giphy-facebook_s

Ennesimo, importantissimo traguardo per ‘Til It Happens To You, che entra così di diritto nella storia musica! Il brano, tratto The Hunting Ground (documentario sugli stupri nei campus americani), è stato infatti candidato nella categoria “Miglior Musica e Testo originale” agli Emmy Awards 2016, che si terranno a Los Angeles il prossimo 18 settembre. Questa nomination vale a “Til It Happens To You” un primato in solitaria, in quanto mai nessun’altra canzone prima era riuscita ad ottenere, nel corso dello stesso anno, la candidatura ai Grammys, agli Oscar ed ora agli Emmys.

Un record non da poco che però in un certo senso lascerà con l’amaro in bocca la portavoce Lady Gaga, esclusa ufficialmente dalla nomination per via del regolamento degli Emmy Awards. Questa la spiegazione data da un rappresentante dell’evento riguardo l’esclusione di Miss Germanotta :

Per aver diritto alla candidatura è necessario aver contribuito al lavoro finale almeno al 20%. Diane e Gaga hanno calcolato che Diane ha fatto il 90%, quindi Gaga non è idonea alla candidatura e di conseguenza non compare assieme alla Warren nel modulo

In poche parole, nel caso in cui ‘Til It Happens To You dovesse accaparrarsi l’ambita statuetta il 18 settembre, Lady Gaga non potrebbe essere sul palco a ritirarla, dal momento che nel modulo di iscrizione compare solo il nome di Diane Warren. Una scottatura per la popstar che ci rimanda a tutta la polemica che nel gennaio scorso tirò fuori un’altra compositrice di lusso, Linda Perry, che accusò pubblicamente Lady Gaga di non meritare la nomination agli Oscar, perché a suo dire contribuì al pezzo in maniera misera, modificando una sola riga di quanto fatto dalla Warren. C’era dunque un fondo di verità nelle parole della Perry?

Grammys e Academy Awards non rendono pubbliche le percentuali valide per l’ammissione alla candidatura ma a questo punto va da sé che queste saranno come minimo inferiori al 20% degli Emmys. Piccola grande delusione per Lady Gaga, che comunque potrà tifare l’amica e collega Diane Warren, meritevole più che mai di questo ennesimo traguardo di una carriera coi fiocchi che la vede sempre, per ovvi motivi, “dietro le quinte”.

Cosa pensate di questa notizia? Gli Emmmys fanno bene a non considerare contributi inferiori al 20%?

  • Christopher John Francis Boone

    Come si possono calcolare percentuali del genere? Magari ha partecipato poco al testo, ma come ha detto Diano, alla fine la maggior parte del lavoro l’ha fatta la sua voce e la sua interpretazione. Si può dire che sarebbe stato lo stesso brano se fosse stato cantato da Britney Spears o da Kylie Minogue? E’ un brano che è grandioso perché chi lo canta ha vissuto quelle esperienze. Non sono un fan sfegatato, anzi (è anche la prima volta che sento la necessità di partecipare a questo forum, se ricordo bene), ma ho vissuto un’esperienza simile e posso dirvi che ogni volta che sento quel brano non posso che commuovermi. Commentare qui questa cosa non cambierà nulla, però per una volta mi fa piacere difendere una cantante che stimo molto, nonostante ami altri generi.

  • Diano Francesconì

    E’ stato detto più volte dalle dirette interessate (Lady Gaga e Diane Warren) quanto Gaga abbia collaborato alla canzone, soprattutto alla produzione.
    E’ stata candidata a Grammy e Oscars, non capisco perché dare per scontato che abbiano ragione gli Emmys.
    Comunque senza Gaga, che ha dato un’incredibile interpretazione vocale e ha fatto ottimi live, la canzone non sarebbe stata nominata a nulla.
    Non avrà scritto abbastanza? Pace, è solo grazie a lei che la traccia ha avuto questo record e questo impatto.

    • Rei

      Probabilmente per gli Oscar e i Grammy non conta se una persona ha contribuito al 10, 50 o 70 percento…
      Personalmente la trovo un po’ inutile come regola perché ogni contributo, anche se piccolo, può essere fondamentale per la riuscita di un progetto. Però se sono state la Warren e Gaga stesse a decidere queste percentuali, bon…

    • bionic_monster_Heather

      Personalmente a me non interessa tanto degli Emmys,insomma già Lady Gaga con la nomination ai Grammy e agli Oscar può ritenersi soddisfatta,inoltre c’è da considerare che questo brano sia stato molto importante per lei,ha avuto proprio una funzione di “purificazione” per lei,infatti,ha affermato più volte che cantando questo brano si è liberata da tutti i pesi dovuti allo stupro subito a 19 anni,quindi poco importa della nomination,l’importante è che abbia avuto un effetto liberatorio per lady gaga

