taylor-the-1975

La faida fra Kanye West e Taylor Swift continua ad essere un argomento molto dibattuto fra i vip americani, e questa volta un commento abbastanza pungente arriva da un artista che Taylor Swift ha dimostrato di amare parecchio, ma che a quanto pare non ricambia la stima artistica e piuttosto che ringraziarla con diplomazia preferisce lanciarle punture di spillo attraverso interviste. Sto parlando di Matt Healy, leader del gruppo dei The 1975, band della quale Taylor si è dimostrata una vera fan indossando una maglia con su scritto, appunto, “The 1975”.

swift

Questo aveva fatto nascere il sospetto che lo stesso Matt fosse una nuova fiamma dell’interprete tuttavia, in un’intervista appena concessa a Rolling Stone, il cantante ci tiene a smentire queste dicerie, con un fare fra l’altro abbastanza polemico:

Avevo detto già in un’altra intervista che non eravamo usciti insieme, ma qualcuno tipo Perez Hilton ha estrapolato delle mie parole fuori da un dato contesto per modificarle, come se io volessi nascondere qualcosa

Fin qui, tutto normale. Ma è poi parlando di un’occasione in cui Taylor si è recata ad un concerto della sua band che Matt ha pronunciato parole che possono essere intese come una frecciatina bella e buona alla cantante. Eccole di seguito:

Lei è venuta ad un nostro concerto, e si sarebbe potuto pensare che fosse venuto Barack Obama vista la reazione della gente. Non credo che un’altra persona avrebbe potuto suscitarne una del genere. Forse Kanye West, ma nemmeno lui. E ora lui e lei sono un po’ come la stessa persona nell’immaginario pubblico, è strano.

Pur non mostrando apertamente una voglia di dar adito a polemiche, il cantante da un lato insinua in maniera velata (ma anche abbastanza chiara) che la Swift non meriti le attenzioni che ha e dall’altro tira in ballo Kanye West senza un motivo apparente. Ora, al di là di quello che ciascuno di noi può pensare sul successo della Swift, che sia meritato o ingiusto, noi crediamo che vista la stima mostrata da Taylor nei confronti del suo gruppo Matt avrebbe potuto evitare questa uscita: un minimo di gratitudine verso chi apprezza il proprio lavoro andrebbe sempre conservata. Voi che ne pensate?