Rita Ora: ad aprile il nuovo singolo, in duetto con Jess Glynne!

Rita Ora models Adidas Originals

rita-ora-models-adidas-originals
Come vi avevamo già anticipato (QUI), in un video girato da una fan poco più di un mese fa Rita Ora ammetteva chiaramente che il suo nuovo singolo sarebbe uscito finalmente ad aprile.

SOOOOO @RitaOra NEW MUSIC COMING ON APRIL 😬😬😬😬🙏🏽🙏🏽🙏🏽🙏🏽❤️❤️❤️❤️ thanks for stopping, I was hungover as well pic.twitter.com/d67Pbmrdz3

— Ana de Cózar (@AnaBiebsmiler) 23 febbraio 2017

A rendere la cosa ancora più interessante è il fatto che, tale materiale in uscita il prossimo mese, potrebbe non vedere protagonista solo la cantante di Poison ma anche Jess Glynne, la cantante britannica diventata famosa grazie alla collaborazione con i Clean Bandit sulle note di Rather Be.  Una fonte avrebbe infatti rivelato:

Jess ha inviato della musica a Rita molto tempo fa ma solo da poco sono finalmente riuscite a collaborare effettivamente […] e mentre erano in studio sono diventate molto amiche

Ma a confermare ogni rumors sembra essere il sito di CapitalFM, che nella sezione dedicata alle novità musicali ci toglie ogni dubbio…guadate qui!

rita-ora-jess-glynne-tbc-capital-fm

Per quanto riguarda invece l’album, nulla è ancora certo e, visto il passato, meglio non trarre conclusioni affrettate. Il progetto infatti è in cantiere ormai dal 2014 quando, con l’uscita di I Will Never Let You Down, tutti si aspettavano a breve anche di sentire il suo secondo album. Ma non è stato così.

Nel corso di questi ultimi due anni sono state innumerevoli le collaborazioni con artisti come Jay-z, will.i.am, Prince, Diplo, Chris Brown, Meghan Trainor, Charli XCX e Ed Sheeran del quale ha specificato:

C’è questa incredibile canzone creata da me e Ed riguardo alla nostra amicizia. […] E’ fantastico poter avere un amico dell’altro sesso, senza esserci mai andata a letto insieme, in questo ambiente. E’ una vera legenda. Ho molto rispetto per lui.

Molte di queste collaborazioni non sono però mai venute alla luce e ora che Rita ha cambiato etichetta discografica, chissà se potremo ancora ascoltare certe canzoni.

E voi siete curiosi della collaborazione tra Rita Ora e Jess Glynne? 

 

Certificazioni FIMI: Selena Gomez, Jess Glynne, Marco Mengoni, Anne-Marie…

certfimi

certfimi

E’ iniziata la 45^ settimana dell’anno e con essa sono arrivati puntuali gli aggiornamenti FIMI che riguardano le certificazioni di vendita valide per il mercato italiano.
Ad aggiudicarsi un disco d’oro o di platino questa volta sono stati 15 singoli e un album, che ora vedremo nel dettaglio.

Due pezzi si sono aggiudicati il massimo riconoscimento per questa settimana, ovvero un doppio disco di platino. Stiamo parlando della smash-hit del momento, Closer, capace di vendere più di 100mila copie in Italia in soli 3 mesi, e di un pezzo del 2015, Hold My Hand, singolo della talentuosa cantante britannica Jess Glynne.
Due sono anche le canzoni premiate con un disco di platino (50mila copie): Kill em With Kindness, ultimo estratto della Revival era di Selena Gomez e Mama Said, successo internazionale della band danese Lukas Graham.
Proseguiamo con una valanga di dischi d’oro, riconoscimento che si portano a casa i singoli che riescono a vendere 25mila copie.
Per quanto riguarda gli italiani, questa settimana hanno toccato le 25mila copie Sai Che, ultima fatica di Marco Mengoni; D’improvviso, brano tratto dall’ultimo disco di Lorenzo Fragola; Uno di Questi Giorni di Nek; BRNBQ del rapper Sfera Ebbasta; Ad Occhi Chiusi, ancora di Mengoni; Soli (assieme) di Emis Killa e Un’altra vita dell’ex concorrente di Amici, Elodie.

