Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

15 motivi per cui Tidal potrebbe floppare

0 2.746

Tidal-1200-80

Vorrei porre alla vostra attenzione la traduzione di questo interessante articolo trovato in rete, che mette in luce una serie di motivi per i quali la piattaforma Tidal non riuscirà mai a soppiantare Spotify.

Già da qualche ora sono state pubblicate una serie di anteprime sulla piattaforma, e vi posso assicurare che non è il massimo per noi che gestiamo un portale dedicato alla musica , non potendo allegare negli articoli il materiale da recensire, perlomeno attraverso i canali ufficiali.

Ecco i 15 motivi per cui Tidal di Jay Z potrebbe floppare:

15) Non c’è niente che non vada in Spotify.

2759807875_4bf633003b_o

Per quanto riguarda lo streaming on demand, Spotify sembra funzionare perfettamente. Con rare eccezioni, non manca quasi nulla dalla piattaforma, che è molto semplice da utilizzare.

E’ diffusissima, è collegata ai socials e si trova sugli smartphones.

14) Non c’è l’ opzione free.

200526753-001

La cosa bella di Spotify è che è gratis. Certo, si deve ascoltare un po’ di pubblicità e sul cellulare c’è solo la riproduzione casuale – ma è gratuito. Chi non vuole ascoltare la pubblicità o utilizzarlo sul telefono senza limitazioni se vuole può pagare 9,99 $. Ma non è costretto a farlo.

Tidal non ha opzione gratuita. Costa 19,99 dollari al mese perl’ alta definizione e 9,99 dollari al mese per la standard. Chi pagherebbe così tanto per la stessa cosa che si potrebbe ottenere gratis o a metà prezzo?

13) E’ un modo per fare soldi piuttosto palese.

Jay Z Performs At The Staples Center

Jay Z è un rapper molto dotato. E’ anche un uomo d’affari piuttosto esperto.

Non è un segreto che questo rilancio di Tidal serva a far guadagnare di più agli artisti. Questo non viene percepito benissimo dai fans, e non è una mossa intelligente far pagare qualcosa che si può avere gratis.

12) L’ascoltatore medio non sa neanche cosa significhi streaming Lossless.

200299484-001

Tidal promette streaming in alta definizione lossless. Riempi uno stadio e probabilmente troverai 12 persone che ti sappiano spiegare cosa significhi questo e che notino la differenza.

Spotify ha già grande qualità di suono. Con gli auricolari economici che usa la gente come si possono apprezzare differenze? Avresti bisogno di cuffie super-costose per capirle.

11) Quando è stata l’ultima volta che vi sia importato qualcosa della data di release?

new-music

Grandi nomi come Madonna, Arcade Fire, ed altri hanno firmato contratti con Tidal. Ciò significa che le loro nuove uscite escono su Tidal prima che altrove. Ma non è un’ esclusiva, i pezzi arriveranno su Spotify qualche settimana dopo.

La gente aspetterà fino a che  le tracce non saranno disponibili online. $ 20 per il rilascio anticipato? Per favore.

10) L’ipocrisia di Taylor Swift.

BRIT Awards 2015 - Show

Taylor Swift ha ritirato il suo intero catalogo da Spotify perché sosteneva che lo streaming fosse “rubare”. Eppure, eccola su Tidal.

Gli artisti che si lamentano che Spotify sia un furto e poi passano a Tidal risulteranno incoerenti. Ciò associa Tidal ad un puro desiderio di fare più soldi.

9) I fans non reagiscono bene alle lamentele degli artisti che si lamentano di non guadagnare abbastanza.

Lars Ulrich Portrait Session - The 66th Annual Cannes Film Festival

Le lamentele a proposito dei profitti bassi relativi a Spotify non farà altro che conferire agli artisti che passano a Tidal un’immagine avida e menefreghista nei confronti dei fan. Che abbiano ragione o meno, questo è quello a cui si va incontro.

8) Sostituire la tecnologia anzichè innovarla non ha mai funzionato.

tidal-for-all

Il business della musica è sempre stato un gioco del tipo “adattarsi o morire” fin dall’inizio. Questo è successo quando è esplosa la musica digitale, e la RIAA cercando di combatterla all’inizio ha fatto danni per l’industria.

Se Jay Z pensa la musica in streaming non sia redditizia, perlomeno la innovi. Chiedere più soldi per una cosa che già funziona bene serve solo a moltiplicare gli zeri.

7) Aumenta la distanza tra superstars e fans.

NBA All-Star Game 2015

I musicisti sono come gli atleti. I fan li vogliono alla mano e con i piedi per terra, non importa quanto guadagnino. Già tramite twitter potete leggere quanti insulti sono stati lanciati a chi è passato a Tidal. Nessuno vuole vedere miliardari cercare di trovare un nuovo modo per ottenere più soldi da noi.

6) Alla fine a trarne vantaggio sarà Spotify.

Spotify Presents An Intimate Evening With Shane McAnally

Questa storia non farà altro che avvantaggiare Spotify perchè gli utenti di Tidal dopo un paio di mesi di utilizzo del servizio si renderanno conto che tutto quello che hanno pagato per ascoltare in anteprima si trova gratis per sempre su Spotify. Alla fine sarà Spotify a guadagnare da tutta questa iniziativa.

5) Con cuffie costose anche il suono con Spotify è spettacolare.

music-quality

Come dicevamo prima, la differenza nella qualità dello streaming si può apprezzare solo con cuffie di altissimo livello, non certo quelle economiche.

Comunque sia, anche se si avesse denaro da investire per questo tipo di cuffie, il suono con Spotify risulterebbe ottimo! Dopo aver speso così tanto per le cuffie dovrei pure pagare 20 dollari al mese?

4) Effetti dello streaming HD sulla durata della batteria del cellulare e sulla quantità di traffico navigabile.

data-usage

Quanto pensate di poter ascoltare quando vi trovate in giro ed utilizzate una connessione da operatore mobile? Con lo streaming HD esaurireste immediatamente il traffico dati, e pur avendo pagato, non usufruireste del servizio.

Per non parlare poi della durata della batteria del cellulare!

3) Con Tidal c’è il rischio che si torni alla pirateria.

pirate

Su internet c’è l’abitudine carina di rubare.

Se Tidal chiede 20 dollari al mese per ascoltare la musica, le probabilità che la pirateria musicale esploderà sono grandi. Ad Internet piace essere all’avanguardia, si trova sempre un modo per arrivare al materiale.

2) I personaggi che hanno scelto Tidal sono abbastanza odiati.

2012 BET Awards - Show

Si sono affidati a vagoni sbagliati. Non ci sono molti artisti che abbiano più haters di Kanye West, Nicki Minaj e Taylor Swift.

Tidal è un servizio per chiedere soldi offrendo una qualità del suono della quale solo gli snob si peroccupano. Se questo non è un motivo per odiarli…

1) Tidal non si pone ad un altro livello rispetto a Spotify.

Spotify Knocks It Out Of The Park

Il lossless streaming non è qualcosa di sufficiente per far abbandonare alla gente qualcosa che funzioni bene.

Se Tidal offrisse programmi radio in diretta o qualcosa del genere, allora sì, ci sarebbe differenza. Non lo fanno però, dunque si tratta di pagare due volte di più per lo stesso prodotto.

Cosa ne pensate di questo articolo? Vi trovate d’accordo?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.