adele-grammy-acceptance_wide-4a2b3768fe799ae93583db407e0a0763a444d5da-s900-c85

Durante una sua recente intervista per il Daily Mail, Tony Visconti, storico produttore di David Bowie, con il quale ha lavorato per moltissimi successi, tra cui l’ultimo album Blackstar, ha riferito di non amare moltissimo lo stato attuale della musica pop.

Quando accendo la radio, quello che sto ascoltando sono solamente delle voci computerizzate, e questo accade per il 90% degli artisti che si sentono.

Un’accusa riferita non solo agli artisti che lasciano manipolare le proprie voci, ma anche al loro team di produttori che, appunto, modificano fin troppo le voci delle star, senza far sentire al pubblico come suonerebbe la vera voce dei propri idoli senza le pesanti modifiche apportate allo strumento vocale.

Inoltre, il producer ha riferito di essere incredulo a proposito della voce della diva britannica Adele, mettendo in dubbio le sue vere capacità.

Sappiamo tutti che Adele ha una gran voce, ma è anche discutibile se sia effettivamente la sua voce o se sia stata manipolata al computer dal suo team di produttori. Noi non lo sappiamo e mai lo scopriremo.

Durante la stessa intervista per il sito inglese, Visconti ha accennato qualcosa a proposito del nuovo talent “Guitar Star”, show al quale anche lui prenderà parte.

Il mondo della musica ha bisogno di virtuosi come Jimy Hendrix, Kurt Cobain e David Bowie. Il suono della musica pop è talmente perfetto che annoia, perché tutto è determinato. Oggi è il momento peggiore dell’industria musicale, ma “Guitar star” è indirizzato verso la giusta direzione.

Attaccare una come Adele, il personaggio femminile di spicco della music industry, è forse un modo subdolo per ottenere pubblicità per il proprio talent?

Una cosa è sicura, Adele nel corso degli anni ha dato prova anche in live delle sue incredibili doti, e parlando di voci modificate, francamente ci pare alquanto discutibile attaccare proprio lei, soprattutto nella situazione attuale!

Voi che ne pensate di queste dichiarazioni?

  • Personcina

    Penso che voglia solo farsi pubblicità citando Adele. E si sta rendendo anche ridicolo, visto che se c’è una cantante che suona dal vivo come in studio è proprio lei.
    Avesse preso un altro esempio, forse, il giochetto sarebbe riuscito.

  • Paul

    Che gran cavolata, poteva prendere mille esempi e va a prendere Adele? Le classiche persone che sono senza niente da fare di interessante (altrimenti visto che è tanto sopra le righe non farebbe un talent) e vanno a colpire per creare scoop chi è sulla cresta dell’onda…

  • Safaffa

    Perché si è arrivati a questo? La spiegazione è semplice: si fa sempre più uso di ciò che serve per attirare l’attenzione dell’orecchio dell’ascoltatore medio:
    – Le registrazioni sono ormai effettuate a 44100 Hz e 16 bit, dato che il mercato di distribuzione è quello digitale di iTunes e simili (mettiamoci anche la bassa qualità offerta da Spotify Free che comprime ulteriolmente l’audio);
    – Il “non audiofilo” ascolta la musica con casse da 30 € o con le cuffie dell’iPhone;
    – Software come ProTools sono diventati sempre più facili da utilizzare per rendere il suono perfetto;
    – Di musica in questi tempi ce n’è in abbondanza, il mercato discografico è diventato frenetico ma nonostante tutto è in forte crisi di vendite (con poche eccezioni).
    Cosa si fa allora? Ci si adatta e si arriva a cose come la “Loudness War”, all’autotune e al pitch correction. L’orecchio si abitua a tutto questo e gli standard qualitativi ne risentono.

    Tornando ad Adele, c’è un interessante intervista su Sound On Sound al mixer di “Rolling In The Deep” Tom Elmhirst che ne descrive la realizzazione e nella quale menziona i plugin e gli effetti (overdrive, echo, chorus…) usati nella traccia vocale della canzone. Visto tutto il lungo preambolo, non bisogna certo meravigliarsi se anche la sua voce è modificata!

  • Boh!

    Ahahahah ma chi non ha la voce modificata in studio di registrazione?
    Anche le voci migliori si fanno ritoccare qualche sfumatura dai produttori.
    Adele ha ampiamente dimostrato di saper benissimo il suo lavoro!
    Piuttosto sono altri che andrebbero nominati e sbugiardati alla luce del sole.

  • Gin

    Adele sa cantare e su questo non ci piove, lo dimostra ad ogni concerto. Poi è ovvio che quando si registra un disco si fanno diverse prove e ci si serve di mezzi per rendere la voce perfetta, ma questo lo fanno tutti. Penso che persino Bowie facesse lo stesso, non prendiamoci in giro.

  • Carlo13

    Ahahah

  • Yoncé (#R8)

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH, Allora deve sentire Selena Gomez, e lo dico da fan di Selena AHAHAHA

  • Thomas Barachini

    Bowie ha voglia di farsi pubblicitá e di farla quindi a Adele. Se uno la ascolta dal vivo (e lui dovrebbe farlo) si renderebbe conto che spesso canta solo chitarra e voce e canta divinamente. Posso capire altri cantanti ma lei proprio no eh

    • Emanuele Farmer

      Non è bowie a dirlo…dato che è tipo morto XD

      • Thomas Barachini

        Evidentemente so che é morto… Volevo dire “il produttore di…”.
        Come siamo pignoli… ahahaha

  • Fede

    Non mi risulta che chi va a vedere i concerti si lamenti..

  • Umberto Olivo

    ma per favore ahahhahahahahahahahahaha

  • bionic_littllemonster

    Ma ha Visto mai cantare live Adele??

  • Navy_Swift

    Se la voce di Adele è modificata quella di Britney Spears cosa sarebbe?