7 motivi per ricordare negativamente il 2018 in musica

Tempo di bilanci! Ecco alcuni fatti avvenuti in musica, che ci faranno ricordare negativamente il 2018.

0 7.479

Un anno in musica si é concluso! Ecco alcuni momenti che ricorderemo, e non in positivo, del 2018 appena trascorso

cARDI B NICKI

Oramai lavoriamo dal 2006 per aggiornarvi su tutto ciò che accade in musica, e non nascondiamo il fatto che di anno in anno, qualitativamente parlando, non sembra esserci mai una ripresa.

Forse sono cambiati i tempi, le mode, e forse facciamo parte oramai di un’altra generazione, fatto sta però che anche il consumo di musica é cambiato, ed oggettivamente parlando, anche la voglia di sperimentare, cambiare, e rivoluzionare la scena musicale, sembra sempre di più essere una chimera.

Il Pop é in uno stato di coma, come pure la nostra amata musica R&B, il 2018 é stato contraddistinto dal rafforzamento della trap, della musica latina, con alcune note di indie qua e la che hanno avuto successo.

Ecco alcuni momenti, sia in musica e cronaca, per la quale ricorderemo il 2018 come un anno orrendo!

1 La crisi senza fine del Pop

La crisi senza fine del Pop

Come abbiamo detto prima, il pop vive un momento davvero negativo. Un tempo star americane proponevano canzoni potenti e spensierate, che invadevano le radio! Oggi come oggi questi pezzi sono stati sostituiti con tormentoni latini, ritmati e solari, oppure rime taglienti su basi spesso monotone, la famigerata Trap.

Niente più Lady Gaga a la Bad Romance, niente Hit Me Baby One More Time, e neppure l’infallibile Katy Perry é riuscita a sbancare, quella che per intenderci faceva ballare il mondo con Fireworks.

Con Rihanna rinchiusa in studio, e lontana dalle atmosfere dance di Loud, con Beyoncé che oramai viaggia solo sul binario Urban, e Christina Aguilera che ci ha provato ma purtroppo ha fallito, quest’anno é rimasta solo Ariana Grande a pubblicare qualche pezzo “pop friendly”, anche se la sua discografia ultimamente svolta più verso l’R&B, e ne siamo felici.

Insomma, il 2019 speriamo riporti le grandi popstar a fare quello per cui il pubblico impazzisce, HITS.

Sembra però difficile, anche per le più navigate, combattere contro lo strapotere Urban/Trap e Latino, generi che quest’anno hanno fatto muovere la discografia.

2 Demi Lovato e la sua Overdose

Demi Lovato e la sua Overdose

Uno dei momenti più tremendi del 2018, Demi Lovato a sorpresa, si ritrova di nuovo nel tunnel della droga, e questa volta la cantante, ex fenomeno amato da moltissime teenager, si é ritrovata ad un pelo dalla morte!

Momenti davvero tremendi, per una cantante dotata di grande talento, ma forse con un carattere troppo debole per affrontare il successo e la fama.

Oggi Demi Lovato é in ripresa, ma non sappiamo come e quando tornerà sulle scene, e se davvero é riuscita  scacciare i fantasmi nella sua testa.

3 Rissa tra rapper: Cardi B e Nicki Minaj

Si parla spesso di donne, si parla spesso di quanto le donne debbano sviluppare sorellanza ed unione in un mondo, compreso quello della musica, che sembra tornare indietro per quanto riguarda diritti e femminismo.

Un momento del tutto imbarazzante per le donne, e per la musica, é la rissa che ha coinvolto Cardi B e Nicki Minaj, e che ha segnato davvero questo 2018.

Due grandi esponenti donne della musica, si sono prese a botte, in un mondo, come abbiamo detto prima, che vede le donne sempre più in difficoltà, non solo nella politica, ma anche nelle classifiche!

Certo, questa rissa per molti é stato solo un modo di farsi pubblicità, ma l’immagine é quella di due donne all’antitesi degli esempi da seguire, indipendentemente dalla buona qualità della musica che entrambe propongono.

4 La morte della Leggenda, Aretha Franklin, e con lei della musica R&B?

La morte della Leggenda, Aretha Franklin, e con lei della musica R&B?

Oramai é da anni che lo diciamo, al di fuori di Beyoncé e Rihanna, non sembra più esserci molto spazio per delle donne di colore nelle charts. Basta guardare le classifiche billboard di 10 o 20 anni fa, per capire quanto questo sia vero.

L’R&B, la musica per cui é nato questo sito, naviga in una crisi ben più lunga di quella del Pop, e continua a non ritrovare più pubblico. Stiamo parlando di R&B, quello che con grandi voci soul racconta storie, che ti cattura, che ti contagia anche per delle produzioni ben costruite, e ti coinvolge con le slowjam.

Scomparsa quest’anno la

Ovviamente speriamo di no, e speriamo in una vera e propria inversione di tendenza, che riporti grandi voci black femminili, agli apici delle charts.

5 L’ennesimo Flop di Christina Aguilera

Ovviamente immeritato per noi, visto che siamo strenui difensori delle grandi voci nel musicbiz! Ma i dati parlano chiaro, Chirstina Aguilera con “Liberation” ha collezionato il suo terzo flop consecutivo quest’anno.

Eppure non la pensiamo solo noi così, Christina é stata nominata ai Grammy Awards, unica autorità in musica che sembra ancora avere un minimo senso critico ed oggettivo.

Il disco é una perla, costruito in maniera eccellente, ed i singoli, da “Accelerate” a “Fall In Line”, meritavano davvero molto, ma molto più di quanto ottenuto.

Noi siamo con Xtina, Fighters fino alla fine!

6 Lo scioglimento delle Fifth Harmony

Camila che vince, le Fifth che si sciolgono, il 2018 é stato anche segnato da questo evento. Davvero particolare, perché i gruppi femminili sono in estinzione totale, e le Fifth, lavorando sodo insieme, potevano davvero essere il gruppo di tendenza per il futuro, insieme alle Little Mix.

Scelte commerciali? Faida tra le ragazze? Fatto sta che ci dispiace un botto che il gruppo non abbia retto, in un momento dove ci farebbe piacere ritrovare delle formazioni femminili vocali, come ai tempi delle Destiny’s Child, delle TLC, o delle Spice Girls.

7 Vittorie e Sconforto per Ariana Grande

Vittorie e Sconforto per Ariana Grande

Davvero un anno a due velocità per Ariana Grande. Una delle popstar più in vista, forse l’unica vera stella del firmamento pop nel 2018. Si é affermata, ha sfornato grandi hit, e nell’ultima parte dell’anno ha acciuffato anche la numero 1 nella Billboard Hot 100, che le mancava all’appello.

Ma per Ariana Grande a livello personale é stato un 2018 di merda. Ha perso il suo ex fidanzato per Overdose, Mac Miller, giovanissimo, a soli 26 anni. Ancora ha vissuto gli spettri dell’attentato di Manchester, ed é anche stata coinvolta in diverse polemiche senza senso.

Una ragazza che però mostra tanta tanta forza, e che il pubblico sta premiando alla stra grande. Le auguriamo solo di trovare anche pace nella sua vita privata, davvero messa a dura prova quest’anno.

 

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!

Lascia Risposta

La tua email non verrà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.