Reputation di Taylor Swift uscirà domani, 10 novembre. Il nuovo album è stato anticipato dal primo singolo, Look What You Made Me Do, uscito a fine agosto e boom di visualizzazioni in sole 24 ore su YouTube, e dal più recente …Ready for It?, senza dimenticare i due singoli promozionali, Gorgeous e Call It What You Want.

A meno di un giorno dal rilascio del progetto, la cantante americana può già contare su numeri record di prevendite. Secondo quanto emerso, la cifra si aggira oltre le 400.000 copie vendute, più del doppio di quello che fece nell’ottobre del 2014 1989, sua ultima fatica discografica che vantava già numeri altissimi.

Le indiscrezioni parlano di una cifra altissima nei primi sette giorni, con vendite che potrebbero toccare addirittura la soglia di 2 milioni di copie. Complice anche la mancata diffusione dell’album sulle piattaforme di streming-music come Spotify.

Secondo quanto dichiarato da Bloomberg, i rappresentanti della cantante americana hanno comunicato alle diverse piattaforme di streaming che il suo nuovo album appunto non sarà reso disponibile attraverso i loro servizi durante la sua prima settimana di vendita. Al momento gli operatori stanno negoziando con lo staff di Taylor Swift per trovare un accordo su quando Reputation potrà essere reso disponibile su tali canali.

Ricordiamo che tre anni fa 1989 ha riscosso un enorme successo già dalla settimana di pubblicazione, con più di un milione e mezzo di copie vendute. Già dalla settimana precedente all’uscita dell’album, Billboard aveva iniziato a dare le previsioni di vendita dell’album, che si aggiravano intorno alle 750.000 copie, portando poi la previsione a 1.3 milioni di copie circa. Solo le ultime previsioni si rivelarono infine accurate, visto che nella sua prima settimana vendette oltre 1.200.000 copie nei soli Stati Uniti, risultando l’album con il maggior numero di vendite nella prima settimana dal 2002 ed il più venduto del 2014, dopo soli 7 giorni.

Reputation saprà fare di meglio, arrivando a due milioni di copie? Taylor batterà il suo stesso record? Staremo a vedere…