Opinione e Discussione sulle performance dei VMAs 2016! Partecipate commentando

Tempo di bilanci dopo la notte dei VMAs, che senza ombra di dubbio sono risultati decisamente più interessanti rispetto alle due edizioni precedenti. Non poteva essere altrimenti con il palmares di performers che si é presentato sul palco quest’anno. Specialmente le dive dei nostri giorni hanno deciso di darsi una mossa ed intrattenere il pubblico. Nella stessa nottata di ieri infatti, dal Madison Square Garden si sono esibite Beyoncé, Britney Spears, Rihanna, Nicki Minaj, ed Ariana Grande.

14195466_1100350720000147_1294071532036073862_o

Inutile dire che questi nomi hanno catalizzato l’attenzione su un evento in profonda crisi di ascolti, ed hanno decisamente creato molte aspettative. C’è chi queste aspettative le ha superate abbondantemente, chi invece ha deluso, ed altre che semplicemente hanno fatto tutto con estrema leggerezza.

Personalmente é stato emozionante ritrovare dei nomi “forti” sul palco dei VMAs, tuttavia mi é mancata una vera esibizione “definitva”. Mi addentro un po’ nell’analisi di quello che é successo:

Beyoncé: ha superato Madonna, ed é ora lei la più premiata ai VMAs, ha praticamente massacrato nuovamente la concorrenza con il suo visual album “Lemonade”, accaparrandosi premi a destra e a manca! Questa supremazia si é tradotta anche in una esibizione di 15 minuti sul palco, in un medley di alcuni suoi brani del disco, tra cui anche il primo singolo “Formation”.
Oramai é noto che Beyoncé sia la migliore performer dei giorni nostri, vocalmente intoccabile dalla maggioranza delle altre popstar, ed assolutamente piena di risorse “anche finanziarie” per offrire dei tour e degli show all’altezza. Onestamente, sono convinto che sia stata lei la migliore sul palco durante questa edizione, con una sola pecca, non trascurabile per altro, la MUSICA.

Proprio così, il sound di Bey degli ultimi due album per conto mio non é davvero piacevole, o meglio, rimane troppo serioso ed elaborato, in modo tale da non valorizzare le sue enormi capacità vocali. Qualche anno fa con “Love On Top” aveva offerto un’esibizione più corta, tuttavia c’era forza, voce, e tanto tantissimo calore. Con questa faraonica esibizione di 15 minuti, piena di sound glaciali e pesanti, nel mio cuore non ho avvertito forte emozione, e la sensazione era di costante freddezza.

Il tutto si é tramutato in un auto-idolatrarsi che non ho mai ben capito, e del quale davvero non comprendo l’esigenza a questo punto della sua carriera, dove ha già ampiamente dimostrato la sua grande superiorità.

Promossa ovviamente, impeccabile come sempre, ma forse troppo, troppo perfetta, e automaticamente troppo poco umana.

La Pagella:

Scenografie: 4,5/5 – Coreografie: 4,5/5 – Voce 4,5/5 – Presenza Scenica 4,5/5 – Repertorio 3/5

Rihanna: ha praticamente avuto in mano tutta la serata, ed ha proposto la sua carriera musicale in toto. Questo é avvenuto con 4 performances ben distinte, tutte composte da medley di canzoni del suo repertorio collegate tra loro per tipologia e sonorità. Se da una parte abbiamo Beyoncé che notoriamente appare impeccabile a livello vocale, su Rihanna abbiamo sempre il medesimo problema: grande stile, grandi hit nel suo repertorio, e grandissima verve, ma una voce che non sempre risulta essere all’altezza della situazione.

Gli scivoloni sotto questo aspetto non sono mancati anche durante questa importante serata, ma MTV ha comunque deciso di dedicarle questa edizione e di assegnarle un premio davvero prestigioso, il Michael Jackson Vanguard Award. 

Rihanna che piaccia o no, é arrivata ad essere una delle più grandi popstar dei nostri giorni, e giustamente MTV ha voluto dare molto spazio alla barbadiana durante questo show. Potremmo definirla una sorta di colonizzazione della serata, con lo split delle sue performances.

A livello di tenuta del palco ci é sembrata piuttosto brava, non possiamo dire lo stesso per alcuni strazi vocali proposti, che perlomeno, sono stati fatti totalmente live, senza l’ausilio di pre-rec o playback.

La Pagella:

Scenografie: 4,5/5 – Coreografie: 3/5 – Voce 2,5/5 – Presenza Scenica 4.5/5 – Repertorio 4/5

Britney Spears: già comincio a leggere i commenti di qualcuno che la spara grossa dicendo che sono un “hater” della Spears, ma così non é, anzi, sono sempre stato affascinato dalla sua iconicità, e penso che la sua musica POP, soprattutto nei suoi primi album, sia ancora oggi un grande pezzo di storia per il genere popolare. Proprio per questo ho trovato piuttosto deludente il suo ritorno sul palco ai VMAs, già solo paragonandola ad altre esibizione, come l’indimenticabile Pitone di Slave, o il Bacio con Madonna. 

Britney si, si é mossa bene, ma non ha cantato dal vivo, ha sbagliato il lipsync, e soprattutto nella seconda parte della sua esibizione mi sembrava essere un semplice featuring del rapper G-Eazy. Ha fatto il minimo sforzo, proponendo solo un brano del suo album “Glory”, quando secondo noi poteva proporre qualcosa in più, magari una uptempo come “Do You Wanna Come Over?”.

Insomma, Britney deve fare i conti con il suo passato, e non può secondo me permettersi di proporsi ad un pubblico dei VMAs con un’esibizione piatta come quella che ci ha proposto. Sono rimasto deluso proprio perché le aspettative erano decisamente più alte, e avrei tanto voluto vederla splendere con qualcosa di davvero fuori dal comune ed originale, anche a livello scenografico.

La Pagella:

Scenografie: 3/5 – Coreografie: 4/5 – Voce 1/5 – Presenza Scenica 4/5 – Repertorio 2,5/5

Durante la serata secondo me anche Ariana Grande e Nicki Minaj hanno fatto il loro dovere, ovviamente hanno incarnato lo spirito dei VMAs, offrendo una performance leggera e non troppo impegnativa. La canzone “Side To Side” é pronta ad esplodere, infatti su iTunes si é già arrampicata molto velocemente.

Insomma, penso che tutti a questo punto abbiano potuto rivedere le esibizioni della serata, e possano essersi fatti un’idea. Vi invitiamo a partecipare alla discussioni e darci le vostre opinioni sulle performances proposte da queste grandi Popstars…

Chi é stata la migliore? Cosa vi é piaciuto e cosa no?