La fantasia degli artisti è davvero senza limiti e, a quanto pare, raggiunge vette altissime quando devono trovare le immagini per illustrare le copertine dei loro album musicali. Non sempre però gli artisti riescono a stupire grazie ad una cover perfetta e questo 2016, come non mai, è pieno di copertine che non sono riuscite a colpire i fan.

fotorcreated_copertine_2016Noi di RNBJUNK abbiamo deciso di stilare una lista che racchiuda quelle che secondo noi sono le 10 copertine più brutte dell’anno.

BRITNEY SPEARS – GLORY

Partiamo subito con Glory, nona fatica discografica di Britney Spears, considerata dai fan e dalla critica uno dei suoi migliori dischi. Quello che però non ha colpito nessuno è la copertina dell’album. A partire dal font, terribilmente banale e semplice, fino all’immagine, talmente poco nitida e sgranata da sembrare non focalizzata, la cover non è riuscita a convincere nessuno. Inoltre, si tratta di un fermo immagine del video del primo estratto dell’album, Make Me…, e non di uno scatto tratto da un photoshoot originale, cosa che non è per nulla piaciuta ai fan. All’interno del booklet si possono trovate altre poche immagini che, nonostante siano sempre tratte dal primo visual dell’era, sarebbero state delle immagini di copertina migliori, a partire da quella nel retro dell’album.

britney-spears-glory-2016-2480x2480TOVE LO – LADY WOOD

Per celebrare il suo ultimo lavoro la cantante svedese Tove Lo ha provato a fare l’alternativa smerciando una parte molto intima e privata del suo corpo, la sua f*ga, simbolo tra l’altro di tutta la sua nuova era discografica. In copertina infatti la star è stata fotografa dall’ombelico in giù con indosso solamente un paio di shorts in jeans abbassati. La foto in sè sarebbe stata molto bella, perfettamente scattata e nitida se avesse raffigurato anche il viso dell’artista.

tove-lo-lady-wood-2016-2480x2480-bbbfbbcd-eb1c-46c8-9c4e-d3ba5c297018USHER – HARD II LOVE

Per la copertina del suo nuovo album, Usher ha deciso di cambiare le carte in tavola decidendo di non mettere nella cover lui stesso, come ha sempre fatto per i precedenti lavori, ma una sua statua, se così si può chiamare. L’idea di fondo è tanto bella quanto originale, peccato che il risultato finale sia qualcosa che nessuno si aspettava, in negativo però. A far da protagonista è statua marmorea che rappresenta il volto di Usher deformato da alcuni tagli profondi e cicatrici che ben non si come siano finite lì.

usher-hard-2-loveELISA – ON

Per quanto riguarda l’ambito musicale italiano, una delle cantanti che più si è distinta per aver creato una copertina di cattivo gusto è Elisa. Anche lei come Usher ha deciso di cambiare, mettendo in copertina un…gattino. Un risultato veramente ridicolo per un’artista del suo calibro, il tutto peggiorato da una scelta pessima di colori, che vanno a sfumare dal viola all’arancio, combinazione fin troppo banale che tutti possono creare con un semplice programma preinstallato nel proprio pc. In poche parole si tratta di una scelta molto pop e poco Elisa. Incomprensibile.

elisa-on-cover-bassaFIFTH HARMONY – 7/27

Le Fifth Harmony con il loro primo disco erano riuscite a creare una copertina a dir poco eccezionale, che esaltava la sia la loro sensualità che la loro eleganza. Con 7/27 le 5H hanno tentato di riprodurre quanto realizzato per il precedente album, fallendo miseramente. Il problema principale è lo scatto: il gioco luce ombra è davvero terribile e non esalta quello che doveva essere al centro, cioè le componenti del gruppo. Infatti Lauren è stata parecchio penalizzata dal sole e, nello scatto finale, il suo volto è coperto dalla sua stessa mano. Inoltre ciò che colpisce negativamente sono i vestiti, troppo eleganti e troppo diversi tra di loro, e il loro effetto con la luce solare e artificiale.

d67bc1_94bf3c4889b242bdbe306d567a9473e6-mv2_d_1500_1500_s_2LAURA PAUSINI – LAURA XMAS