Gli artisti internazionali capaci di toccare lo stesso traguardo sono stati invece Anne-Marie, grazie al suo ultimo pezzo Alarm, che sta riscuotendo un ottimo successo in Europa, e Back Together, featuring dell’anno scorso tra Robin Thicke e Nicki Minaj.
Si passa poi a due pietre miliari della musica: Money, singolo del 1973 dei Pink Floyd e Life On Mars?, uno dei cavalli di battaglia del Duca Bianco, David Bowie, anche questo pubblicato nel 1973.
Unico album della settimana meritevole di disco d’oro è l’ultimo progetto de Il Volo, Notte Magica – A Tribute to The Three Tenors.

Questa la lista completa:

SINGOLI:

Closer – The Chainsmokers – 2 PLATINO
Hold My Hand – Jess Glynne – 2 PLATINO
Kill Em With Kindness – Selena Gomez – PLATINO
Mama Said – Lukas Graham – PLATINO
Sai Che – Marco Mengoni – ORO
D’improvviso – Lorenzo Fragola – ORO
Uno Questi Giorni – Nek – ORO
BRNBQ – Sfera Ebbasta – ORO
Ad Occhi Chiusi – Marco Mengoni – ORO
Soli (assieme) – Emis Killa – ORO
Un’altra Vita – Elodie – ORO
Life On Mars? – David Bowie – ORO
Money – Pink Floyd – ORO
Back Together – Robin Thicke & Nicki Minaj – ORO
Alarm – Anne-Marie – ORO

ALBUM:

Notte Magica – A Tribute to The Three Tenors – Il Volo – ORO

Jess Glynne, Calvin Harris, Tove Lo, Bastille e tanti altri dal vivo (VIDEO)

Jess Glynne 2015 press image

Jess-Glynne-2015-press-image

Il T in the Park è un importante festival musicale britannico diviso in tre giorni di concerti. Lo show propone una serie di esibizioni da parte di artisti più o meno noti, in grado di fare breccia nel cuore di un pubblico abbastanza ampio, ed in particolare quest’anno ha ospitato un buon numero di superstar della musica britannica, senza considerare anche la presenza di qualche interprete proveniente da altre zone d’Europa.

Presenti dunque sul palco artisti pop come Jess Glynne e Tove Lo ma anche rapper come Tinie Tempah, musicisti come i Bastille e James Morrison ma anche produttori dance come Calvin Harris ed Alesso. Lo spettacolo che ne è venuto fuori è stato davvero di ottimo livello, come testimonia l’entusiasmo della folla dinanzi ad ogni singolo performer

James Morrison – You Give Me Something

 

Annie Mac, Kideko & George Kwali – Crank It

 

Disclosure – Latch

 

Alesso & Tove Lo – Heroes (We Could Be)

 

Alesso, Nico & Winz – I Wanna Know

 

Oliver Heldens & Dada Life – Red Is the Colour of Rage

 

Jess Glynne – Take Me Home

 

Calvin Harris & Disciples – How Deep Is Your Love

 

Calvin Harris & Artemesia – Bits & Pieces

 

Tinie Tempah – Mamacita

 

Kaiser Chiefs – Parachute

 

Jack Garratt – Fire

 

Bastille – Good Grief

 

Chase & Status – Spoken Word

 

Faithless – We Come 1

 

James Bay – Craving

 

Tom Odell – Sparrow

Vedremo cosa ci aspetterà con i prossimi appuntamenti dello show, per adesso lo spettacolo proposto in questa sede è davvero una goduria per le orecchie per chi ama la buona musica. Voi cosa ne pensate di queste esibizioni? Hot or Not?

Glastonbury Festival 2016: ecco la performance di Adele!

adele radio city music hall performance live full video

adele-radio-city-music-hall-performance-live-full-video

Come da tradizione, anche quest’ultimo fine settimana di giugno è tornato il Glastonbury Festival, uno degli eventi maggiori per la musica in terra anglosassone. Si tratta di una manifestazione della durata di 3-4 giorni riguardante principalmente la musica ma anche altre discipline come il teatro, il circo, la danza e la commedia. Con alcuni balzi temporali, perchè non sempre ha avuto cadenza annuale, oggi si è giunti all’edizione n.34, per la quale sono stati venduti ben 135mila biglietti. Pensate che la prima edizione nel 1971 raccolse solo 1500 spettatori e la terza, svoltasi nel 1978, solamente 500!

