hbz-taylor-swift-hair-2009-lg

Taylor Swift si è recata giovedì mattina a Time Square a New York  per promuovere il suo nuovo album “1989”al programma Good Morning America . La cantante ha per la prima volta performato tutti e 3 singoli rilasciati prima della pubblicazione dell’album: “Shake it off”, “Out of The Woods” e “Welcome to New York”. Anche in questo caso le esibizioni hanno mostrato  i limiti che già si erano visti nelle precedenti esibizioni: performance vocali della cantante non sempre all’altezza, utilizzo eccessivo delle coriste e del play-back.

Intanto l’album continua la sua ascesa: allo stato attuale si prevedono 1.250.000 di copie, più di quanto venduto da “Red” nella first week. Il sito Hits daily double si spinge anche oltre prevedendo 1.3 mln. Ciò significa che se il trend in salita dovesse continuare anche il record di Britney Spears con “Oops…I did it again” (1.319.000) sarebbe a rischio. Intanto è stato annunciato da Billboard che le vendite effettive di “1989” nei primi due giorni nei sei rivenditori maggiori si attestano a 751.000 copie: 450.000 copie su iTunes, 270.000 da Target, 70.000 da Walmart, 16.000 da Amazon, 5000 da Best Buy e 3000 da Starbucks.

  • Guest

    Numeri pazzeschi ma immeritati per un album come 1989
    Contento che il record rimanga a Britney almeno Oops ha segnato un epoca nella storia della musica pop
    Dubito che 1989 possa fare altrettanto…….

  • like a prayer01

    l’album ha venduto 45 mila copie nella prima settimana solo in australia

  • Alberto Dioguardi

    L’intento di questo progetto era di conquistare altri mercati oltre USA e Canada e c’è riuscita, praticamente shake it off è la sua prima hit europea e non avevo mai visto prima un album della swift in top 10 prima di 1989 tranne forse per un po’ Red perchè ovviamente il country va solo in america.. L’album diciamo che dovrebbe aver raggiunto il suo obiettivo anche se ancora non capisco del tutto la trovata , inutile dire sempre le stesse cose che vendeva già bene ecc ecc perchè sicuramente 1989 oltre ad essere il suo primo album pop è un po’ troppo leggero, pero’ si fa ascoltare l’unica cosa che dico è che ci avrei lavorato meglio diciamo così, per il resto non è assolutamente uno dei suoi album migliori anzi è fuori dalla top 3 secondo me , quindi non si è migliorata dopo Red che per me è il suo album migliore . Sono curioso di sapere la settimana prossima i risultati ufficiali perchè se queste previsioni fossero confermato sarebbe a dir poco incredibile , davvero, che poi sia meritato o no non importa ringraziate che c’è ancora qualcuno che compra

    • Alex A

      Ma non mi è chiara una cosa, perchè è così importante il dato dopo una settimana di vendite?..leggo da altre parti che continuano a mettere in risalto questa cosa delle vendite entro la prima settimana, che “termometro” è??..non riesco a capirlo ne dal punto di vista economico ne da quello musicale; un album non dovrebbe essere promosso a lungo termine e nel tempo quindi??..

      • Alberto Dioguardi

        Ma io infatti sono perfettamente d’accordo con te , infatti per me sono molto più importanti per dire i risultati di Sam Smith e Ed Sheeran che di questi tempi da 5 mesi vendono fra le 70 e le 80’000 copie a settimana pero’ comunque sarebbe qualcosa di importante non si può negare dato che ormai ci sono debutti 100’000 – 200’000 copie , roba che prima si faceva in una normale settimana

      • Alberto Dioguardi

        Per taylor swift non è mai stato un problema la costanza non so adesso se con la svolta pop e la crisi sia stato solo un boom iniziale e poi il nulla ma non credo perchè comunque anche Red è rimasto in classifica per 2 anni praticamente

