Nonostante sia passato più di un anno e mezzo dal suo abbandono dagli One Direction, Zayn Malik continua a parlare dei suoi ex colleghi, dichiarando in continuazione di aver fatto la scelta giusta nell’abbandonare il gruppo.

zayn-vs-1d

Ora, a detta sua, il cantante anglo pakistano è libero di essere chi vuole veramente essere, cosa che, con i suoi ex colleghi, non succedeva, visto che si sentiva parecchio limitato. E’ questo che Zayn ha scritto nella sua prima autobiografia ufficiale “ZAYN”, un’opera ufficiale in uscita nelle libreria dei paesi anglofoni il primo novembre.

Il performer è attualmente felice del suo lavoro da solista ed è contento di poter parlare tranquillamente di sesso nei suoi testi, visto che con i One Direction non poteva farlo.

Ogni testo che scrivo ha una storia alle spalle. Adesso mi sento sulla giusta strada, ne è valsa la pena lavorare duro per “Pillow Talk” e per l’album che è uscito da poco. Sono stato anche in grado di cantare e scrivere su un argomento come il sesso, prima con i One Direction non potevo farlo, ero parecchio limitato con loro, visto che non potevo parlare di storie vere e personali.

A noi sembra strano come, a distanza di un album e tre singoli da solista e altri tre da feautured artist, Zayn sparli ancora degli One Direction, considerando che è a loro che deve il suo attuale status di celebità. Anche se non si può parlare di un abbandono vero e proprio, Niall Horan, che da poco ha rilasciato il suo primo singolo da solista (QUI per ascoltare “This Town”), non si è mai permesso di parlare male degli altri colleghi, come anche Harry Styles e gli altri ex componenti, che hanno approfittato della pausa per costruirsi una vita.

Una domanda sorge spontanea: perchè solo Zayn ha qualcosa da dire contro tutto quello fatto dalla boyband? Sarà vero quello che racconta oppure il suo è solamente un modo di promuovere i suoi progetti? Ma soprattutto: sarà stata davvero una scelta saggia sputare nel piatto in cui ha mangiato? Visti i risultati ottenuti dopo il successo di PillowTalk sembrerebbe proprio di no.