Il Glastonbury è diventato un vero e proprio palcoscenico internazionale, ogni anno il pubblico risponde davvero numeroso, richiamato anche dai grandi artisti invitati ad esibirsi sul palco. Sicuramente molti saranno a conoscenza della performance tenuta da Beyoncé qui nel 2011 per promuovere “4” ma assieme a lei, negli anni, sono arrivati David Bowie, Radiohead, U2, Bjork, Paul Mccartney, Oasis e Bruce Springsteen solo per citarne alcuni.

In questi giorni altri famosissimi cantanti sono chiamati a partecipare: le principali attrazioni del festival saranno Muse, Adele e Coldplay. I primi si sono esibiti ieri sera, la seconda si esibirà stasera e gli ultimi domani, tutti e tre nel palco principale dell’evento.

Ovviamente non sono presenti solo loro, il festival prevede una serie di stage paralleli con altre esibizioni. Tra i nomi presenti possiamo trovare: Ellie Goulding, Jess Glynne, Cindy Lauper, Bastille, Beck e The Lumineers. Diverse sono anche le band locali come la rock alternativa The 1975 mentre per gli appassionati di elettronica il duo Disclosure ed il trio Years & Years.

Insomma un calendario davvero pieno di occasioni per tutti gli appassionati di musica! Per chi fosse interessato sono già uscite le date per il 2017: dal 21 al 25 giugno.


 

Rilasciato online l’intero concerto di Adele. La diva si è esibita davanti alla bellezza di 150 mila persone.

Capital Summertime Ball 2016: performance (Little Mix, Nick Jonas, Ariana Grande, Jess Glynne, e….)

ariana grande11

ariana-grande11

Ieri allo stadio Wembley di Londra è andata in scena l’ottava edizione del Capital FM Summertime Ball, un mini-festival musicale che dal 2009 viene organizzato ogni anno nella capitale inglese nel mese di giugno, promosso e trasmesso della radio britannica Capital FM.

Il Summertime Ball è un evento seguitissimo in patria e, a partire dalla prima edizione del 2009, ha portato sul palco superstar quali Katy Perry, Rihanna, Ellie Goulding, Jennifer Lopez, Taylor Swift e Colpdlay, solo per citarne alcuni. Per capire l’importanza del festival basti pensare che il grande ospite musicale dello scorso anno era niente meno che il compianto Duca Bianco, David Bowie.

Anche quest’anno non sono mancati ospiti di tutto rispetto; sono stati in tutto 17 gli artisti che si sono esibiti ieri a Wembley, più 7 special guests. Sarebbe dovuto esserci anche l’ex OneDirection Zayn, ma all’ultimo ha dato forfait per problemi legati all’ansia.

Tra le performance più attese sicuramente quelle delle Little Mix, le quattro talentuosissime e grintose ragazze super amate dai loro connazionali hanno eseguito un minishow di 6 brani tra cui Wings e Black Magic. Grande attesa anche per la band rivelazione dell’anno, i Lukas Graham, che hanno cantato il loro cavallo di battaglia 7 Years, l’inedito Mama Said e una cover di Love Yourself di Justin Bieber.

Ospite per il secondo anno consecutivo anche Ariana Grande, che ha proposto ben 7 brani, compreso il nuovo singolo Into You.

Questa la lista completa dei partecipanti e, a seguire, i video delle esibizioni:

Little Mix
Ariana Grande
Lukas Graham
Years & Years
The Vamps
Mike Posner
Nick Jonas
will.I.am
WSTRN
Clean Bandit e Louisa Johnson
Zara Larsson
Jess Glynne
Nathan Sykes
Sigala
Flo Rida
Craig David
Tinie Tempah
Jillionaire (dei Major Lazer)

Guests: 

Lydia Lucy
Imani
John Newman
Bryn Christopher
Dizzee Rascal
Katy B
MNEK

LITTLE MIX: 

JESS GLYNNE: 

LUKAS GRAHAM: 

NICK JONAS: 

ZARA LARSSON: 

YEARS & YEARS: 

THE VAMPS: 

FLO RIDA: 

CLEAN BANDIT & LOUISA JOHNSON: 

TINIE TEMPAH: 

JILLIONAIRE (MAJOR LAZER):

ARIANA GRANDE: 

CRAIG DAVID: 

Clean Bandit

Tears (with Louisa Johnson)

 

Dizzee Rascal

Bonkers

 

Nathan Sykes

Kiss Me Quick

 

Give It Up

 

Over and Over Again (with Louisa Johnson)

 

will.i.am

 

Mike Posner

I Took a Pill in Ibiza

 

Cooler Than Me

Grandi performance in UK! I live del ” BBC Radio 1’s Big Weekend”, e poi…

jess glynne nick jonas

jess-glynne-nick-jonas

E’ tempo di grandi performance nel Regno Unito! In questo weekend, infatti, la BBC Radio ha organizzato un mega concerto evento in cui ha unito molti nomi di primo piano della musica, chiamando in causa principalmente esponenti musicali britannici ma anche alcuni cantanti stranieri.