      • Alex A

        Ma io non riesco a spiegarmi tutto ciò..ripeto come ho scritto ieri torno da un viaggio di lavoro in America e ho potuto notare di persona il movimento che crea Taylor Swift prima del suo lancio definitivo di fine ottobre, è incredibile e allo stesso tempo ingiustificato, ma così è, l’America è totalmente conquistata da lei, ma resta comunque il fatto che la crisi generale e soprattutto la pirateria stanno uccidendo definitivamente il mercato musicale; non possono pretendere che un Cd che di la viene venduto a 14 dollari qui costi anche 20 euro..è uno sproposito tenuto conto che il CD è una delle cose più obsolete ormai che non usa più nessuno ma l’Industry continua a propinarceli..per ciò che riguardo le vendite, ribadisco il mio concetto di ieri, trovo tutto senza senso e l’Industry musicale la trovo ormai falsa e poco credibile, ci stanno proponendo artisti con poco talento poca voce commercialmente pompati da video e un sistema giornalistico che li sorregge senza la minima critica; sono i tempi che sono ma comperare un 200K copie per artisti di quel calibro è una barzelletta se vogliono prendersi certi record e notizia di ieri che fa molto riflettere riguardo Taylor Swift è la messa in vendita della BigMachine Label da parte del Ceo Borchetta, guarda caso proprio nella settimana di lancio del cd della sua punta di diamante..è un sistema per fare soldi e basta credo e tutto questo è stato creato e distrutto da loro stessi a discapito della cosa più bella..la musica.

      • Alberto Dioguardi

        Purtroppo poche persone oltre me e te se ne rendono conto , a volte preferisco non farci troppo caso perchè sennò non avrebbe neanche senso questo sito, l’industria è completamente da rivedere e secondo me prima o poi succederà qualcosa perchè in questa situazione non si potrà andare avanti per molto e come hai detto tu si sono rovinati con le loro stesse mani

  • like a prayer01

    1989 ha debuttato ufficialmente in cima alla UK album chart mentre SIO è risalita alla 3 della chart (penso sia il suo miglior singolo negli UK insieme a IKNYWT e WANEGT)

    • Vamos a la Muerte

      In UK IKYWT resta il singolo più venduto (circa 800 mila copie) e con la posizione più alta (la 2) seguita da “Love Story” e WANEGBT: SIO è già il suo quarto singolo di sempre in UK come vendite ma, visto come sta andando, dovrebbe diventare a breve il più venduto. Da notare che 1989 ha debuttato con 90 mila copie rispetto alle 61800 di RED quindi con un incremento di circa il 50%. Ad oggi RED ha venduto circa mezzo milione di copie: se il buongiorno si vede dal mattino credo che questa cifra possa essere tranquillamente superata da “1989”.

      • like a prayer01

        per un’artista straniero è il miglior debutto dell’anno

  • Alex A

    Assolutamente incredibile come risultato se fosse confermato, ma i dubbi rimangono in un industria musicale ormai in netta crisi su tutti i fronti..torno da poco per un viaggio di lavoro negli States e ho potuto notare quanto Taylor sia spaventosamente amata e seguita, ha un indotto e una forza trainante incredibile, personaggio indubbiamente costruito sotto tanti punti di vista, dalla sua immagine pulita, dalla sua famiglia, dal suo entourage, mai fuori posto e mai scomoda nelle risposte e per di più una serie di fans che farebbero di tutto per lei sia nell’acquistare merchandising e altro fino a vedere più di un concerto..resta comunque il grande dubbio della musica di cosa stia diventando..io ho passato i 30 anni da poco e credo che la musica sia altra..non riesco ad innamorarmi di questa musica(Rihanna, Beyonce, Taylor, Britney, Bieber e compagnia), la ascolto la canticchio sorrido e magari la ballo ma quando sento pezzi come “Easy” dei Commodores o “Another day in paradise” di Phil Collins credo che siano pezzi che vadano oltre la musica, sono storia, sono cuori che battono, canzoni eterne, veri monumenti…a ciascuno il suo ma pensare a vedere questi numeri mi fa pensare che ormai anche l’industria musicale sia falsa e pilotata su ciò che meglio credono loro, e teniamo conto che pensano di poter guardare al futuro proponendoci ancora di comperare i Compact Disc ( prodotto che ormai ha 30 anni)..detto ciò penso che Taylor doveva rimanere con la sua bella chitarra e non svendersi alla Industry..meglio meno copie ma più qualità…avrebbe venduto sicuramente meno ma a volte queste decisioni si possono fare soprattutto da una cantante che ormai successo e denaro li ha fatti..detto ciò in questa società purtroppo contano solo i numeri, per tanti, ma per fortuna non per tutti..

    • Pojke

      Io ADORO ”Another Day in Paradise” di Phil Collins *___*

      • like a prayer01

        anche io

    • Mialich

      Hai ragione da vendere, sicuramente la musica commerciale è no pilotata, di più e sempre meno si fa strada gente di talento (quando invece una volta secondo me si guardava più alla qualità, non in toto, ma di più si), però ti assicuro che per me che ho dieci anni in meno di te rimarranno canzoni come Bad Romance per dirne una. Ognuno è legato alla sua epoca e soprattutto a determinati anni della sua vita.

