zara-live

In questo periodo, la cantante svedese Zara Larsson sta vivendo un periodo veramente importante per la sua carriera. Dopo due hit mondiali, “Lush Life” e “Never Forget You”, l’interprete è prossima a rilasciare il suo album di debutto internazionale, dal quale è stato da poco estratto il terzo singolo ufficiale, “Ain’t My Fault” (QUI per ascoltarlo).

Spinta dal successo conquistato in tutto il mondo, Zara è stata invitata in più e più festival famosi a livello internazionale, tra cui il V Festival, che ha visto sul palco star del calibro di Justin Bieber e Jojo. Ultima in ordine cronologica la sua apparizione al NDR 2 Soundcheck, ossia una serie di concerti organizzati da una delle radio di maggior successo in Germania.

Il concerto, caricato su un canale Youtube specializzato sulla musica svedese, dura ben 40 minuti, nei quali la giovane svedese ha alternato esibizioni e momenti di pausa nei quali ha interagito con il pubblico presento. Ecco la scaletta del concerto, nel quale sono state performate ben 3 nuove canzoni inedite, contrassegnate dall’asterisco.

  1. Never Forget You
  2. Bad Boys
  3. Wanna *
  4. Permission *
  5. Missisipi *
  6. Can’t Hold Back
  7. She’s Not Me
  8. Girls Like
  9. This One’s For You
  10. Ain’t My Fault

Come si può vedere, Zara ha deciso di cantare sia brani provenienti dal suo primo album, 1, rilasciato solo nel territorio scandinavo, che singoli che comporranno la tracklist del suo nuovo disco (QUI per tutti i dettagli). Presenti nella scaletta anche “Girls Like” e “This One’s For You”, tracce nelle quali l’interprete appare solo come feauturing artist

In realtà, l’intero concerto dura più di 1 ora. In tutti i video caricati sono stati quindi esclusi ben 20 minuti di esibizione, nei quali si sa per certo che abbia performato “Lush Life” e l’inedito “Funeral”.

Ecco il video della performance:

Zara si conferma una vera e propria leonessa capace di incantare il pubblico solamente con il potentissimo strumento vocale senza l’aiuto di imponenti scenografia o coreografie mozzafiato, comunque presenti ma ridotte al minimo, a causa dello spazio limitato sul palco, occupato da gran parte della band.

Molto buona quindi l’interpretazione vocale della cantante svedese che si dimostra ancora una volta una delle migliori artiste esordienti. Particolarmente buone le prime 4 esibizioni, ossia quelle di “Never Forget You”, “Bad Boys”, “Wanna” e “Permission”, nelle quali Zara è riuscita a bilanciare perfettamente l’aspetto vocale a quello visivo. Spettacolare invece la performance di “She’s Not Me”, ballad estratta dal suo primo disco, nella quale la giovane è riuscita a stregare tutto il pubblico stando ferma immobile sul palco, un esibizione memorabile, una delle sue migliori.

Nonostante abbiamo apprezzato ogni singola performance, non ci ha completamente convinto la successione dei pezzi. Per fare un esempio, avremmo preferito che i tre inediti non fossero uno dopo l’altro, ma magari alternati con tracce che già conosciamo. Inoltre, “She’s Not Me” l’avremmo preferita vicino ad altri brani, magari dopo (o prima) “Lush Life” e non tra un momento coreografico molto movimentato e il mashup “Girls Like/This One’s For You”, due up tempo molto potenti che non si sposano per niente bene con una ballad piano voce.

Grazie a questo concerto, siamo ancora più certi che la svedese non meriti di finire nel dimenticatoio come altre artiste esordienti che hanno avuto i propri “5 minuti di fama”. Zara è assulamente degna di un posto nell’Olimpo della musica pop visto che è a tutti gli effetti un misto ben riuscito tra energia e voce.

Voi che ne pensate di questo concerto?

  • Marco C.

    Spero sicuramente che riesca a reggere nell’olimpo del pop, magari tirando fuori l’album…