zara

Ancora un’altra popstar si inserisce tra i detrattori del nuovo presidente degli USA Donald Trump! Come ormai sappiamo, le elezioni presidenziali americane tenutesi nella giornata di martedì, che hanno visto un completo ribaltamento di sondaggi e statistiche a favore di Hillary Clinton, hanno avuto un esito che quasi nessuno si aspettava: la vittoria dell’imprenditore newyorkese Donald Trump, candidato dello schieramento repubblicano. Il mondo del Pop, visto il risultato inatteso, ha avuto delle reazioni molto diverse alla notizia: tra Lady Gaga in lacrime, Katy Perry e Madonna combattive, Ariana Grande terrorizzata e tanti altri artisti scioccati e disgustati il musicbiz non si è riservato di esprimere la sua opinione (puoi scoprirle QUI e QUI).

In alcuni casi, però, i commenti all’elezione di Trump sono stati espressi con parole molto forti: se Azealia Banks ha accolto con entusiasmo l’esito delle presidenziali insultando l’avversaria e le sue sostenitrici Katy Perry e Lady Gaga (leggi QUI le sue dichiarazioni di fuoco), la popolarissima cantante Zara Larsson, fresca del successo del brano This One’s for You, si è dichiarata pienamente contraria ai risultati usando una frase molto diretta e tagliente contro gli elettori di Trump.

Infatti, la popstar svedese, citando su Twitter un’immagine dedicata alle preferenze elettorali degli statunitensi dai 18 ai 25 anni (nettamente a favore di Hillary Clinton in quasi tutti gli Stati), ha scritto in un post sul suo profilo:

“Possono già morire i vecchi? Dannazione”.

Dopo alcune ore, inoltre, Zara ha ritwittato un altro post che dichiarava:

“Se supportate Trump, vi guardo in modo diverso, e non mi dispiace farlo. Vi vanno bene il razzismo, lo stupro, il sessismo e l’odio, a me per niente”.

Vi lasciamo ora ai tweet di Zara Larsson.

https://twitter.com/zaralarsson/status/796348424778039296

https://twitter.com/zaralarsson/status/796349325756469248

Parole molto forti sono piovute da Zara, forse anche troppo. Per quanto possiamo condividere lo shock e la rabbia di un esito così inatteso, scagliarsi completamente contro una fascia d’età è a dir poco scorretto, considerando non soltanto che i sostenitori della Clinton non saranno completamente mancati tra gli elettori più anziani, ma che dichiarazioni di questo tipo possono a volte risultare un’arma a doppio taglio per la propria carriera e per la propria immagine di popstar: essere troppo estremi e diretti a volte può essere un aiuto, ma può anche giocare dei brutti scherzi.

Cosa ne pensate? Zara ha torto o ha ragione a parlare così?