Traduzione testo El Aguante – Calle 13

6 settembre 2014

Traduzione El Aguante - Calle 13

Leggi la traduzione in italiano della canzone El Aguante di Calle 13

Siamo nati per resiste a quello che il corpo sostiene
resistiamo a quello che è venuto e resistiamo a quello che verrà.
Resistiamo e abbiamo i secondi contati,
il nostro corpo restiste impiccato fino a quindici minuti.
Resistiamo alle frustate, che ci tagliano le braccia,
alle fratture di qualsiasi osso, a tre settimane con un gesso.

Resistiamo sempre al desiderio di andare in bagno.
Per vedere la Cometa Halley dobbiamo resistere settanta anni.
Resistiamo alla scuola, alla facoltà, all’istituto.
All’ora di cenare, noi resistamo ai rutti.
Il popolo del Burundi continua resistendo alla carestia.
Resistiamo tre giorni per raggiungere la luna.

Resistiamo al freddo dell’Artico, al calore del Tropico,
resistiamo con gli anticorpi ai virus microscopici,
resistiamo alle tormente, agli uragani, al brutto tempo.
Resistiamo a Nagasaky, resistiamo ad Hiroshima
e non desideriamo, resistiamo alle nuove leggi,
resistiamo oggi che ci sono ancora re.
Puniamo l’umile e resistiamo al crudele,
resistiamo ad essere schiavi per il colore della nostra pelle.
Resistiamo al capitalismo, al comunismo, al socialismo, al feudalismo.
Resistiamo fino alla dipendenza.
Resistiamo al colpevole quando fa l’innocente.
Resistiamo ogni anno al nostro pu*… presidente

Per quello che è stato e per quello che potrebbe essere,
per quello che c’è, per quello che può mancare,
per quello che verrà e per questo istante
a brindare per la resistenza!

Per quello che è stato e per quello che potrebbe essere,
per quello che c’è, per quello che può mancare,
per quello che verrà e per questo istante
in alto il bicchiare e a brindare per la resistenza
a brindare per la resistenza!

Resistiamo a qualsiasi tipo di dolore anche se fa male.
Resistiamo a Pinochet, resistiamo a Videla,
a Franco, Mao, Rios Montt, Mugabe,
Hitler, Idi Amin, Stalin, Bush, Truman, Ariel
Sharon e Hussein.
Resistiamo a più di venti campi di concentrazione.
Quando si nuota sott’acqua, resistamo alla respirazione.
Per costruire una parete, resistiamo ai mattoni.
Colui che non fuma resiste all’odore di sigaretta.
Resistiamo al fatto che Monsanto infetta il nostro cibo.
Resistiamo all’agente arancione e ai pesticidi.

Quando navighiamo resistiamo alla marea.
Resistiamo al salario minimo e alla disoccupazione
Resistiamo alla Malvinas e all’invasione britannica.
Nella città di Pompei
resistiamo alla lava vulcanica e dentro la logica
della nostra umanità, noi crediamo alla menzogna
perchè nessuno resiste alla verità.

Per quello che è stato e per quello che potrebbe essere,
per quello che c’è, per quello che può mancare,
per quello che verrà e per questo istante
in alto il bicchiere e a brindare per la resistenza
a brindare per la resistenza!

Resistiamo all’ateo, al mormone, al cristiano
al buddista, al giudaico
resistiamo al pagano,
resistiamo a chi vende proiettili e a chi li spara.
Resistiamo alla morte di Lennon, a quella di Victor Jara
Resistiamo a molte guerre, a quella del Vietnam, alla Guerra Fredda
alla Guerra dei Cent’Anni, alla Guerra dei Sei Giorni

Per avere la rivincita, vendichiamoci
oggi il nostro fegato resiste a ciò che danno al bar!

Per quello che è stato e per quello che potrebbe essere,
per quello che c’è, per quello che può mancare,
per quello che verrà e per questo istante
a brindare per la resistenza!