Presenti nelle fila dei performer tante popstar giovani che vivono attualmente il successo come Jess Glynne, Meghan Trainor e Nick Jonas, ma anche persone presenti nel musicbiz da molto più tempo che hanno vissuto il loro boom in passato, come Take That e Craig David.

Una vera parata di stelle, in ogni caso, si è materializzata davanti agli occhi degli spettatori presenti, accorsi numerosi per assistere dal vivo ad un evento musicale così ricco di performer. Vi postiamo di seguito tutte le performance che si sono tenute nella giornata di ieri, il 28 maggio 2016.

Nick Jonas – Jealous

 

Craig David – When the Bassline Drops

 

Tom Odell – Here I Am

 

Meghan Trainor – NO

 

twenty one pilots – Stressed Out

 

Sigma & Take That – Cry

 

Flume – Drop the Game

 

Rosie Lowe – Woman

 

Shannon Saunders – Pure

 

The Hunna – She’s Casual

 

Reuel Elijah – I’m Doin’ Myself

 

Jake Bugg – Gimme The Love

 

Spring King – Rectifier

 

Jess Glynne – Hold My Hand

 

BΔSTILLE – Pompeii

 

Stromzy – Shut Up

Oltre a questo evento, nella giornata di ieri il pubblico britannico poteva assistere anche ad un altro appuntamento musicale: Britain’s Got Talent. Qui abbiamo potuto assistere alla prima performance ufficiale di “Tears”, nuovo singolo dei Clean Bandit che può contare sull’interpretazione della vincitrice di X Factor UK Louisa Johnson.

Inoltre si sa, le performance musicali sono presenti spesso anche nei talk show, e così i fortunati britannici cambiando canale potevano ritrovarsi ad ascoltare la bravissima cantante R&B Corinne Bailey Rae che, ospite dello show di Graham Norton, si è esibita col suo singolo “Stop Where You Are”

Che ne pensate di queste esibizioni?

Nuova musica Julia Volkova; video Yuna e Usher; live Jess Glynne e DNCE

julia volkova

julia volkova

Nuova canzone per l’ex t.A.T.u. Julia Volkova. La mora del duo russo più famoso di sempre rilascia un singolo interamente in russo intitolato “Спасите люди мир” e, dopo una serie interminabili di singoli orridi da parte sua, finalmente ci troviamo davanti ad una traccia che regge il paragone con il materiale rilasciato ai tempi delle t.A.T.u.

Il brano è infatti una midtempo pop con influenze dance che si palesano a partire dal ritornello, una traccia che fonde in un tutt’uno piano, archi ed un beat perfettamente da club per ottenere un effetto profondo sull’ascoltatore, che a tratti viene rilassato ed a tratti incalzato dal ritmo. Nonostante le varie operazioni subite alle corde vocali, Julia sembra aver riacquistato parte della potenza e dell’espressività che la contraddistinguevano. Vedremo come se la caverà dal vivo.

Arriva finalmente un video per la collaborazione fra la cantante indie malese Yuna ed il cantante R&B americano Usher, “Crush”. Si tratta di una slow jam R&B avvolgente, magica, che conquista per la gola l’ascoltatore, seducendolo con suoni meravigliosi e penetranti. La voce di Yuma è vellutata, soave, sa interpretare al meglio il brano, risultando perfetta per questa base e risulta perfetta per fare da controparte a quella di Usher, il quale ci delizia con il suo inossidabile falsetto.

Davvero notevole la parte in cui i due cantano all’unisono: le loro voci non si coprono, ma anzi si esaltano a vicenda, dando vita ad un effetto davvero meraviglioso. Per quanto riguarda il video, esso è ambientato sulla gradinata di un tempio e mostra i due artisti interpretare il brano mentre le scene attorno a loro sono velocizzate o rallentate. Il tutto è girato rigorosamente in bianco e nero.