Ritornando in Italia anche una delle artiste più acclamate in Italia e all’estero ha creato un disco di un certo livello per quanto riguarda il contenuto che però è caduto in basso con la scelta della copertina. Una cover senz’altro adatta al periodo natalizio ma che però non riesce a rispecchiare la vera essenza del Natale. Non basta vestirsi di rosso e scegliere una location invernale per fare un ottimo lavoro. La parola chiave delle copertine degli album natalizi è spontaneità, aspetto che non vediamo per nulla sia nel volto che nella posa della Pausini.

cover-laura-xmasKYLIE MINOGUE – KYLIE CHRISTMAS: SNOW QUEEN EDITION

Rimanendo in ambito natalizio, anche la riedizione dell’album di Natale di Kylie Minogue ha deluso le aspettative, soprattutto dopo la creazione di una copertina di tutto rispetto lo scorso anno. La star australiana è passata da essere Babbo Natale ad un “elfo” fin troppo sensuale. I colori scelti, escludendo il verde, sono poco natalizi. Lo sfondo bianco e gli inserti “futuristici” potevano essere adatti ad un altro disco, non di certo ad uno contenente cover di pezzi prettamente natalizi. Del Natale c’è veramente poco, per non dire nulla.

kylie-minogue-kylie-christmas-snow-white-edition-2016-2480x2480-1024x1024ARIANA GRANDE – DANGEROUS WOMAN

Una dangerous woman con le orecchie da coniglio in lattex? A quanto pare è proprio questa l’idea che Ariana Grande ha di una donna pericolosa. Oltre all’outfit, per la copertina del suo ultimo disco, la Grande ha optato per delle pose fin troppo banali e basiche: di fronte per l’edizione standard, in tre quarti per quella deluxe e davanti ad uno specchio per la versione giapponese. Inoltre, l’elemento che ha peggiorato la situazione è stato il filtro in bianco e nero che non mette in vista la bellezza del volto della star americana.

ariana-grande-dangerous-woman-deluxe-2016KANYE WEST – LIFE OF PABLO

Quella che doveva essere la copertina più alternativa dell’anno si è rivelata la più banale di sempre. Le stesse scritte ripetute inutilmente fin troppe volte e due immagini, tra l’altro ridicole, messe a caso per riempire il vuoto. Anche la scelta di colori, nero e arancio, è fin troppo banale. Da un album dallo spessore come quello di Life Of Pablo ci aspettavamo ben altro, magari qualcosa di più spinto e volgare, adatto al contenuto del disco.

2016%2f45273E secondo voi qual è la copertina peggiore del 2016?

 

  • Vitto

    Quella di Kanye West la peggiore copertina in assoluto, poi brutte anche quelle di Elisa, Laura Pausini e Usher. Per le fifth Harmony di certo non bellissima ma neanche bruttissima. Stessa cosa per Glory. Mi ha deluso molto Ariana con Dangerous Woman, non puoi basare un’intera discografia su delle orecchie da coniglio che non c’entrano niente con il concetto dell’album.

  • Yoncé (#CrazyKids)

    Volevo votare Glory, ma oggettivamente quella di Kanye West è moolto più sgradevole alla vista… Comunque quelle di Ariana, 5H, Kylie e Tove non sono brutte…

  • Alex

    Io mi porto già avanti e voto la copertina di Nelly Furtado!
    #triplorrore

  • MUSIC is the way.

    quella della pau non mi sembra tanto brutta…

  • Breezy

    Indubbiamente la più brutta è quella di kanye west, fatta veramente male da ogni punto di vista…
    Deludentissima è stata quella di Elisa. Ammetto che le sue copertine non sono mai state belle, ma questa dà una immagine completamente sbagliata e commerciale di lei (e nonostante la gente creda che con questo disco Elisa si sia venduta e commercializzata, io lo trovo magnifico e di qualità).
    Ma generalmente non è che siano brutte, solo che si vede palesemente che è stato dedicato pochissimo tempo per farle… E questo è sbagliato dal momento che uno quando ascolta gli album ha proiettata nella mente proprio la copertina, e questa poi inevitabilmente va a influire in parte sull’apprezzamento delle canzoni.

    • Travis

      Quella di Pearl days mi è sempre piaciuta invece. Non si può paragonare con quella di On.

      • Breezy

        A me anche quella non è che piaccia molto… Forse l’unica che posso salvare è quella di steppin o water, che però è una raccolta