usherascap1

ASCAP è l’acronimo di American Society of Composers, Authors and Publishers, un’associazione di circa 460.000 compositori, cantautori ed editori musicali di ogni genere di musica americana nonché organizzatori della 26esima edizione dei Rhythm & Soul Music Awards che si sono tenuti ieri sera a Los Angeles con la presenza di centinaia di cantautori, artisti e leader del settore musicale, in questo caso quello della blackmusic.

In quest’ultima edizione oltre ai classici premi è stato assegnato il prestigioso ASCAP Golden Note Award destinato agli artisti che hanno raggiunto straordinari traguardi in carriera come Sean “Diddy” Combs, Jermaine Dupri, Jimmy Jam & Terry Lewis, Jay-Z, Quincy Jones, Alicia Keys, LL Cool J, Lionel Richie, Pharrell Williams e Stevie Wonder.

Da ieri si aggiunge a questa lista Usher con la benedizione del presidente dell’ ASCAP, queste le sue parole:

“L’evoluzione musicale di Usher nel corso degli anni dimostra chiaramente la sua versatilità e la longevità come artista, performer e songwriter. Il mondo ha seguito la sua musica per quasi due decenni. Fortunatamente per  noi, dal suono del suo ultimo lavoro, è chiaro che continuerà ad andare avanti. Usher è il candidato perfetto per ricevere uno dei nostri massimi riconoscimenti l’ASCAP Golden Note Award.

 

La carriera di Usher inizia all’età di 14 anni quando viene scelto con “Call Me a Mack”  tra gli artisti della colonna sonora di Poetic Justice. Un anno dopo fa il suo debutto ufficiale con l’omonimo album “Usher”(1994) raggiungendo subito il disco d’oro, spianando così la strada al suo primo album multi-platino “My Way”(1997) mettendo in evidenzia non solo le sue capacità da cantautore ma anche da performer. Raggiunge per la prima volta le prime posizioni in classifica con i singoli “U Make Me Wanna” , “Nice & Slow” e “My Way” vendendo 6 milioni di copie solo in US. Si ripete con l’album successivo “8701” (2001) raggiungendo rapidamente non solo il multi-platino con quasi 5 milioni di copie vendute ma arrivano in quest’era i primi Grammy’s con “U Remind Me” e “U Don’t Have To Call”. Quando sembrava impossibile superarsi ecco che nel 2004 arriva l’album dei record “Confessions”, iniziando con un debutto superiore al milione di copie solo nella prima settimana arrivando fino al disco di Diamante per aver superato 10 milioni di copie vendute in America, 20 milioni venduti in tutto il mondo; quattro singoli consecutivi alla numero 1 ( “Yeah“, “Confessions Pt. 2“, “Burn” e “My Boo”) e una pioggia di riconoscimenti.

Ritorna dopo 4 anni con “Here I Stand”(2008) con un debutto vicino al mezzo milione di copie vendute, trainato all’ennesimo disco di Platino con il successo di “Love In This Club” mentre si appresta a diventare padre di due bambini. Non si ferma e due anni dopo pubblica “Raymond V Raymond”(2010), nuova numero uno e nuovo disco di platino con la hit mondiale “OMG” e vincitore di due Grammy nelle categorie Best Contemporary R&B Album e Best R&B Male Vocal Performance con “There Goes My Baby”, arrivando fino a  “Looking 4 Myself”(2012)  quarto album consecutivo alla numero 1 della Billboard 200 e con nuovi riconoscimenti tra cui l’ottavo Grammy vinto con “Climax”, da molti considerata la miglior canzone dell’anno!

Usher è uno dei best-selling artists nella storia della musica americana con più di 23 milioni di copie vendute solo in America e 65 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Nella classifica di fine decennio di Billboard Usher risulta essere l’artista con più numero 1 nella Hot100, il secondo artista di più successo dopo Eminem e l’artista che ha venduto di più con un solo album…Confessions!

usherascap2

Ad onorarlo ieri oltre alla mamma Jonetta Patton c’erano i più grandi leader del mondo musicale come LA Reid, Diddy, i produttori storici Jimmy Jam & Terry Lewis e Jermaine Dupri e nuovi amici come Kendrick Lamar  2 Chainz:

b845a1b4dfc411e2be8622000a9f192b_7

Onore ad una vera e propria leggenda dell’R&B!