Passiamo infine alle performance. Jess Glynne si reca da Michael McIntyre per una performance del suo singolo “Ain’t Too Far to Go”. L’esecuzione è come sempre decisa e brillante, e Jess si porta a casa di nuovo una buona performance. Peccato soltanto per il look da leonessa.

Concludiamo con i DNCE. Per loro nuovo VEVO Lift, questa volta per il loro brano “Toothbrush”. Joe esegue come sempre un’ottima performance, dando sfoggio di buone capacità interpretative e di un gran bel falsetto, ed anche il resto del gruppo fa la sua buona figura. Anche lui è però un nì per l’hairstyle scelto.

Che ne dite di questo materiale?

Nuovi live Jess Glynne (Take me Home) e Coldplay (Hymn for the Weekend)

Cattura1

Cattura

Checché se ne dica, indubbiamente dalla simpatia che si può nutrire o meno nei confronti della persona, Fabio Fazio e sicuramente l’unico conduttore italiano che riesce a portare tuttora nel suo show grandissime personalità della cultura, dell’arte, del cinema e della musica internazionali. Copiose sono le stelle che negli ultimi anni si sono alternate sul suo palco: parliamo di gente come Robbie Williams, Madonna, Adele, U2, nomi di grande rilievo che difficilmente considerano altre trasmissioni che non riguardino prettamente la musica.

Durante l’ultima puntata, Fazio è riuscito ad incassare un altro bel colpo portando nel suo salotto una delle nuove leve di maggior successo degli ultimi anni: la bravissima Jess Glynne. L’artista ha ovviamente eseguito una performance di “Take Me Home”, singolo che è riuscito ad ottenere un successo stratosferico anche qui in Italia, per poi concedere un’intervista in cui ha parlato in maniera molto umile del suo successo e dei suoi propositi futuri ed ha intonato il ritornello del suo più grande successo da solista “Hold My Hand”.

L’esibizione è stata buona, sia dal punto di vista tecnico che da quello interpretativo, e siamo sicuri riuscirà a donare altro vigore commerciale ad una delle poche hit internazionali davvero belle che ultimamente sono piaciute agli italiani. Siamo rimasti colpiti parecchio anche e soprattutto dall’intervista, specialmente quando l’artista ha mostrato una sincera gratitudine verso l’omaggio floreale che le è stato rivolto.

 

 

Passiamo ora ad un’esibizione che si è invece tenuta oltre oceano. Il gruppo britannico dei Coldplay si è recato al Today Show per offrire una performance di “Hymn for the Weekend”, secondo singolo estratto dall’ultimo album che nella studio version e nel video vede la partecipazione di Beyoncé. Così come è accaduto in altre performance recenti, Chris Martin è apparso un po’ giù vocalmente, non riuscendo a rendere  granché bene il brano.

 

V Festival, annunciata la line up dei performer!

9713 01 0270

Sebbene nei paesi anglofoni non ci sia alcun evento che somigli lontanamente al Festival di Sanremo, oltre ad i vari premi musicali esistono anche dei Festival veri e propri, eventi in cui numerosi artisti sono invitati ad esibirsi sul palco in una o più serate e ad intrattenere il pubblico con una serie di esibizioni. Uno di questi amatissimi spettacoli è il britannico V Festival.9713_01_0270

Insieme di 4 serate nato nel 1996 per celebrare la musica rock, l’evento negli anni si è commercializzato sempre di più fino a relegare il rock ad una nicchia delle serate ed a diventare uno dei tanti eventi atti a celebrare la musica pop ed i principali hitmaker che dominano nelle classifiche internazionali. In particolare, quest’anno sono davvero pochi gli artisti rock e le rockband coinvolte, mentre si è data una grandissima importanza ad artisti che non hanno assolutamente nulla a che fare con le origini del festival.

Scendendo nei particolari, nella prima serata quest’anno troveremo: Justin Bieber, Rihanna, Sia, David Guetta, Faithless, Kaiser Chief, Bastille, Little Mix, Jess Glynne, Jake Bugg, Years and Years, Rita Ora, Halsey, Tinie Tempah, Example, Craig David, Katy B, Travis, DJ Ez. Insomma, il rock sarà presente in scena, ma sarà molto marginale rispetto alla componente pop e mainstream. 