      • Alex A

        Ma guarda non discuto che possano rimanere nella storia, ma anche la “Germanotta” con tutto il rispetto è uno dei personaggi più costruiti della storia musicale, con ciò posso anche darle atto che almeno ha una voce forte gradevole, ma quando sento e leggo che la Swift è diventata ambasciatrice di NY con la canzone “Welcome to New York”, obiettivamente la trovo solo una trovata commerciale, un cavalcare l’onda del successo della Swift…vado spesso per lavoro a NY ma ragazzi chi può avere la fortuna di vivere la città e vedere certi posti fuori dalla solita parte commerciale, può avere l’onore di sentire suonare e cantare della grande musica di qualità…cosa può dire uno come Joe Ramone, newyorchese doc con la sua “New York City” oppure Frank Sinatra con “New York” oppure Billy Joel con “New York state of mind” o gli stessi REM con “Leaving New York” fino anche al buon Jay-Z e la Keys con “Empire state of mind”..queste per me sono inni assoluti alla città.
        Ripeto il mio concetto, la musica si sta distruggendo da sola con le case discografiche e con un sistema obsoleto di promozione e vendita..2 giorni la probabile vendita della casa discografica e ieri l’uscita definitiva da Spotify da parte della casa discografica della Swift…sono segnali di come non si vuole guardare al futuro e capire che le persone ascoltano e ascolteranno sempre musica ma non più alle loro condizioni e Spotify è un mezzo nuovo per poter permettere a tutti con una cifra minima di ascoltare tutto senza dover per forza acquistare centinaia di Cd che io non posso neanche più vedere nelle vetrine..

      • Mialich

        Come già ho detto hai ragione da vendere, è il mio stesso pensiero.

  • like a prayer01

    solo per aggiornamento Shake it Off ieri è stata certificata disco d’oro in Italia

  • Pojke

    Dunque Welcome to New York e Out of the Woods mi piacciono davvero molto, specialmente la seconda, trovo che siano due canzoni abbastanza scontate sì ma il sound e questo sapore passato mi hanno catturato; più debole la performance di Shake It Off che continuo a reputare una canzone stupida, perfetta come primo singolo (purtroppo) ma che non ha molto da dire…. sappiamo che Taylor non ha tutta questa voce ma non mi pare abbia fatto una bruttissima figura (certo se pensiamo alle copie dell’album, si presume che minimo lei sia una cantante molto capace), non mi pare abbia fatto uso del playback e ho notato solo una stonatura sul finale in Out of the Woods, poi è anche normale che si faccia aiutare dalle coriste, sono canzoni comunque a più voci e che è difficile riprodurre perfettamente live come le versioni del cd, non sono canzoni lineari ma hanno più livelli, detto questo certamente potrebbe fare meglio, comunque in questo caso non me la sento di criticarla troppo negativamente… riguardo ai numeri, è spaventosa come ho già detto altre volte e ”temo” per il record di Oops… I Did it Again che è un album che ha estratto singoli di successo e portato il pop a gran livelli… quello di Taylor è il pop degli ultimi anni, sulla scia di Katy, in parte Kesha, in parte Jessie ecc. quindi nulla di nuovo però va elogiato il fatto che in un periodo come questo in cui la musica sta soffrendo una crisi molto forte, Taylor riesca a fare questi numeri quasi d’altri tempi… quindi brava per questo, vocalmente a mio parere può dare qualcosa di più

    • Veronica

      Ce ne fossero di persone oggettive come te! Grazie per questo bellissimo post!

      • Pojke

        Cerco di essere il più oggettivo possibile con chi mi piace e con chi non mi piace, ti ringrazio. ;)

  • Mears

    Inutile fare discussioni sulla qualità dell’album, venderebbe un botto anche se cantasse l’elenco telefonico! L’america è ai suoi piedi, e sinceramente non capisco perché!

  • Veronica

    Ma quale playback, c’è la base sotto ma si sente che canta chiaramente le strofe.. l’unica parte è il ritornello di SIO e OOTW che si fa aiutare dalle coriste, ma vorrei vedere voi prendere fiato in quei 2 momenti..specie in SIO, è impossibile!

  • Nadia Rose Sebert

    Ma infatti non sono solo le coriste, c’é anche il playback sotto… Vedere numeri così alti e poi performance del genere mi fa pensare molto su quanto non se lo meriti tutto sto successo

  • Carl (2014)

    Ancora non inizia a promuovere Blank Space? Strano. Comunque numeri enormi, contento per taylor ma l’album non merita questo successo. Cioè, l’album è veramente carino ma nulla di talmente meraviglioso da restare iconico e da fare la storia e quindi da avere questi risultati.

