Taylor Swift con il suo nuovo album Reputation supererà 1989 nella prima settimana di vendite… ma…

Taylor Swift Reputation previsioni di vendita

Sono arrivate nuove previsioni di vendita per il disco più atteso dell’autunno, quello di Taylor Swift, che ha rilsciato il suo album di inediti “Reputation”!

Con la stessa strategia di “1989”, la Swift ha deciso di puntare solamente sui pure sales, ossia rendere disponibile il disco senza l’ausilio dello streaming! Una strategia che si dimostra pagante per artisti come lei, che hanno un fanbase uniforme e compatto su tutto il territorio a stelle e strisce!

Le ultime previsioni di vendita parlano di un fatidico superamento della soglia del milione e 300 mila copie.

1989 si era fermato a 1.287.000 esemplari smerciati negli USA.

Si, un successo, come pochi altri, tuttavia sono state sgonfiate le previsioni che parlavano del superamento al milione e mezzo, e quelle ancora più faraoniche che parlavano del raggiungimento dei 2 milioni.

Ecco qua le previsioni aggiornate:

  1. *Taylor Swift (Big Machine) 1.32m-1.36m SPS, 1.30m-1.34m Sales
  2. Sam Smith (Capitol) 59-63k, 29-32k
  3. Chris Brown (RCA) 51-54k, 9-11k
  4. Maroon 5 (222/Interscope) 38-41k, 22-25k
  5. Post Malone (Republic) 36-39k, 2-3k
  6. 21 SavageOffset & Metro Boomin (Slaughter Gang/Epic) 35-38k, 1-2k
  7. Ed Sheeran (Atlantic) 32-35k, 9-11k
  8. Lil Uzi Vert (Generation Now/Atlantic) 29-32k, <1k
  9. Blake Shelton (Warner Bros.) 28-31k, 24-27k
  10. Kenny Chesney (Blue Chair/Columbia Nashville) 28-31k, 27-30k

Taylor sicuramente conferma la sua potenza, ed é il suo quarto album consecutivo a debuttare con più di 1 milione! Un record mai raggiunto da nessun’altro artista.

Detto questo il lavoro per molti non é superiore al precedente. Le cifre sono buone, ma non sono in aumento, per uno dei fenomeni musicali più grandi di questi ultimi anni.

Adele rimane intoccabile in questo senso, e poi bisognerà anche vedere i risultati a livello internazionale, dove la Swift é più debole.

Cosa ne pensate?

32 Commenti

  1. L’album lo adoro ed é quello che per me conta.
    Supererà 1989 con le vendite della prima settimana e, seppur “di poco”, é ciò che conta.
    I fan per collezionare tutto, hanno comprato 2 copie dell’album per avere le riviste (ed alcuni hanno in più anche comprato l’album da solo), e questo sicuramente avrà influito.
    Tra l’altro dico che io sono tra quelli che avrà 3 copie perché ho comprato l’album standard ma già ho saputo che per il mio compleanno alcuni amici mi hanno comprato le due riviste xD ahahah

  2. Non mi sembra che l’articolo sia critico, è semplicemente lecito aspettarsi che quando un album di un artista vende milioni e milioni di copie, il successivo , visto anche il personaggio di cui si parla, abbia vendite stratosferiche. Lo stesso discorso è infatti stato fatto in un altro articolo riguardo sam smith. 1 milione e 300 mila copie è tantissimo ci mancherebbe, ma evidentemente lei non ha acquisito con i singoli estratti nuovi fans , non a caso lwymmd , (che ha fatto numeri stratosferici la prima settimana ) , è fermo a 800 mila copie e qualcosa in u.s.a. Ovvio che ci si aspettasse di più dal singolo come back di Taylor Swift, ma comunque lei ha moltissimo successo e tanto di cappello. Non c’è sempre boicottaggio dietro una semplice opinione espressa in un articolo.

      • Infatti non ho assolutamente detto che è scontato. Adele rispetto al precedente nella first week lo ha fatto, lei no , anche se molti lo prevedevano. Rimane un successo incredibile senza dubbi che nessuno ormai ha più a parte lei e la già citata adele

  3. per come è scritto l’articolo sembra che il disco abbia floppato e che la carriera di taylor swift sia ormai prossima alla fine…bah

  4. Ma come fate a trovare un difetto anche in questo?È un grande numero?Si.
    Superiore a 1989?Si.
    Nel 2017, dove nessuno vende nulla?Si.
    Quindi è un risultato eccellente senza se e senza ma.

    • Superiore a 1989 per qualcuno, non per tutti.
      Personalmente preferisco di gran lunga 1989, ma sono questioni di gusti.
      D’altro canto anche la critica ha preferito 1989, per il fatto che ha un punteggio più alto su metacritic.
      1989 era, è e rimarrà perfetto, secondo il mio parere personale, anche perché Taylor Swift durante quell’era ha saputo muoversi eccellentemente con il marketing e il vending, creando un’immagine di lei stessa soave e al contempo determinata.

  5. Briciole in ogni caso insomma LOL
    Si tratta di numeri stratosferici e, anche se di poco, riuscirà comunque a (ri)superare sé stessa, questa è la cosa più importante e più significativa.

  6. Mi sembra straordinario come risultato, GRANDE TAY! Poi come sempre è la costanza che fa la differenza.
    Sono felice perché l’album merita e a me piace tantissimo (forse non come gli inarrivabili 1989 e RED, diciamo un “cicinino” di sotto, ma proprio poco poco poco). Ma ci vorrà ancora tempo e più più ascolti perché possa definirlo completamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here