In attesa di scoprire la line up delle serate successive, che ne pensate di questi artisti? Qualcuno di voi sarebbe intenzionato a comprare un volo, un alloggio ed un biglietto per l’evento pur di vedere tutti questi artisti in una volta sola?

Zayn, Adele, Little Mix e tanti altri artisti si sfideranno per un premio significativo

maxresdefault 7

maxresdefault (7)

Negli ultimi anni (e in alcuni casi anche prima) il pop ha strizzato spesso l’occhio, in maniera più o meno esplicita, a determinate cause sociali, tanto che artisti di grande spessore e fama mondiale ci hanno scritto canzoni e fondato svariate associazioni No Profit.

Una delle cause che da decenni va per la maggiore e su cui si battono il 90% dei cantanti oggigiorno è l’appoggio per la comunità LGBT: infatti, è anche grazie ai loro messaggi di libertà e amore che oggi molti paesi che hanno dato pari diritti alle coppie omosessuali e hanno sconfitto il pregiudizio (ovviamente non parlo del nostro bel paese rimasto al neolitico per queste tematiche, nonostante proprio in questi giorni si stiano decidendo le sorti del tanto desiderato ddl Cirinnà).

Per questa ragione, alcuni artisti quest’anno possono contare su nomination che porteranno uno di loro a vincere il premio “Music Artist of the Year” proprio presso i BRITISH LGBT AWARDS.  Gli artisti nominati per questa causa sono: Zayn, Adele, Jess Glynne, Halsey, Little Mix, Frank Ocean, Sam Smith e Years and Years. Sarah Garrett, fondatrice dell’evento, a tal proposito ha detto:

Gli LGBT Awards britannici sono vitali per mettere in evidenza coloro che hanno fatto il bene della comunità LGBT e sono importanti anche per promuovere l’accettazione LGBT

Malik è stato nominato per la sua famosa frase dell’anno scorso che dice:

Siate solo voi stessi, se questo è ciò che siete, questo è ciò che siete e non abbiate paura di essere ciò che siete

Cosa ne pensate di questa nomination? Secondo voi è meritata? Chi pensate che possa vincere?

Jess Glynne – Ain’t Far to Go | video premiere

jess glynne

jess-glynne

Nel corso degli anni, l’industria dell’intrattenimento ci regala spesso grosse sorprese. Vogliamo nuovi artisti e film che possano intrattenerci, ed in cui poterci identificare. Vivere nell’era di Internet ha reso molto semplice l’ascesa di veri fenomeni di massa, ma altrettanto facile è il loro tracollo.
A noi di RNBJunk piace molto seguire i primi passi di nuovi artisti che per la prima volta si affacciano sullo scenario musicale, tentando di raccontare la propria storia. Quest’anno, una delle interpreti che ci hanno stupito ed appassionato maggiormente è stata la britannica Jess Glynne.

Dotata di un bel timbro (ricorda un mix tra Adele e Natasha Bedingfiled), la ragazza è riuscita a conquistarci con il suo album “I Cry When I Laugh”, uscito la scorsa estate, progetto che mescola sapientemente sonorità pop, dance, house, garage ed R&B, senza risultare mai banale e monotono.

La cantante sta riscuotendo un notevole successo, ed è già riuscita a piazzare diverse hits. Dopo “Take A Home”, Jess Glynne, estrarrà come nuovo singolo la traccia numero 5 del disco, Ain’t Got Far to Go, una deliziosa midtempo prodotta da Starsmith, già rilasciata precedentemente come singolo promozionale.

Ci troviamo quindi davanti ad un brano decisamente godibile anche se sull’album c’è anche di meglio.  Un testo convincente e l’interpretazione magistrale della cantante si uniscono ad alcuni toni gospel presenti nel ritornello grazie ai cori e la base minimal. La voce della Glynne è così importante che spesso è difficile trovare canzoni che possano ospitarla degnamente. Questo qui è decisamente il caso. Un buon pezzo per questa artista che ci ha positivamente impressionato.

La traccia è stata già inviata alle radio, che ne pensate di questa scelta di estrarla come singolo?

