landscape-music-beyonce-nicki-minaj-tidal-concert-02-1

Torna a far parlare di sé il portale per l’ascolto di musica in streaming Tidal. La società di proprietà dell’MC americano Jay Z ha infatti annunciato in queste ore di aver organizzato un concerto benefico atto a raccogliere fondi per l’associazione Robin Hood Foundation, che come suggerisce il nome è attiva per aiutare i poveri che vivono nella zona in cui opera, ossia quella di New York. Il concerto si terrà il prossimo 15 ottobre al Barclays Center e prevede vari tipi di biglietti, in primis uno standard da 50 dollari ed un pacchetto VIP con annesso meet and greet da 100 mila dollari.

Un prezzo, quest’ultimo, elevatissimo, ma che trova giustificazione nella line up di artisti selezionati: sul palco si susseguiranno infatti performance di personalità quali Beyoncé, Nicki Minaj, Jay Z, Lauryn Hill e Lil Wayne, tutti pezzi grossissimi dell’R&B e dell’hip hop che sapranno sicuramente in grado di offrire uno show grandioso. Ovviamente, l’intero evento sarà disponibile in diretta streaming su Tidal per tutti gli iscritti, per i quali non sono tuttavia previsti sconti qualora decidessero di acquistare un biglietto e recarsi sul posto per assistere di persona a performance di artisti così importanti.

Questo annuncio è sicuramente qualcosa di positivo, tuttavia nel contempo voci di corridoio non altrettanto belle diffondono nuove ombre sul servizio, che già non brillava per quanto riguarda i suoi risultati commerciali (è stato definito da molti il primo fallimento di Jay Z nella sua carriera imprenditore). Stando a quanto riportato da HitsDailyDouble, dopo un primo anno di profitti disastrosi per Jay, Tidal potrebbe essere presto messo in vendita, liberando così l’artista dalle sue azioni di un progetto che finora non ha concluso alcun risultato positivo a livello finanziario.

Vedremo se questi rumors si riveleranno reali. Nel frattempo, qualcuno di voi guarderà in diretta l’evento previsto per il prossimo 15 ottobre?

  • MUSIC is the way.

    ma è tanto facile: cambiare regole di TIDAL e renderlo più simile a Spotify e Apple Music. qualcosa di gratuito e 9,99 e non 15 euro di iscrizione. Magari togliere i 2 tipi di abbonamento e rendere meno disastrose le esclusive (magari rilasciare la canzone su TIDAL il giovedì e poi il venerdì sugli altri portali, oppure venerdi su tidal e sabato dappertutto

    • Secondo me ormai è visto male, se lo metteranno solo i più sfegatati fan di Beyoncé e Jay-Z. Gli ascoltatori comuni di musica no, non se ne fregheranno nulla della presunta maggiore qualità.

  • Navy_Swift

    Ma il problema è: chi se lo compra?

  • GagaQueen

    Tidal è un fallimento ..