    • b27

      Secondo me, blank space, avra una campagna/promozione anche legata al profumo di prossima uscita, che prende il nome da un verso della canzone, mega spot, video e tutto. Magari sbaglio… ma come tempistica di rilascio mi fa pensare a questo.

    • Vamos a la Muerte

      Tieni conto che la prima performance di IKYWT avvenne il 18 Novembre 2012 agli AMA: quindi Blank Space potrebbe già essere performato in quell’occasione (23 Novembre quest’anno) anche se Taylor, al momento, non ha ancora confermato la propria presenza.

    • swiftinski

      Blank Space è stata performata insieme a Style e alle altre performate anche qui, durante la secret session di IHeartRadio del 27.
      Per ora è l’unica performance

  • CURTIS

    SONO CURIOSO DEI NUMERI NELLA SECONDA SETTIMANA DI VENDITE.

  • Mialich

    Inizio col dire che se è così vicina al record probabilmente lo supererà, perchè un mezzuccio per raccimolare le ultime copie lo si trova e lo farebbe lei come chiunque altro, quindi se le previsioni fossero davvero corrette per me il record c’è. Detto ciò sono basito, come sempre, da questi risultati, un album normalissimo con canzoni altrettanto normali che fa queste cifre. A questo punto mi auguro davvero tanto che tutti se lo siano preso la prima settimana per poi crollare. C’è da dire che in tv passa la pubblicità del cd anche qui in Italia (in cui si dice proprio “svolta pop”, il che mi fa ridere perchè rende chiaro che la decisione sia stata più “economica” che mai) quindi non è difficile immaginare che lo stesso avvenga in tutto il mondo. Sinceramente a me pare che raramente ci siano tali pubblicità, soprattutto di artisti stranieri (almeno qui da noi) e mi fa pensare che su questo album si sia investito veramente tanto (vedi esibizioni dovunque), con ottimi risultati certo, però si è potuto fare questa promozione perchè Taylor un certo risultato già lo avrebbe assicurato, aggiungiamoci le strategie di marketing (anch’esse rese possibili con la certezza di un tornaconto).

    In merito alle esibizioni del post beh, lasciatemi dire che io mi lamentavo di Katy Perry, ma andiamo a riprenderci i suoi live e accostiamoli a questi, beh Katy sembrerà una cantante di talento. Deve cantare due canzonette da cu*o e non ce la fa, cioè boh, componi per gli altri a questo punto.

    • <>

      Ma infatti dietro Taylor Swift devono esserci degli esperti di marketing davvero ottimi. Record di Britney Spears battuto o meno ha comunque tre album che al debutto hanno racimolato più di un milione di copie.

      • Mialich

        Infatti, ma di persone brave ce ne sono tante, con lei ormai si gioca sul sicuro e quindi si può puntare sempre più in alto investendo sempre di più. Lei non ha nemmeno bisogno di canzoni forti in questo periodo e sarà così finchè pian piano non calerà l’interesse nei suoi confronti e allora dovranno mettersi in testa di fare qualcosa che possa recuperare l’interesse pian piano scemato. Secondo me con questa “svolta pop” hanno anticipato la “caduta”, evitandola.

      • <>

        Probabilmente hai ragione, non so quanto potesse ancora vendere con un album ancora country/pop. Non mi stupirei se col prossimo progetto decidesse di ritornare al country per far ripuntare nuovamente l’attenzione su di se.
        Anche perché alla fine questo 2014 a parte per Ariana Grande, Iggy Azalea e Nicki Minaj non ha avuto tanti altri grandi nomi quindi è stato piuttosto facile renderlo “il suo” anno.

      • Mialich

        Io mi auguro, per lei eh, non tanto per me, che proponga qualcosa che la rispecchi e che sia un po’ più vero perchè non mi piace tanto quando si fanno delle canzoni che puntualmente non si riescono a tenere sul palco. Le ultime esibizioni che ho visto sono piuttosto umilianti per una ragazza così giovane con certe vendite all’attivo, potrei accettarle da una di una certa età che dopo aver già dimostrato le sue qualità, chiaramente inizia a faticare.

