E’ trascorso poco meno di un anno da quando, come molti di voi ricorderanno, Taylor Swift decise di schierarsi contro il colosso Apple a causa secondo lei di una non proprio equilibrata diffusione e gestione della sua musica sul servizio streaming. Dopo oramai diversi mesi, il polverone scatenatosi pare essere stato archiviato e completamente superato. Ad oggi, infatti, il clima tra le due parti sembra essere decisamente mutato. Ma facciamo un passo indietro…

taylor-swift

 

Era il 30 Giugno 2015 e l’azienda di Cupertino presentava per la prima volta in oltre 100 Paesi Apple Music, piattaforma digitale dedicata alla musica a 360 gradi. Inserito come evoluzione del classico Itunes, il servizio consta di tre specifiche sezioni: streaming on demand, radio e connect (contatto diretto tra artisti e utenti). Oltre ad abbonamenti di diversa natura, il progetto targato Mela, prevede la possibilità di usufruirne gratuitamente per un periodo di 3 mesi.

Fu proprio quest’ultima specifica a scatenare l’ira dell’ex reginetta del country che, tramite una lettera  aperta, si scagliò contro la multinazionale statunitense chiarendo la sua indisponibilità nel cedere il suo album “1989” per lo streaming.

Non sono sicura che voi sappiate che Apple Music non pagherà scrittori, produttori o artisti per questi 3 mesi. Trovo ciò scioccante, deludente e completamente contrario alle politiche di una compagnia da sempre generosa e progressista.

swift-kD0-U43090860483472hIF-1224x916@Corriere-Web-Nazionale-593x443

Dopo l’ascia di guerra sguainata dalla popstar, sostenuta da una copiosa schiera di artisti e band, il vicepresidente della Apple Music Eddy Cue intervenne su Twitter per appianare le divergenze e assicurare il pagamento degli artisti anche nel periodo gratuito. La Swift, fiera del suo operato, si dichiarò “entusiasta e sollevata” per il risultato raggiunto.

Ma veniamo ad oggi. La cantante, tramite il suo account Twitter ufficiale, ha postato uno spezzone di un video in cui appare come protagonista assoluta del nuovo spot pubblicitario della stessa Apple Music.

La pubblicità ritrae la ventiseienne americana su di un tapis roulant mentre attiva il servizio streaming dal suo Iphone e, manifestando un leggero astio nei confronti dell’attività fisica (“Man, I hate cardio”), sceglie la sua playlist di allenamento chiamata “#GYMFLOW”. Parte la prima canzone (“Jumpman” di Drake feat. Future) e la diva inizia a correre, rappare e scimmiottare movenze hip-hop. Presa dalla troppa adrenalina e foga scatenata dalla stessa musica, Taylor inciampa e cade disastrosamente di faccia sul tappeto ancora in movimento fino ad essere trascinata sul pavimento. Ancora intontita la cantautrice continua a rappare ed è subito dopo che compaiono in sovraimpressione le parole “Distractingly good. All the music you want.” come slogan per il servizio proposto.

Uno spot simpatico ed esilarante, con una Swift a suo agio e divertente come sempre. Cosa ne pensate? Una cosa è certa, per sancire questa pace, Taylor non si è tirata indietro ma ha preferito… metterci la faccia! 

  • Pingback: Gas – PUDORE()

  • Yoo Youngjae

    Che tristezza chi tradisce i propri ideali per i soldi però…

  • Monyo

    Ahahah sempre marketing cara Tay , prima fai tutto il bel discorsetto alla Apple e poi favoreggi per loro … Incoerenza portami via

  • bionic_littllemonster

    Grande e simpatica :)

  • F.Music

    Lol
    Grandiosa

  • MUSIC is the way.

    ahaha! e brava taylor! apple music è il miglior servizio.

  • Same_Script♫Different_Cast

    Adorabile!

  • MicheleT

    In due giorni ha fatto più di 7 milioni di visualizzazioni! Ahah!

  • Ronnie (shadesofwrong)

    Ahahahah l amo

  • Alessandro Serio

    Che amore lei.