Rilasciato anche il videoclip ufficiale:

[bs-embed url=”https://youtu.be/GxPcu7F7gWg”]https://youtu.be/GxPcu7F7gWg[/bs-embed]

[bs-embed url=”https://www.youtube.com/watch?v=yXb8TIAPV58″]https://www.youtube.com/watch?v=yXb8TIAPV58[/bs-embed]

[testo]

Birds fly, we turned finally free
Patience lost, I began to lose me
My advice would be take a breath
Close your eyes and take a step

I wasn’t scared, I fought this on my own
You pulled me down and I let you go
I told you I would prove you wrong
And now I’m here and I’m standing strong

I know (I know, I know)
I know (I-I know, I know)
I know (I know, I know)
That I ain’t got far to go, go, go
Cause I spent forever waiting
And it’s no longer a dream
And now I’ve landed on my feet
And I ain’t got far to go

H-h-h-hold tight, rollercoaster, here we go
Florida, Orlando, I ain’t playing with you
Day one, I said I’d go for me
One box ticked, got a lot to beat

I wasn’t scared, I fought this on my own
You pulled me down and I let you go
I told you I would prove you wrong
And now I’m here and I’m standing strong

I know (I know, I know)
I know (I-I know, I know)
I know (I know, I know)
That I ain’t got far to go, go, go
Cause I spent forever waiting
And it’s no longer a dream
And now I’ve landed on my feet
And I ain’t got far to go

I’m here to stay, I’m here to stay
Amen (amen), amen (amen)
And if I had to go back in time
I would just do it again (again), again (again)
Hey, hey hey, I ain’t got far to go
Hey, hey, I know, I ain’t got far to go

I know (I know, I know)
I know (I-I know, I know)
I know (I know, I know)
That I ain’t got far to go, go, go
Cause I spent forever waiting
And it’s no longer a dream
And now I’ve landed on my feet
And I ain’t got far to go
Cause I spent forever waiting
And it’s no longer a dream
And now I’ve landed on my feet
And I ain’t got far to go

[/testo]

[traduzione]

Volano gli uccelli, siamo diventati liberi
La pazienza è andata persa, ho iniziato a perdere me stessa
Il mio consiglio sarebbe fai un respiro chiudi gli occhi e fai quel passo

Non ero spaventata, ho combattuto per conto mio
Tu mi hai spinto giù e io ti ho lasciato andare
Ti ho detto che ti avrei dimostrato che ti sbagliavi e ora sono qui forte

Lo so (lo so) [x3]
Che non mi manca ancora molto
Perché ho passato un’eternità ad aspettare
E non è più un sogno
E ora sono caduta in piedi
E non mi manca ancora molto

Reggiti forte,montagne russe, si parte
Florida,Orlando, non sto scherzando con te
Il primo giorno, mi sono detta che l’avrei fatto per me
Una casella sbarrata,ne restano ancora un sacco

Non ero spaventata, ho combattuto per conto mio
Tu mi hai spinto giù e io ti ho lasciato andare
Ti ho detto che ti avrei dimostrato che ti sbagliavi e ora sono qui forte

Lo so (lo so) [x3]
Che non mi manca ancora molto
Perché ho passato un’eternità ad aspettare
E non è più un sogno
E ora sono caduta in piedi
E non mi manca ancora molto

Sono qui per restare,sono qui per restare
Amen (amen), Amen (amen)
E se tornassi indietro nel tempo
Lo rifarei ancora (ancora) [x4]
Hey [x3], non mi manca ancora molto
Hey [x3], lo so, non mi manca ancora molto

Lo so (lo so) [x3]
Che non mi manca ancora molto
Perché ho passato un’eternità ad aspettare
E non è più un sogno
E ora sono caduta in piedi
E non mi manca ancora molto
Che non mi manca ancora molto
Perché ho passato un’eternità ad aspettare
E non è più un sogno
E ora sono caduta in piedi
E non mi manca ancora molto

Traduzione a cura di Matteo Berardi

[/traduzione]

Traduzione testo Take Me Home Jess Glynne

Qui sotto testo e traduzione della canzone di Jess Glynne Take Me Home, nuova hit di questa artista inglese.

[testo]

Wrapped up, so consumed by
All this hurt
If you ask me, don’t
Know where to start

Anger, love, confusion
Rolls the gold nowhere
I know that somewhere better
Cause you always take me there

Came to you with a broken faith
Gave me more than a hand to hold
Caught before I hit the ground
Tell me I’m safe, you’ve got me now

Would you take the wheel
If I lose control?
If I’m lying here
Will you take me home?

Could you take care
Of a broken soul?
Will you hold me now?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?