    • Vamos a la Muerte

      Posso chiederti su quali canali hai visto la pubblicità? Grazie.
      Sul fatto che la “svolta pop” sia stata decisa a tavolino credo che questo sia un fatto pacifico: basta vedere le dichiarazioni di Taylor dal 18 Agosto, data della LiveChat (“My first, documented POP Album”) a oggi in cui si sottolinea il suo amore per il POP e il suo trasferimento a New York come “la cosa migliore che abbia mai fatto” (sottinteso: Nashville era una città di provincia e neanche paragonabile alla Grande Mela).
      Adesso ti dico una cosa: sono un fan sfegatato di Taylor e trovo l’album davvero BELLISSIMO (benché avessi più di una perplessità dopo il lancio di Shake It Off). Ma ovviamente rispetto la tua opinione (e ci mancherebbe! :) ) Detto questo, seguendo Taylor da ormai parecchi anni posso dirti che, negli ultimi 2 anni sarà stata a Nashville sì e no 10 giorni (giusto il tempo dei concerti per il RED TOUR e le serate di premiazione della Country Music) vivendo in pianta stabile a Los Angeles: tuttavia tutti continuavano a pensare che vivesse a Nashville. Secondo: RED di Country aveva ben poco (Begin Again e poco altro), ma nonostante questo si continuava a considerarlo un Album Country e, qui in Europa, basta la parola per far venire la puzza sotto al naso. Questo solo per dirti che la svolta, se di svolta vogliamo parlare, è stata molto più modesta di quel che Taylor (e staff annesso) vogliano far credere. La “Grande Svolta” è stata soprattutto dal punto di vista mediatico: è stato deciso di alzare un autentico muro tra “1989” e il suo passato (Nashville, Country Music). E i numeri (mi riferisco soprattutto qui in Europa perché negli Usa non vi erano dubbi sul successo dell’album) le stanno dando ragione.

      • Mialich

        Innazitutto, ciao :) Sui canali di Sky di sicuro e tanto, poi mi sembra di averla beccata su Mediaset Italia 2. Però non guardo molto la tv “non-pay”. Qui non l’ho sottolineato per non ripetermi sempre (avevo messo le virgolette per sottintenderlo), ma ho sempre detto che questa grande svolta pop in realtà non c’è stata, sul piano musicale quanto su quello dell’immagine. Basta pensare alla Taylor Swift di “We Are Never Ever Getting Back Together”, insomma, la distanza da “Shake it Off” dov’è? Io francamente non la vedo. Comunque se non fosse per la voce (fattore determinante secondo me nella carriera di una cantante) io non avrei niente da dire sul pop “leggero” che fa, una canzone mi piace e una no magari, però il fatto che sia così impegnata nei suoi lavori non può che farmi piacere. Purtroppo non ho mai “legato” quel rapporto fan-idolo perchè evidentemente non è così il mio genere quello che fa, o non mi è simpatica boh, e alla fin fine anche dopo la canzone che mi piace non mi interessa cercarla ancora. Però capisco benissimo che l’album ad un fan piaccia da morire perchè sono anche io fan di altri cantanti e so che non tutte le canzoni sono così belle, ma quando si è fan c’è un coinvolgimento tale che si trova bello tutto, è inutile, si attribuisce quel significato in più anche alla canzone più stupida del mondo, tutt’al più qui abbiamo di fronte un album in cui canzoni che fanno schifo non ce ne sono. Da qui però a pensare che sia un gioiellino d’album no però, è una cosa che potrebbe dire solo un fan sfegatato.

      • Vamos a la Muerte

        Ricambio il saluto :) Guarda, se mi posso permettere, cito direttamente una tua frase “qui abbiamo di fronte un album in cui canzoni che fanno schifo non ce ne sono”: penso che sia difficile oggi trovare album di questo tipo (perlomeno, dal mio punto di vista, anche se non trattasi ovviamente di cosa impossibile :)). E, per quel che mi riguarda, “Welcome to New York” la trovo comunque troppo ripetitiva, e anche “Clean” e “I Know Places” le trovo abbastanza deboli: ma per il resto lo trovo davvero un album ben fatto. Poi, per quel che vale, personalmente penso che solo la Musica Classica possa essere considerata Arte nel senso proprio del termine, mentre tendo a catalogare la Musica Leggera nel ramo dell’Intrattenimento (e non utilizzo questo termine in senso negativo): questo solo per dirti che, mentre mi appresto all’ascolto di un disco rock, pop, ecc. non mi aspetto certo di trovarci la “Nona” di Beethoven ma un disco intelligente con buone liriche e un sound gradevole e orecchiabile. Trattasi di criteri assolutamente soggettivi e, per quel che mi riguarda, tutti gli album di Taylor rispondono a questi criteri: ecco perché mi son definito “sfegatato”, per il semplice fatto che, dopo 5 album, penso di potermi definire “fan” (ma NON “fan(atico)” che è cosa ben diversa ) senza mezzi termini: poi ti ripeto, alcune cose comunque non mi sono piaciute come la “rottura” netta (pianificata a tavolino, senza ombra di dubbio) col mondo della Musica Country che l’ha lanciata e fatta diventare quel che è adesso. Ma Business is Business e, questo è un Fatto incontrovertibile, per il momento i numeri le stanno dando ragione.

