Testo canzone Torino State Of Mind – Ensi

13 novembre 2012
artisti:

Leggi il testo della canzone Torino State Of Mind di Ensi

Leggi il testo della canzone Torino State Of Mind di Ensi

La città canta perchè è stanca e sotto pressione
la notte balla e s’alza con una nuova ossessione
ogni centimetro è una storia che va raccontata
ha un cuore tricolore, bianco nero e granata!

RIT:
Come ti muovi, come parli, come ti vesti
Che cosa bevi, cosa mangi, come la pensi
la sua gente, le sue strade, la tua città
è la tua seconda madre, la tua città!
[Zero-uno-uno è la mia città!]x4

Sono cresciuto qua, e se non fossi cresciuto qua, non avrei questa mentalità!
Se l’educazione la devo a mio padre e mia madre
il carattere lo devo a queste strade
quelle di un quartiere popolare, che non significa per forza crescere da criminale
mi ha dato questa faccia e questo modo di parlare
questa rabbia e questo accento mezzo meridionale
questo slang tagliato da periferia
sucio falcisti madama c’ha visti via
il savoir faire incazzato della gente mia
l’umore cupo grigio come il fumo della fiat
dalla borghesia più ricca in in corte a palazzo
agli immigrati clandestini di porta palazzo

RIT:
Come ti muovi, come parli, come ti vesti
Che cosa bevi, cosa mangi, come la pensi
la sua gente, le sue strade, la tua città
è la tua seconda madre, la tua città!
[Zero-uno-uno è la mia città!]x4

Sono un ragazzo della piazza lo sai frate
il flow ti mozza il fiato come la Gran Madre
quando di notte fa un perfetto show
le luci che si riflettono a specchio dentro il po
ha un cervello di meccanica e un cuore di cioccolato
il precariato in pratica è un dente cariato
Torino città magica, profondo rosso
girala al tramonto in macchina e ti si incolla addosso
non abbiamo il mare ma una spiaggia fra i palazzi
e che ci frega della Rambla abbiamo i Murazzi
conta i passi se fai la tapas con pastis
da Giancarlo fai le tappe non arrivi al The Beach
quartieri con più santi che nel calendario
Santa Rita, San Paolo, San Salvario
dove gli Agnelli mangiano come un leone
fra i santi in paradiso scelgo sempre San Simone!

RIT:
Come ti muovi, come parli, come ti vesti
Che cosa bevi, cosa mangi, come la pensi
la sua gente, le sue strade, la tua città
è la tua seconda madre, la tua città!
[Zero-uno-uno è la mia città!]x4

Torino prima capitale che si voglia o no
anche la prima capitale dell’Hip Hop
questo è un One Love, autentico!
Grazie a chi ha fatto la storia
io non dimentico
e non fidarti mai di chi è senza nemici
e non fidarti mai di chi è senza radici
questa la dedico a Black City, la gente mia
e alla saudagi che m’assale quando vado via!

La città canta perchè è stanca e sotto pressione,
la notte balla e s’alza con una nuova ossessione,
ogni centimetro è una storia che va raccontata,
ha un cuore tricolore, bianco, nero e granata!

RIT:
Come ti muovi, come parli, come ti vesti
Che cosa bevi, cosa mangi, come la pensi
la sua gente, le sue strade, la tua città
è la tua seconda madre, la tua città!
[Zero-uno-uno è la mia città!]x4

Per tutti i ragazzi dei quartieri, Torino, Black City, Augusta Taurinorum, vox pmp Ensi al microfono, dalle Vallette a Falchera a San Salvario a Mirafiori, Barriera, Santa Rita, San Paolo, Lingotto, Lucento, Vanchiglia, Parella, Alpignano, Grugliasco, Rivoli, Beinasco, Nichelino, ZERO-UNO-UNO YOU KNOW!

Vota la qualità di questo testo:
1 Speaker2 Speakers3 Speakers4 Speakers5 Speakers6 Speakers7 Speakers8 Speakers9 Speakers10 Speakers
9 voti registrati - media dei voti: 8,44 su 10)
Loading...Loading...
  • Ciao

    spettacolo