Taylor Swift ed il suo staff hanno minacciato il blogger Perez Hilton per il leak anticipato della tracklist di Reputation.

Fa così 2006 la minaccia ricevuta da Perez Hilton nelle ultime ore, ricevuta dalla IFPI e dal management di Taylor Swift. Infatti il blogger tra i più famosi d’america, ha pubblicato il retro del nuovo disco di Taylor “Reputation”, dove appare la tracklist del disco.

Questo ha scatenato un polverone mediatico non indifferente, sono infatti tantissimi i siti ed i blogger che hanno pubblicato a loro volta la tracklist, svelando al mondo i titoli del disco di Tay.

Molti su twitter hanno ricevuto queste notifiche di take down, una sorta di querela via web di intimazione a non diffondere materiale protetto da copyright.

Nelle ore successive, la stessa Swift ha condiviso la tracklist sul suo account Instagram:

Taylor Swift Perez Hilton

 

3 days until #reputation

A post shared by Taylor Swift (@taylorswift) on

Ecco la tracklist di Reputation:

  1. …Ready For It?

  2. End Game (feat. Ed Sheeran & Future)

  3. I Did Something Bad

  4. Don’t Blame Me

  5. Delicate

  6. Look What You Made Me Do

  7. So It Goes….

  8. Gorgeous

  9. Getaway Car

  10. King Of My Heart

  11. Dancing With Our Hands Tied

  12. Dress

  13. This Is Why We Can’t Have Nice Things

  14. Call It What You Want

  15. New Year’s Day

Ora, si tratta di titoli di brani di un album che uscirà tra pochi giorni, non é stato leakkato il disco. Questa reazione ci sembra del tutto fuori luogo e sproporzionata, tanto da risultare quasi ridicola nel 2017.

Taylor ci tiene molto a fare soldi da questo nuovo prodotto, tanto che probabilmente non verrà nemmeno rilasciato in streaming sulle piattaforme LEGALI che pagano le royalties!

Ovviamente non sono mancate le reazioni di sdegno da parte dei media online, che si sono subito ribellati alle ingiunzioni ricevute dallo staff della Swift!

Cosa ne pensate di questa reazione aggressiva da parte della Big Time Machine?

24 Commenti

  1. In realtà lei ha sempre detto di aver paura a rilasciare la tracklist delle canzoni dell’album perchè ovviamente sapendo il titolo una canzone è più facile da hackerare! Ed ha assolutamente ragione secondo me. Poi comunque ricordiamoci che è un mestiere quello del cantante e quello delle persone che stanno dietro ad un cd quindi se hanno deciso di fare delle scelte chi siamo noi (e chi siete voi) per criticarla?

  2. La sua reazione non la trovo esagerata, specialmente se non aveva intenzione di far trapelare alcunché fino al rilascio dell’album, a nessuno piace quando i propri progetti vengono distrutti, quindi capisco che sia adirata, poi Perez Hilton lo trovo un essere alquanto viscido e disgustoso, quindi, se le’ meritata tutta!

  3. Sicuramente ci sarà rimasta male, e le reazioni mi sembrano giuste perché comunque si tratta di tutelare materiale protetto che non doveva essere svelato. Anzi, mi sarei aspettato molto di più dalla casa discografica, dal momento che nei social si è limitata a rimuovere qualche tweet qua e la. Non è assolutamente un dramma l’accaduto, ma comprendo anche le azioni più che giustificate

  4. Credo che Tay è il suo staff debbano porre molta attenzione a non esagerare con questa storia della guerra allo streaming. Rischiano di restare a secco, il mondo discografico sta cambiando e se con 1989 ci hanno visto lungo, questo non è detto che si ripeta. Per cui, tirarsela un po’ meno e cercare di essere anche ironici sul tema leak…che poi…è stata trafugata la tracklist…non l’album.

  5. Non è che siccome l’avete pubblicata anche voi dovete minimizzare la cosa.
    È un leak punto e basta, se lei aveva deciso di non pubblicarla, bisognava rispettare la sua scelta.

  6. Ma non credo che si sia arrabbiata per questione di soldi.. cosa c’entrano i soldi con una semplice tracklist che è stata rivelata? Più che altro può essere che ci sia rimasta male perché magari aveva in mente altri piani per svelarla, oppure avrebbe preferito che l’avessimo scoperta direttamente con l’uscita dell’album.
    Comunque a me i titoli piacciono molto, non vedo l’ora di ascoltare tutto!

      • Quella di non pubblicare l’album sui servizi streaming è sua scelta, non vedo cosa ci sia di sbagliato. E poi vedrai che una o due settimane dopo l’uscita, Reputation approderà anche su Spotify.

      • Apparte che non è nemmeno sicuro e poi qual è il problema?Gli album si sono sempre dovuti comprare, siccome lo streaming si sta imponendo su tutto, non significa che sia una cosa positiva
        Ah e comunque è molto più coraggioso non pubblicarlo dal momento che i maggiori guadagni oggi li fanno grazie allo streaming i cantanti, quindi questo discorso non regge :)

      • È sbagliato il tuo ultimo ragionamento. Si guadagna più con lo streaming perché c’è una maggiore utenza rispetto a quella che compra l’album, ma se sposti quella utenza alle pure sales sono soldi a palate. Questa ricerca disperata al massimo guadagno è disgustosa visto che lei non è una poveraccia.

      • Peccato che solo una parte piccolissima di utenti dei servizi streaming sarebbe disposta all’acquisto dell’album
        Lei comunque avrebbe tutto il diritto di arricchirsi anche se fosse la piu ricca del mondo, a te cosa importa?

      • Ma dietro a Taylor Swift mangiano centinaia di persone, tra produttori e casa discografica ,e hanno diritto ai loro stipendi, il discorso non regge

      • Sono scelte sue e del suo team, a noi non ci competono questi aspetti di marketing o quel che sia. Poi se vogliamo trovare qualsiasi pretesto per criticare allora ok, ma il nostro fine ultimo è quello di ascoltare la musica.. e sarebbe il caso che ci limitassimo a fare quello e basta.

  7. ma anche meno su, che ormai i leak sono diventati cosa normale. posso capire fosse successo due settimane fa, ma mancano due giorni (nemmeno poi, visto e considerato che domani esce in qualche paese causa fuso orario), di che parliamoooo

  8. Questa si lamenta perché hanno svelato SOLO la tracklist a nemmeno una settimana dall’uscita del disco. Cosa dovrebbero fare tutti quelli a cui viene leakato l’intero album? Soldi, soldi e solo soldi, lei e la sua label non vedono niente altro. Che tristezza la musica ridotta a solo business…

  9. So It Goes…? Qualche riferimento a Style? ;)
    Magari ci fosse una canzone che riprende il sound, io amo Style.
    Onestamente sapere i titoli mi cambia poco, non giudico una canzone se prima non la ascolto, qualunque titolo abbia.

  10. Questa ci tiene proprio a guadagnare tanto. Ma come si fa a fare musica solo per soldi? Non so come faccia ad andare avanti così visto che già naviga nell’oro.

    • Tutti fanno musica per soldi, come è giusto che sia, essendo un lavoro, se le altre preferiscono stare zitte e non prendere provvedimenti non è colpa sua

      • A me non pare che lei lo faccia “solo” per i soldi, difatti crea sempre tutta la sua musica da sé, o comunque con pochi collaboratori, se fosse una che pensa solo a vendere avrebbe lasciato in mano di altri la creazione di ogni singola traccia presente nell’album e lei si sarebbe limitata semplicemente a cantare ciò che le veniva proposto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here