  • Guy

    Nonostante per una questione “generazionale” mi piacerebbe che il record rimanesse a Britney (sono cresciuto con le sue canzoni e Oops ha veramente segnato un’era), il fatto che Taylor potrebbe batterlo dà una grossa spinta al mercato discografico, in caduta libera al giorno d’oggi, e con ciò si dimostra che la gente è ancora disposta a comprare della musica (Poi che le copie vendute siano meritate o meno è un altro discorso, non ho ancora finito di ascoltare l’album quindi non posso ancora giudicare). Per quanto riguarda le esibizioni io credo che fare la popstar non sia semplicemente nella sua indole, Taylor rende meglio in altre vesti, la popstar le riesce bene una tantum (ho adorato la performance di I Knew You Were Trouble ai Brit del 2013) ma a lungo potrebbe risultare monotona e già i risultati non sono dei migliori, vedremo più avanti anche con i prossimi live e il prossimo tour.

  • SoundPost

    non sono un fan estremo della Swift, ma basta dire che batterà Britney Spears nel numero di copie… Britney non ha mai campato su quel record, e sarà ricordata sicuramente per altre cose così come la Swift, penso inoltre che nessuna delle due pensa seriamente di fare musica per restare nella storia ai giorni nostri

    • Faggiollo

      Beh ma non è che lo diciamo per creare una sfida tra le due, semplicemente, oggettivamente parlando, il record non è mai stato così a rischio, ed è una cosa straordinaria che lo sia, considerando la povertà del mercato discografico di questi giorni! Non si tratta (o almeno, io non lo faccio quando ne parlo) di creare una sfida tra le due, anzi, tutto sommato i rispettivi fanbase si stanno anche comportando bene (per ora, se magari lo infrange le cose potrebbero cambiare!), non oso immaginare se in questa situazione ci fossero, che so, Lady Gaga e Katy Perry… Sarebbe una cosa da terza guerra mondiale. Poi scusa ma ditele tutto però “nessuna delle due pensa seriamente di fare musica per restare nella storia ai giorni nostri”… Sono il primo a criticarla pesantemente nel periodo recente… Ma Britney è già nella storia musicale dei giorni nostri!

      • Liuk

        Esatto, nessuno la sta ponendo in termini di sfida tra le due, mi lascia solo “l’amaro in bocca”. Ma figurati, a me piacerebbe un sacco leggere un tweet di Britney che si complimenta con Taylor per il record, in una sorta di staffetta generazionale :) E mi sta piacendo molto che tra i due fanbase ci sia sostanziale rispetto e calma, senza isterismi di sorta.
        Poi si, Britney è già Storia.

      • SoundPost

        Leggendo in giro si trovano di quelle brutte cose su sta “sfida” Britney vs Taylor, nemmeno fosse l’album più venduto di tutti i tempi… per il resto Britney è storia vero, intendevo che con Femme Fatale e soprattutto Britney Jean la storia l’ha lascia alle spalle… sembrano secoli da Toxic, Piece of Me e altre perle

      • Liuk

        Vabbè certo, gli ultimi due album non sono neanche paragonabili a quelli del passato, ma con i primi due, e l’innovazione di In The Zone e Blackout, il suo contributo lo ha dato. Difficilmente ripeterà l’importanza di lavori come Blackout, ma non per questo si può sminuire l’impatto che ha avuto Britney :)
        Sul discorso Britney vs Taylor io non ho letto nessuna faida particolare, e sono contento così perchè ODIO queste bambinate da idioti. Già solo il fatto che qui su RnB Junk non ci siano stati litigi su questa faccenda è già molto, visti i livelli di DEGRADO che si raggiungono in certe faide Nicki-Iggy, Perry-Gaga o Madonna-Gaga.

