Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Amici 2017 l’edizione del flop? Calo di ascolti per il talent di Maria

de-filippi

Anche quest’anno si riconferma la sfida di share il sabato sera tra “Ballando con le Stelle” e “Amici di Maria De Filippi”. Il talent della regina di Canale 5 va ormai avanti da ben sedici anni, e l’anno scorso aveva sempre raggiunto risultati ottimi, riuscendo a stracciare la concorrenza.

Dopo una buona partenza (ma inferiore a quelle delle passate edizioni di Amici), il celebre talent però sembrerebbe essere in crisi, ieri infatti, la terza puntata del serale ha segnato un calo di ascolti non indifferente, si è passati dagli oltre 4 milioni di spettatori della prima serata, a 3 milioni e 621mila spettatori, un risultato inferiore a Ballando, che ha superato Amici con 3 milioni e 794mila spettatori. Un dato significativo, ed è probabile che con il passare delle puntate gli ascolti caleranno ulteriormente.

Che la formula del programma abbia stancato? Difficile crederlo, dopo anni di continui successi. Ad onor del vero c’è da dire che nel corso delle edizioni la trasmissione non è rimasta mai fedele a se stessa per troppo tempo, dunque potrebbe essere necessario uno stravolgimento.

Che il rinnovamento di giudici e coach abbia influito negativamente sul favore del pubblico? Probabile, a parte l’ormai immancabile Elisa, e Morgan che l’anno scorso si era presentato nelle vesti di super giudice, abbiamo una line-up completamente nuova. Non c’è Emma, J-Ax, Nek, Loredana Bertè, Anna Oxa e Sabrina Ferilli, tutti personaggi piuttosto benvoluti dal pubblico.

A parte Morgan che si sgola neanche fosse lo Sgarbi della situazione, arrivando ad etichettare come “bimbi minkia” il pubblico di teenagers ormonose presenti in studio, gli altri giudici televisivamente parlando sono abbastanza mosci, e non riescono a dare al programma lo slancio e la verve giusti per essere avvincente.

Il problema fondamentale a mio modo di vedere però è costituito dai concorrenti di questa edizione, ed in particolar modo i cantanti (nella danza ho visto cose piuttosto apprezzabili).  Mancano voci potenti come lo erano quelle di Sergio o di Elodie della scorsa edizione, manca l’intensità comunicativa di uno come Lele, in favore di ragazzi telegenici e vocalmente piuttosto deboli ed anonimi, quasi che l’intento del programma fosse quello di adattarsi alle mode musicali minimal attuali che sembrano tanto piacere al pubblico, soprattutto giovanile. Possibile che tra migliaia di provinanti non si fosse presentato nessuno con un vocione degno da programma in prima serata?

Maria prova a rendere il tutto più televisivo con la lettura di una lettera in cui i ragazzi descrivono la propria storia (le disgrazie), in salsa “C’è posta per Te”, con il povero malcapitato di turno che scoppia in lacrime davanti a tutti mentre Maria legge e scandisce come se stesse leggendo una fiaba a dei bimbi di terza elementare. Chi vive di arte lo sa, che queste cose dovrebbero essere lasciate fuori dal palco e raccontate solo con la propria espressività.

Secondo voi il talent si riprenderà? Vi piace l’edizione di quest’anno? 

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!