Testo canzone L’idea Sbagliata – Gue Pequeno

21 gennaio 2012
artisti:

Leggi il testo della canzone L'idea Sbagliata di Gue Pequeno

Leggi il testo della canzone L’idea Sbagliata di Gue Pequeno

Mhmh
Ok.Ok.
mh !

Gue Pequeno :
Se questi muri parlassero direbbero “bastardo”
per le passere che son passate
qua molti vorrebbero che passi
a ognuno sto nel cuore come un ventricolo
ma non è sola ne ho 31 come gli articolo
ecco
tu vuoi rubarmi l’orecchino se mi baci sull’orecchio
sono come un cecchino se ti miro faccio centro
sul letto a baldacchino dici rappo troppo schietto
mah non ti prendi il mio cuore sai, non puoi rubare al ladro
dici che sei diversa, non puoi mentire al bugiardo
adesso parli piano, dici che non è il caso
che è troppo presto, che noi manco ci conosciamo
che io sono un villano, ho più tipe di un sultano
ma poi mentre parliamo, qua me l’hai già preso in mano (ahah)
e c’hai paura che di te mi dai un idea sbagliata
ma come faccio se sti’idea non me l’hai ancora data
Fedez :
rit : Hai paura di darmi l’idea sbagliata
ma quell’idea tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data.
Hai paura di darmi l’idea sbagliata
ma quell’idea tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data. : rit

La Luce si spegne , Lei si veste
dalle finestre filtra intermittente
il leone azzurro e rosso delle insegne
la pelle bianche che fa da contrasto
si toglie i vestiti insieme a quel briciolo di dignità rimasto
e non stare insieme dai mettiamoci comodi
le tue labbra dicono no mai tuoi occhi dicono “scopami!”
mi stai dicendo che non sei come le altre,
praticamente quello che mi hanno detto tutte le altre,
ma le sante non sono troie, le troie non sono sante
e io non sono mai stato un cristiano praticante
Perdonami ti prego, perdonami anche se
io per te mi ammazzerei ma solo dopo di te
vai al centro commerciale, vai al centro benessere
al centro dell’attenzione e al centro del tuo malessere
è un rapporto sentimentale, è un rapporto senza valore come le monete essere
ti tratto per quella che sei non per quella che vorresti essere

rit : Hai paura di darmi l’idea sbagliata
ma quell’idea tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data.
Hai paura di darmi l’idea sbagliata
ma quell’idea tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data no,
tu non me l’hai ancora data. : rit

Vota la qualità di questo testo:
1 Speaker2 Speakers3 Speakers4 Speakers5 Speakers6 Speakers7 Speakers8 Speakers9 Speakers10 Speakers
7 voti registrati - media dei voti: 8,86 su 10)
Loading ... Loading ...