      • SoundPost

        Infatti… Speriamo si riprenda con il prossimo di album

      • Liuk

        Davvero. Si dica quello che si vuole della Britney attuale, ma credo che ci sia ancora bisogno di lei. Certo, serve uno scatto d’orgoglio perchè se deve tornare e gestire l’album come ha gestito gli ultimi due, meglio che rimanga a Las Vegas a fare i milioni finchè non le torna la voglia di fare le cose seriamente

      • SoundPost

        Infatti, almeno non perde troppa visibilità… anche se un album con le balle servirebbe a tutti, musica in primis

  • Liuk

    Per quanto 1989 mi piaccia, mi dispiace veramente tantissimo che riesca a battere il record di Oops! I Did It Again, (sono convinto che lo batterà). Mi consola però il pensare che il cd di Britney nel bene o nel male ha rappresentato un’epoca, ha un’iconicità che, non me ne vogliano gli Swifties, 1989 non ha e non avrà mai. Pezzi come Oops, Stronger o Lucky sono pezzi di storia del pop nel nuovo Millennio, mentre Shake It Off o Blank Space (quest’ultima soprattutto) dubito che tra 15 anni verranno ricordate come pezzi che hanno segnato un’epoca. Detto questo, tanto di cappello a Taylor che nel 2014 è riuscita a infrangere un record “nato” in un periodo in cui la discografia era ai suoi massimi.
    P.s a questo punto però prevedo che il record durerà poco, Adele is coming?

    • Faggiollo

      Mi hai risparmiato il tempo di scrivere il commento! Quoto ogni parola! :D

    • swiftinski

      Adele punta più sulla longevità degli album, non tanto sulla first week oggettivamente parlando.
      Almeno così è statocoi primi album (trainati anche da numerose hit) adesso magari le cose cambieranno e boom venderà tantissimo già dalla first week.
      Comunque tanto meglio, questa cosa fa solo bene al mercato discografico.

  • Vamos a la Muerte

    Come già detto in altri post, le previsioni sono sempre per difetto e mai per eccesso. Le vendite finali della settimana dovrebbero attestarsi sul milione e 400 mila copie. Ma che negli Usa, in Canada e in Asia/Oceania il disco sarebbe stato un successo non lo scopriamo certo oggi: e infatti aspettiamo soltanto, come si direbbe nel basket, di fissare il punteggio finale :) Quel che secondo me è ancora più importante notare è che 1989 probabilmente venderà fra le 100 e le 150k copie nel Regno Unito (RED ne vendette 61k e PRISM di Katy Perry 53K!) e, in Olanda, il disco ha debuttato direttamente alla 1 quando con RED non è mai andato oltre la 7ma posizione! Se i dati europei dovessero confermare questo “sfondamento” nel Vecchio Continente partito dai Paesi Bassi allora Taylor potrebbe definitivamente essere considerata una superstar Globale. Anche se in questo primo mese dall’uscita dell’album dovrebbe poi mostrare costanza in classifica e non scendere rapidamente come successo con RED. Ma su questo, ovviamente, non possiamo far altro che aspettare :)

    • <>

      A me invece viene da pensare che tutte queste previsioni siano gonfiate appunto perché si parla di Taylor Swift, non so perché ho quest’idea. Io come risultato finale in America prevedo un 1,2 milioni tipo RED.

  • Jasmine Feliz

    Tra il playback spudorato, le coriste che cantano al posto suo e le stonature varie, esibizione davvero brutta e piatta. Carisma 0, look noioso, canzoni mediocri, ma come cavolo fa a piacere questa?! E i fan hanno il coraggio di dire che se la cava bene dal vivo. Ma dovee?! Tutte quelle copie sono immeritate per quanto mi riguarda e l’iconicità e l’impatto che ha avuto Oops se la può solo sognare.

    • like a prayer01

      di playback è meglio non parlarne non pensi?

      • Nadia Rose Sebert

        In effetti un fan della spears che ne parla é il colmo ahahah

      • like a prayer01

        a me taylor piace (anche se so che a te non piace) comunque sentire dire da un fan della Spears che c’è playback spudorato a me fa ridere (riascoltati meglio DWADT, OHT, CT e il residence show) lì di live ne troverai molti

  • <>

    Sono davvero felice per le vendite, io temevo floppasse e invece a quanto pare supererà nuovamente il milione di copie.
    Non so se batterà il record di Britney Spears e comunque non credo possa davvero superare le 1,3 milioni di copie ma se dovesse succedere ne andrei davvero fiera anche perché vendere tanto al giorno d’oggi è sinonimo di una fanbase ottima e unita.
    Il milione di copie l’ha superato tra mercoledì e giovedì, chissà il weekend se incrementerà le vendite oppure no. Detto ciò mi stupisco pure della sua longevità, tutt’ora è primo in 45 paesi e nel resto del mondo #2 o #3.
    Per quanto riguarda le esibizioni ammetto che rispetto a quelle della RED era per ora siamo ad un livello inferiore ma continuare a ribadire che usa le coriste e che la base è troppo alta mi sembra eccessivo, manco fosse l’unica a farlo.
    Non ha una voce potente lo abbiamo capito, lei rende maggiormente nelle esibizioni col pianoforte.
    Unico appunto che faccio è che dovrebbe sfruttare meglio il palco.

