Tiziano conferma quale sarà il prossimo singolo. La scelta ricade sulla title track, nella versione acustica presente nella special edition dell’album

Durante l’intervista rilasciata a Radio Italia, Tiziano Ferro ha annunciato che il nuovo singolo che accompagna la ri-edizione de Il Mestiere della Vita (QUI per approfondire), sarà proprio la title track, nelle radio dalla prossima settimana.

 


Testo

Chiudi la porta quando esci
Qua dentro c’è troppo di te
Poi non voltarti aspetta ancora
E ti sorprenderai
Che i sogni da recuperare
Non puoi dividerli per due

Non è la vita che volevi
Perché la vita non è questa
Ridevo dei nostri difetti
Piangi perché non mi hai cambiato mai
Quella foto rimane la stessa
Sei solo tu che sei diversa

Se vuoi tornare ok, torna davvero
Perché se ritorni tu io ritornerò com’ero
E no non è la vita a toglierci le ali
Affidati alla cura dei ricordi e di chi ami
E tu lascia che sia il mestiere della vita
E tu lascialo andare

E fuggirò da questi sguardi
Perché non percepiscano
I dolori che ho taciuto
E che mi seppelliscono
Tu vai e ritrova il sorriso
Ti aspetto qui in ogni caso

Se vuoi tornare ok, torna davvero
Perché se ritorni tu io ritornerò com’ero
E no non è la vita a toglierci le ali
Affidati alla cura dei ricordi e di chi ami
E tu lascia che sia il mestiere della vita
E tu lascialo andare
Lascia che sia il mestiere della pace
Tu lascialo andare

Amore, mi oppongo
E a questo dolore rispondo
Cambia ancora, fai la guerra,
Riparti sdraiata da terra
La gente distratta non sa
Che l’amore ti ha tolto del tempo
Il tuo cuore disfatto lo sa
Che l’unica cura è il tempo

E poi tenta l’incompiuto, lo straordinario
Amore vivi in eccesso, cominciando adesso
Goditi il trionfo, crea il tuo miracolo
Cerca il vero amore, dietro ad ogni ostacolo

Se vuoi tornare ok, torna davvero
Perché se ritorni tu io ritornerò com’ero
E no non è la vita a toglierci le ali
Affidati alla cura dei ricordi e di chi ami
E tu lascia che sia il mestiere della vita
Tu lascialo andare
Lascia che sia il mestiere della pace
Tu lascialo andare

Chiudi la porta quando esci
Qua dentro c’è troppo di te