l’esempio di Iggy (che come risaputo amo)
        Iggy ha su Itunes US Beg For It in top 20, Black Widow che sta risalendo,più le (ormai poche) copie di Fancy e Work, l’album (in generale) non venderà più per la propria qualità, ma solo grazie ai singoli!

    • Questo significa che The New Classic avrà delle vendite altissime! Tra Fancy, Work e Black Widow… ora non insultatemi ma sono felicissima di ciò.

      • ma guarda che alla fine le vendite reali rimangono sempre quelle cioè circa 500mila in tutto il mondo ;)

      • Si lo so però considerando che da adesso in poi il conteggio si baserà anche sugli streaming ne sono comunque felice.

      • come ho sempre detto questo nuovo sistema è una grande cavolata, vedetela come vi pare. Thenewclassic con i singoli, streams ecc… potrà anche ricevere il triplo platino ma se le copie vendute fisicamente sono 500mila rimangono queste e da qui non ci si muove, eh, mi raccomando ;)

      • Io invece la trovo una buona strategia, e bada bene non lo dico solo perché sono fan di Iggy, ma perché arrivare a debuttare alla prima settimana con un numero minore di 100k copie e in certi casi guadagnarsi pure la prima posizione nella Billboard 200 lo trovo alquanto assurdo e umiliante.
        Lo streaming deve essere conteggiato, dovevano iniziare a prenderlo in considerazione già da tempo.

      • Ma appunto, Beg For It in top 20, Black Widow in risalita, e anche se poche, le copie di Work e Fancy, io amo Iggy, ma non è giusto, non solo per Iggy ma per tutti, allora Taylor crescerà ancora, su Itunes ci sono ancora track dell’album, oltre a SIO e BS.
        Non fraintendere sono felicissimo anchio però.

  9. Felice per 1989, V, e My Everything, La colonna sonora di Frozen fa cagare secondo me, non meriterebbe tutto questo successo, una colonna sonora che meritava era quella di The Fault In Our Star, che ha canzoni che sono davvero splendide, come Boom Clap, Wait, quella di Ed Sheeran di cui scordo sempre il nome xD ecc..!

  10. Per chi volesse sapere delle vendite degli altri album segnalo:
    – #29 @itstonybennett & @ladygaga, Cheek To Cheek 31,959 (31,615 in sales, 365,000 total).
    – #27(new) @IGGYAZALEA, Reclassified 33,638 (13,813 in sales).
    -#24(new) @selenagomez, For You 35,506 (17,139 in sales).
    – #4 @OneDirection, Four 125,000 (105,000 in sales, 492,000 total).

      • Secondo me la Gomez più di così non poteva fare, ha solo due canzoni totalmente nuove di cui una è brutta e l’alta è il singolo. Presumendo che i suoi fan abbiano gli altri album non vedo perchè dovrebbero spendere dei soldi per un GH inutile.
        Iggy, visti gli inediti e la buona promozione, ha fatto pochino però, a parer mio, ha sbagliato tutto la casa discografica perchè “Reclassified” è un ibrido, mal riuscito, tra un nuovo album ed una riedizione.

      • Beh le canzoni di Selena erano tutte vecchie tranne due (come ho detto sotto) mentre Iggy aveva più canzoni nuove ed in più ha fatto una buona promozione. Chi esce maggiormente sconfitta è l’Azalea.

  11. “10 downloads di singoli di un determinato album equivalgono a una copia per l’album.” ma che schifezza è? Io sono favorevole allo streaming ma le nuove regole non hanno senso, soprattutto quella dei 10 downloads dei singoli. Ormai per racimolare due copie in più non sanno che inventarsi.
    La Grande praticamente ha avuto la certificazione platino dell’album solo perchè ha venduto tanto con i singoli quest’anno. Scusate ma la cosa fa un pò ridere, a questo punto si fa prima a non rilasciare l’album ma solo singoli. Quindi per fare un esempio “Teenage dreem” quante certificazioni dovrebbe avere a questo punto? 10 album di diamante? Mah resto basita.
    Spero che “Shady XV” rimanga costante.

  12. Ariana con l’album non è arrivata neanche al disco d’oro negli usa tecnicamente, questo nuovo sistema fa veramente schifo, che poi anche con i singoli non è che abbia venduto milioni e milioni come si vuole far passare soltanto Problem è andata molto bene. Sono curiosissimo di vedere se Nicki riuscirà a prendersi la vetta e floppassified??? che fine ha fatto??

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here