Per quello che è stato e per quello che potrebbe essere,
per quello che c’è, per quello che può mancare,
per quello che verrà e per questo istante
in alto il bicchiare e a brindare per la resistenza
a brindare per la resistenza!

Grazie a Giulia per la traduzione

Testo El Aguante - Calle 13

Leggi il testo della canzone El Aguante di Calle 13

Nacimos para aguantar lo que el cuerpo sostiene
Aguantamos lo que vino y aguantamos lo que viene
Aguantamos aunque tengamos los segundos contados
Nuestro cuerpo aguanta hasta quince minutos ahorcado.
Aguantamos latigazos, que nos corten los dos brazos
Fracturas en cualquier hueso, tres semanas con un yeso.
Aguantamos todo el tiempo las ganas de ir al baño
Pa’ ver el cometa Halley, hay que aguantar 70 años.
Aguantamos la escuela, la facultad, el instituto
A la hora de cenar, nos aguantamos los erutos
El pueblo de Burundi sigue aguantando la hambruna
Aguantamos tres días para llegar a la luna.

Aguantamos el frío del ártico, el calor del trópico
Aguantamos con anticuerpos los virus microscópicos
Aguantamos las tormentas, huracanes, el mal clima
Aguantamos Nagasaki, aguantamos Hiroshima.
Aunque no queramos, aguantamos nuevas leyes
Aguantamos hoy por hoy que todavía existan reyes
Castigamos al humilde y aguantamos al cruel
Aguantamos ser esclavos por nuestro color de piel.
Aguantamos el capitalismo, el comunismo, el socialismo,
El feudalismo, aguantamos hasta el pendejismo.
Aguantamos al culpable cuando se hace el inocente
Aguantamos cada año a nuestro pu… presidente.

Por lo que fue y por lo que pudo ser
Por lo que hay, por lo que puede faltar
Por lo que venga y por este instante
¡a brindar por el aguante!

Aguantamos cualquier tipo de dolor aunque nos duela
Aguantamos Pinochet, aguantamos a Videla
Franco, Mao, Ríos Montt, Mugabe, Hitler, Idi Amin
Stalin, Bush, Truman, Ariel Sharón y Hussein.
Aguantamos mas de veinte campos de concentración
Cuando nadas bajo el agua aguantas la respiración
Pa’ construir una pared aguantamos los ladrillos
El que no fuma se aguanta el olor a cigarrillo
Aguantamos que Monsanto infecte nuestra comida
Aguantamos el agente naranja y los pesticidas
Cuando navegamos, aguantamos el mareo
Aguantamos el salario mínimo y el desempleo.
Aguantamos las Malvinas y la invasión británica
En la ciudad de Pompeya aguantamos lava volcánica
Y dentro de la lógica de nuestra humanidad
Nos creemos la mentira y nadie aguanta la verdad.

Por lo que fue y por lo que pudo ser
Por lo que hay, por lo que puede faltar
Por lo que venga y por este instante
¡a brindar por el aguante!

Aguantamos al ateo, al mormón, al cristiano
Al budista, al judío, aguantamos al pagano
Aguantamos el que vende balas y el que las dispara
Aguantamos la muerte de Lennon, la de Víctor Jara.
Aguantamos muchas guerras, Vietnam, la Guerra Fría
La Guerra de los 100 años, la Guerra de los 6 días.
Que aguanten la revancha, venimos al desquite
Hoy nuestro hígado aguanta lo que la barra invite.

Por lo que fue y por lo que pudo ser
Por lo que hay, por lo que puede faltar
Por lo que venga y por este instante
¡a brindar por el aguante!

Vota la qualità di questo testo:
1 Speaker2 Speakers3 Speakers4 Speakers5 Speakers6 Speakers7 Speakers8 Speakers9 Speakers10 Speakers
Ancora Nessuno Ha Votato
Loading...Loading...