Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

10 canzoni che parlano di Fi*a!

0 3.173

Attenzione – Linguaggio e Testi Espliciti VM 18 e sensibili

Può suonare davvero volgare come post di canzoni tematiche, eppure l’altro giorno mentre stavo in palestra è passata nel mio lettore mp3 “Cookie”, una delle canzoni più recenti di R.Kelly, un vero maestro per quanto riguarda testi espliciti e sexy jam senza peli sulla lingua!

Da qua è nata l’idea di raccogliere un po’ di brani che parlano senza troppi giri di parole di vagina, più volgarmente chiamata figa, in inglese “pussy”, e tutto ciò che le ruota intorno.

canzoni-figa

R.Kelly – Cookie

Produzione e sound splendidi, “Cookie” è una delle ultime sexyjam proposte da R.Kelly, che durante la sua carriera non si è mai lasciato scappare l’occasione per buttare giù dei testi davvero volgari ed espliciti. Anche in questo caso Kellz ha mostrato tutta la sua genialità perversa e maestria, associando la Vagina ad un biscotto Oreo

“Mmmmm Like an Oreo
I love to lick the middle like an Oreo (yup turn up)
Oreo, Oreo, like an Oreo
I wanna bite it, and get inside it til I get you gone
Mmmmm like an oreo
I love to lick the middle like an oreo (yup turn up)
Oreo,oreo like an oreo
I wanna bite it and get inside it till i get you gone”

Davvero un assetato….

Lil’ Kim – How Many Licks?

Facciamo un salto nel passato, ed in questa scivolosa classifica non possiamo dimenticare una delle leggende della musica HipHop in Rosa, che ha fatto della volgarità nelle sue rime un segno distintivo.

Stiamo ovviamente parlando di Lil’Kim, che proprio con questa “How Many Licks?” aveva portato in scena una canzone rap che decantava tutte le doti sessuali dei suoi amanti, e paradossalmente era un vero e proprio inno femminista, facendo passare i suoi amanti come veri e propri oggetti utili al piacere femminile.

“And Tony he was Italian (Uh-huh)
And he didn’t give a fuck (Uh-huh)
That’s what I liked about him
He ate my pussy from dark till the mornin
Called his girl up and told her we was bonin
Puerto Rican papi, used to be a Deacon
But now he be sucking me off on the weekend
And this black dude I called King Kong
He had a big ass dick and a hurricane tongue”

Che dite Kimberly si divertiva in quel periodo?


Khia – My Neck, My Back

C’è chi nel mondo del rap ha avuto una carriera da meteora proprio per una canzone che parla di sesso orale e di genitale femminile. Si tratta di Khia, che ha firmato un vero e proprio tormentone da dancefloor HipHop, suonato ancora oggi, si tratta di “My Neck, My Back”.

Il ritornello non lascia scampo, Khia ovviamente si è ispirata a Kimmy, che aveva già affrontato il tema in precedenza. Per quanto possa sembrare volgare il testo, l’hook della canzone vi rimane in testa, e vi ritroverete a cantare “leccami la f…” tutto il giorno, pure se siete uomini… LOL

https://www.youtube.com/watch?v=rDJu7r6OUvk

“My Neck, my back
Lick my pussy and my crack”

Lloyd – Dedication To My Ex

L’avete certamente già sentita questa canzone di Lloyd, che dalle nostre parti ha anche avuto un discreto successo. Sappiate che c’è anche chi ci rimane male quando viene a scoprire che la sua fi*a preferita ha preso il volo… questo è il caso del giovane cantante R&B di Atlanta, che insieme ad Andre 3000 ha firmato questo brano davvero assurdo per quanto riguarda il testo.

Ecco l’inno del pene deluso per la dipartita della sua pussy…

“It’s such a shame cause now the pussy’s changed
(Pussy changed)
She used to squeeze me
Grip me tight so she could please me
But now-now, that pussy changed”

Chissà se Lloyd avrà trovato una valida sostituta!

Mariah Carey – Bliss

Sebbene la sua immagine sia sempre stata da femme fatale, Mariah Carey non ha avuto nella sua carriera molte baby making song! Eppure scartoffiando nella sua discografia possiamo trovare anche un piccolo accenno alla sua patata nel brano “Bliss”, dove senza vergogna tra un acuto e l’altro, ci dice:

“Take it down low – Make me get high”

Per la serie: uomo, lavora, vai sotto di testa, dacci dentro, e fammi andare… in alto… ! Avrà spaccato i vetri con sto malcapitato!