    • Alita

      Non per contraddirti ma la canzone è stata nominata agli Oscar, ai Grammy e agli Emmy non perché Gaga ha fatto ottimi live ma perché è la colonna sonora del documentario, sarebbe stata nominata comunque anche senza Gaga.
      Non puoi decidere tu se gli Emmy hanno ragione o meno, esiste un regolamento ed è valido per tutti, la selezione agli Emmy non avviene per simpatie ma per effettivi meriti e richiede almeno il 20% di partecipazione, se Gaga non è stata accreditata è solo perché la sua partecipazione è il 10% ed è ovvio che se ai Grammy e agli Oscar è passata è perché la percentuale è sotto il 10%.
      La produzione del brano l’ha fatta Nile Rodgers ed ha anche raccontato come è avvenuto il processo creativo, è lui che ha arrangiato e prodotto il pezzo.

      • Diano Francesconì

        Ma io non ho mai detto il contrario di quello che hai detto tu. E’ ovvio che la canzone ha avuto nomination perché colonna sonora di un documentario, io ho solo detto che Gaga le ha dato visibilità. Senza questa visibilità non avrebbe probabilmente ricevuto le nomination.
        La cosa della percentuale è scritta nel’articolo: io semplicemente intendevo dire: perché pensare e accusare che Lady Gaga si sia comprata nomination agli Oscar quando magari gli Oscar hanno un regolamento differente dagli Emmy? Tutti a dire “Lady Gaga bla bla..”, lei ha detto chiaro e tondo quanto ha scritto nel testo. Agli Oscar è andato bene, agli Emmy no. Lei non ha fatto nulla di “illegale” o “falso”.
        Infine: la produzione è stata tutta riarrangiata da Lady Gaga che l’ha riscritta in forma tripartita con un amento sempre maggiore del ritmo. Parola di o Nile Rodger o Diane Warren

      • Alita

        La canzone non ha avuto alcun successo, solo nomination e non grazie a Gaga ma come colonna sonora del documentario.
        L’arrangiamento è stato fatto da Nail Rodgers, lui stesso lo ha detto: “So I rewrote the chart real quick and then Gaga figured it out and played it. And then I said “Well, how about we do this?” So, I wrote the chart and she played it. Diane Warren was awesome.”.
        Per quanto riguarda le percentuali nessuna sorpresa, se non hai scritto il testo e non hai composto la musica direi che il 10% è già troppo, se avessero inserito nei credit Neil Rodgers come avrebbero dovuto fare invece di scrivere che è stata prodotta da Lady Gaga la percentuale sarebbe finita a circa 1% o 2%.

      • Diano Francesconì

        Sul primo punto non hai capito. Lasciamo perdere.
        Sul secondo hai torto, o almeno va integrato con cosa ho già detto io.
        Sul terzo, da quel che fecero intendere, Lady Gaga aveva partecipato abbastanza alla composizione del brano in modo da essere considerata minimo al 10% partecipe. Lady Gaga infatti rielaborò la produzione.

      • Alita

        Ahah scusami ma a questo punto mi sento immarzullita, si faccia una domanda e si dia una risposta.
        Da quanto ho letto io nell’intervista di Nile Rodgers che ti ho riportato non mi è sembrato che la rielaborazione sia stata opera di Lady Gaga anzi sembrerebbe l’esatto contrario.
        Tranquillo per me va bene lo stesso.

  • bionic_monster_Heather

    Non me lo aspettavo…ricordo quando ci fu la polemica…alla fine aveva ragione Linda Perry…

  • Boh!

    Fanno bene sì, almeno loro sono trasparenti per quello che è possibile!

  • Miky

    Caspita ma allora aveva veramente ragione Linda Perry.. che sputtanamento! Peccato perchè LG ha molto talento anche come songwriter e non dovrebbe ricorrere a certi mezzucci per una candidatura in più, rischiando poi di fare certe fugure misere e da scorretta come in questo caso. I media poi non vedono l’ora di smascherare pubblicamente uno superfamoso appena fa un passo falso, quindi è anche stupido rischiare! Che le serva da lezione..

    • Boh!

      Vabbè, certe figure misere le ha già fatte girando con vestiti di carne e telefoni in testa. Non penso sia una novità per nessuno.

  • MicheleT

    Però io non capisco… Va bene che Gaga non avrà partecipato granché al testo e alla produzione ma l’immagine di Gaga e la sua interpretazione danno sicuramente risalto ad una canzone del genere… Secondo me doveva andare anche a lei la nomination.. a questo punto che senso ha avuto nominarla agli oscar e ai grammy e poi non agli emmy?