Il terzo album di Wale ha buon materiale, che però è stato promosso piuttosto male. Dopo lo straordinario successo di “Bad” con Tiara Thomas, certificato Oro negli Stati Uniti, il secondo singolo “LoveHate Thing” con Sam Drew non è andato oltre la 30esima posizione nella classifica dei singoli “R&B / Hip-Hop”. Wale e i capoccioni della Maybach hanno puntato, quindi, sul remix di “Bad” con Rihanna, che si è presto rivelato un contentino poco soddisfacente. Dopo 3 mesi di attesa, è stato pubblicato il video di “Clappers” con Nikci Minaj e Juicy J. Non è stato scelto come singolo ma nulla di davvero esaltante nel video che potesse spingere le vendite.

wale-golden-salvation

Adesso Wale pubblica il video per la “Golden salvation”, brano prodotto da Lee Major (possiamo ricordarlo per “One” di Fat Joe e Akon più qualche produzione per Rick Ross, Jay Z e Ace Hood). La canzone è singolare per la particolare prospettiva adottata per raccontare la canzone. A rappare, infatti, è proprio Gesù, che racconta  quanto sia deluso dai rapper. Questi sono accusati di avere un “Jesus piece” (la tipica collana dei rapper), ma non mostrano vero rispetto per Lui o la religione, sottolineando nel ritornello “Jesus piece, Jesus piece, Jesus piece, ma nessuno vuole parlare della pace di Gesù“. L’ironia della mancanza di rispetto dei rapper (proprio loro che parlano così tanto di rispetto!) e tutto il tono del testo rendono questa canzone assolutamente piacevole.

Il video della canzone viene accompagnato da questo tweet: “Il messaggio del video è chiaro come il sole. E’ stato rilasciato affinchè i “fan” si occupino della musica creativa, questo dovrebbe cambiare gli ascoltatori.. Ma viviamo in tempi in cui la gente ha ascolti selettivi.” Anche qui abbiamo la prospettiva di Gesù dalla collana appesa al collo di un rapper. Divertitevi per i prossimi 4 minuti!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here