Testo canzone Quando Tutto Cade – Mondo Marcio

4 ottobre 2012
artisti:

Leggi il testo della canzone Quando Tutto Cade di Mondo Marcio

Leggi il testo della canzone Quando Tutto Cade di Mondo Marcio

Killacat (Rit.):
Io vivo ogni giorno in queste strade,
qua non c’è ritorno, qua non c’è pace
Pensi che niente al mondo ti potrà fermare,
finchè Dio ti porta il conto.
Noi saremo qui per sempre finchè tutto cade!

Mondo Marcio:
Già, chi se lo poteva aspettare da Sara,
l’orgoglio di sua madre e l’erba voglio di suo padre.
Questa è la storia di una ragazzina
finita a essere venduta come un manichino in vetrina.
Voleva uscire da casa sua così in fretta
e anche se non è venerdì 13 la sua è una casa maledetta.
Pensa che il suo corpo la può aiutare
e inizia a chiudersi in bagno coi suoi compagni di scuola in cambio della ricarica di un cellulare,
piccola non lo vedi che non ti sanno rispettare?
Cinque anni dopo nel bagno di un festino privato di un parlamentare,
trucco colato e rossetto sbavato, sembra una brutta maschera di carnevale.
Si guarda allo specchio e vede tutto ciò che non voleva diventare.
Chiedile pure “Quanto è dura stare al mondo?”
ti risponderà…

Killacat (Rit.):
Io vivo ogni giorno in queste strade,
qua non c’è ritorno, qua non c’è pace
Pensi che niente al mondo ti potrà fermare,
finchè Dio ti porta il conto.
Noi saremo qui per sempre finchè tutto cade!

Mondo Marcio:
A volte non ci accorgiamo di ciò che abbiamo
finchè non ce lo strappano dalle mani e lo rivogliamo.
Prendi Giovanni, Jimmy per i suoi compari,
figlio di gente onesta, cresciuto in casi popolari.
Vuole diventare come i suoi miti:
i rapper che vede su Deejay e MTV
ma sua mà fa le pulizie in quartiere
suo pà lavora in cantiere,
si propone a dei pusher per fargli da corriere.
Un mese dopo questo è il suo mestiere
Sette anni e gira con gente che è dentro e fuori dal carcere quasi ogni mese.
Non sa dove è Milano, ma sgama a occhio una panetta di Afghano da una di Libanese.
Dieci anni dopo è a fare una rapina con gente incontrata due minuti prima,
questa ora è la sua vita!
Tu puoi chiedergli: “Quanto è dura stare al mondo?”
ti risponderà…

Killacat (Rit.):
Io vivo ogni giorno in queste strade,
qua non c’è ritorno, qua non c’è pace
Pensi che niente al mondo ti potrà fermare,
finchè Dio ti porta il conto.
Noi saremo qui per sempre finchè tutto cade!

Mondo Marcio:
Irina è arrivata a Milano stamattina
e cammina come se aspettasse una benedizione da quella Madonnina
che a lei non la guarda.
Figlia di una terra bastarda, 25 anni e già è mamma.
Ha lasciato i suoi bambini nel suo Paese
per cercare fortuna da noi, o almeno coprire le spese.
Aveva un amico che le ha detto: “Vieni!
Ti sistemo io, ho la soluzione a tutti i tuoi problemi”
La soluzione si chiama Statale 17,
dove vende il suo culo, la sua bocca e le sue tette!
Non può andare alla polizia perchè dorme in manette
quindi è in strada a battere ogni notte dall’una alle sette!
Riesce a malapena a mandare i soldi a casa, ma niente foto:
Troppe bruciature di sigarette!
Io le ho chiesto: “Quanto è dura stare al mondo?”
mi ha risposto…

Killacat (Rit.):
Io vivo ogni giorno in queste strade,
qua non c’è ritorno, qua non c’è pace
Pensi che niente al mondo ti potrà fermare,
finchè Dio ti porta il conto.
Noi saremo qui per sempre finchè…
ogni giorno in queste strade,
qua non c’è ritorno, qua non c’è pace
Pensi che niente al mondo ti potrà fermare,
finchè Dio ti porta il conto.
Noi saremo qui per sempre finchè tutto cade!

Vota la qualità di questo testo:
1 Speaker2 Speakers3 Speakers4 Speakers5 Speakers6 Speakers7 Speakers8 Speakers9 Speakers10 Speakers
26 voti registrati - media dei voti: 8,00 su 10)
Loading...Loading...