    • like a prayer01

      floppare in che senso??

      • <>

        Nel senso che vendesse poco come tante altre cantanti pop che hanno rilasciato album in questo periodo.

      • like a prayer01

        quindi tipo 300 mila. io ho sempre pensato che il milione lo avrebbe raggiunto

      • <>

        Io no perché con questa svolta totale pensavo vendesse meno anche perché gli album pop raramente hanno raggiunto vette simili.
        Pensavo facesse tipo 200/300k copie.

      • Faggiollo

        Davvero lo pensavi? Sei stata un po’ pessimista, non sottovalutare la forza tua e dei tuoi colleghi ;) Gli Swifties sono da sempre un fanbase solido ed esteso, era impossibile che passasse da un disco all’ altro da un milione alla prima settimana a 300 o addirittura 200mila! Se “Shake It Off” avesse floppato si poteva prevedere un calo, ma dal momento che è uno dei suoi più grandi successi non c’ era proprio pericolo. Anche io non mi sarei aspettato che toccasse il milione ma un minimo di 800’000 era una certezza dal principio :)

      • Carl (2014)

        Beh non per dire, ma ne conosco una passata da 1 milione a 300 mila copie in 2 anni ed in periodi ben migliori del mercato (leggasi Lady gaga).

      • Mialich

        Era l’anno scorso LOL

      • Carl (2014)

        Beh, confronta un pò i debutti dell’anno scorso e quelli di quest’anno e vedi.Confronta le vendite di un Prism o di un Beyonce con uno Shakira o con My Everything (per dire le cantanti di maggior successo del periodo), senza neanche parlare di A.K.A., Me…I Am Mariah e Kiss Me Once…..
        Il mercato discografico sta colando a picco, e un’anno è tantissimo

      • Mialich

        Non voglio mettermi a discutere perchè non ha proprio senso.. Però sarebbe stato abbastanza stupido pensare che My Everything debuttasse con più di Prism. LOL
        Per JLO e Mariah nessuno se le caga più, che ci vuoi fare? Come vedi se c’è qualcosa da comprare la gente lo fa, quindi questo discorso che in un anno si possa parlare di “periodi ben migliori del mercato” fa solo tanto ridere, anche perchè allora il periodo migliore è adesso, escono Taylor e Adele e i debutti sono alti, ma che vuol dire?

      • Faggiollo

        Si, ma con Lady Gaga c’ erano già dei campanelli d’ allarme, ovvero i risultati di “Applause” (di per sè buoni ma non paragonabili a “Born This Way” o men che meno megahit come “Poker Face” o “Bad Romance”), l’ hype non paragonabile a quello di BTW e in generale molto meno interesse mediatico nei suoi confronti..

        Taylor invece ha iniziato bene da subito con “Shake It Off”.

      • Carl (2014)

        Si hai ragione, però non era certo (anche se era chiaro che avrebbe probabilmente venduto tantissimo)

      • Faggiollo

        Si infatti, non era certo il muro del milione ma un risultato molto buono era assicurato :)

      • <>

        Vedendo così tante artiste avere un calo era scattato automatico un pensiero del genere, fortuna che ho sbagliato.

      • Faggiollo

        Beh per sua fortuna voi siete molto forti e leali come fanbase, quando comincerà a calare (come è naturale che sia per ogni artista) secondo me sarà una cosa molto graduale.

      • b27

        Anch’io pensavo che 1989 debuttasse al di sotto dei precedento due dischi, mi aspettavo un 600k. Ma effettivamente come fandom, siamo fedeli, quindi col sennò di poi nessuna sorpresa.

  • Angelica

    Questa volta era proprio in playback, tranne qualche piccola parte che l’ha cantata live e pure maluccio.
    A livello scenico sta diventando troppo prevedibile, non dico che debba fare chissà che o cambiare per ogni performance, cosa impossibile da fare visto che sta cantando ovunque, però non so, potrebbe modificare la disposizione delle coriste, portarsi qualche ballerino, cambiare modello di outfit (è sempre lo stesso cambia solo il colore).
    Per quanto riguarda le vendite dell’album, cosa dire se non complimenti, per me sono eccessive, non essendo un capolavoro ma vorrà direche alla maggior parte delle persone piace. Il record di Britney è a serio rischio!