SWV – Downtown

Oh, scovando nella rete, riesco a trovare dei brani che avevo davvero rimosso. Le SWV era uno gruppo femminile R&B di discreto successo, antecedenti alle Destiny’s Child e le TLC! Tra i loro brani c’è anche una certa “Downtown”, ed anche qua le ragazze parlano della loro sessualità, in maniera piuttosto delicata (o forse no?)

You gotta go downtown
That’s the way to my love
Take it round and round
Oooh, you can’t stop ’til you find my love
Go downtown, To taste the sweetness
Will be enough
That’s the love that you’ve been dreaming of

In pratica per conquistare queste scanzonate ragazze nel 1993 bisognava andare “downtown”, ossia in basso, per venire ricompensati con tanta dolcezza!

Trina feat. Ludacris – B R Right

Fu il vero primo successo della rapper Trina, la southern queen era accompagnata da Ludacris nel brano “B R Right”. E poi Trina durante tutta la sua carriera ha fatto dei testi zozzi un suo segno distintivo, superando anche Lil’Kim, che a confronto pare na verginella.
La track ha un beat davvero fiko, e Ludacris pure lui non si è mai tirato indietro quando si trattava di robe esplicite…

“Voglio il mio culo sculacciato, (gambe larghe), davanti e dietro, (da parte a parte), fika bagnata, (slitta e scivola), si tutto andrà bene”

Ci pare abbastanza per essere inclusa in questa dirty selection!

[Trina:] I want my ass smacked
[Ludacris:] legs wide
[T:] front back
[L:] side to side
[T:] pussy wet
[L:] slip n slide
[L:] Yep, everything gon’ be alright

Madonna – Where Life Begins

Regina del Pop, non poteva mancare in questa speciale classifica! Uno dei suoi album più contestati è stato “Erotica”, al suo interno troviamo anche la traccia numero 5 intitolata “Where Life Begins”, “Dove Inizia la Vita”… ed indovinate la nostra Madge zozzona di cosa parla? Indovinato, di patata! Ma non solo descrive nel dettaglio gli approcci e l’oggetto:

So won’t you go down where it’s warm inside
Go down where I cannot hide
Go down where all life begins
Go down that’s where my love is

ma suggerisce anche atti saffici alle sue fans…

Every girl should experience eating out/Sometimes when I come home from a hard day at work/I swear it’s all I can think about.

Ha passato la vita a provocare, ed in quegli anni aveva raggiunto vette molto alte in fatto di provocazione…

Janet Jackson – Any Time, Any Place

Non è mai stata da meno nemmeno la collega ed antagonista di Madonna, Janet Jackson, che con il suo album “Janet” aveva firmato una vera e propria dichiarazione di emancipazione. “Any Time, Any Place” fu anche selezionato come singolo, e rimane uno dei classici Jacksoniani più sensuali ed erotici…

“I can feel your hand moving up my thighs/Skirt around my waist/Wall against my face/I can feel your lips.”

Ai tempi ancora molto delicata, dopo questa emancipazione la Janet divenne in poco tempo una delle più grandi interprete di baby making songs… tutte ovviamente incentrate sul sesso.

Kelly Rowland – Kisses Down Low

Ma chi l’ha detto che le assetate erano solo le Dive del passato? Il più grande successo da solista di Kelly Rowland negli Stati Uniti ha solo qualche anno, si chiama “Motivation”, ed è in assoluto una delle canzoni R&B sexy di maggior successo degli ultimi anni.

Ma noi vogliamo parlare del primo singolo del suo disco successivo, “Kisses Down Low”, che dietro ad un sound sbarazzino ed un video coloratissimo nasconde un testo tagliente che lascia poco all’immaginazione… un vero anthem che invita a dare dei dolcissimi baci alla patata di Kelly…

“I like, I like, I like my kisses down low
Makes me arch my back
When you give it to me slow
Baby just like that”

Chiudo qua questo post assurdo e faticoso! Na gran fatica da gay convinto andare a scovare tutti questi brani sulla zia, ma spero che il viaggio vi abbia fatto sorridere e divertire…

Avete in mente altre canzoni che parlano di questo scivoloso argomento? Quale di queste 10 preferite?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.