Hold the gun to my head
Count 1, 2, 3
If it helps me walk away then it’s
What I need

Every minute gets easier
The more you talk to me
You rationalize my darkest thoughts
Yeah you, set them free

Came to you with a broken faith
Gave me more than a hand to hold
Caught before I hit the ground
Tell me I’m safe, you’ve got me now

Would you take the wheel
If I lose control?
If I’m lying here
Will you take me home?

Could you take care
Of a broken soul?
Oh, will you hold me now?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?

You say space will make it better
And time will make it heal
I won’t be lost forever
And soon I wouldn’t feel
Like I’m haunted, oh falling

You say space will make it better
And time will make it heal
I won’t be lost forever
And soon I wouldn’t feel
Like I’m haunted, oh falling

You say space will make it better
And time will make it heal
I won’t be lost forever
And soon I wouldn’t feel
Like I’m haunted, oh falling

Would you take the wheel
If I lose control?
If I’m lying here
Will you take me home?

Could you take care
Of a broken soul?
Oh, will you hold me now?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?
Home
Oh, will you take me home?
Oh, will you take me home?

[/testo]

[traduzione]

Così avvolta, così consumata da
Tutto questo dolore
Se me lo chiedi, non so
da dove cominciare

Rabbia, amore, confusione
Steli d’oro da nessuna parte
Io so che da qualche parte è meglio
Perché tu mi conduci sempre lì

Sono venuta da te con la speranza distrutta
Mi ha dato più di una mano da stringere
Mi hai sostenuta prima che toccassi il suolo
Dimmi che sono al sicuro, tu mi hai ora

Prenderesti il comando
Se perdessi il controllo?
Se mi distendessi qui
Mi porteresti a casa?

Prenderesti cura
Di un’anima spezzata?
Mi sosterresti ora?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?

Tieni la pistola alla testa
Conta 1, 2, 3
Se mi aiuta vai via poi è
la cosa di cui ho bisogno

Ogni minuto diventa più facile
Quanto più si parla di me
Tu razionalizzi i miei pensieri più oscuri
Sì, tu mi rendi libera

Sono venuta da te con la speranza distrutta
Mi ha dato più di una mano da stringere
Mi hai sostenuta prima che toccassi il suolo
Dimmi che sono al sicuro, tu mi hai ora

Prenderesti il comando
Se perdessi il controllo?
Se mi distendessi qui
Mi porteresti a casa?

Prenderesti cura
Di un’anima spezzata?
Mi sosterresti ora?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?

Dici che spazio lo renderà migliore
E il tempo guarirà
Non sarò perduta per sempre
E presto non sentirei
di essere come ossessionata, in caduta

Dici che spazio lo renderà migliore
E il tempo guarirà
Non sarò perduta per sempre
E presto non sentirei
di essere come ossessionata, in caduta

Dici che spazio lo renderà migliore
E il tempo guarirà
Non sarò perduta per sempre
E presto non sentirei
di essere come ossessionata, in caduta

Prenderesti il comando
Se perdessi il controllo?
Se mi distendessi qui
Mi porteresti a casa?

Prenderesti cura
Di un’anima spezzata?
Mi sosterresti ora?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?
Oh, mi porterai a casa?

[/traduzione]

News musicali: video in arrivo per Lana e Jess Glynne, album pronto per Fergie!

lana del rey honeymoon pic

lana-del-rey-honeymoon-picVarie news musicali ci sono arrivate in queste ore da 3 grandi popstar, dunque abbiamo deciso di unirle in un unico post. Iniziamo da Lana Del Rey, artista che ultimamente sembra essersi un po’ persa per strada con la promozione del suo terzo album “Honeymoon”. Proprio per questo, ha destano un certo stupore l’annuncio che la star ha condiviso su twitter: a quanto pare è in arrivo un video per “Freak”, traccia numero 6 del disco.

Il brano è una downtempo in pieno stile Del Rey che presenta una base ipnotica e penetrante e un cantato quasi magnetico che sa sfruttare appieno il timbro dell’artista. A differenza di altre tracce incluse nel disco, “Freak” possiede le caratteristiche giuste per essere trasmessa in radio, sebbene sia comunque lontana dall’appetibilità di “High by the Beach”

Passiamo ora a Jess Glynne. La bravissima cantante britannica ha da poco annunciato quale sarà il quinto ed ultimo singolo estratto dal suo debut album “I Cry When I Laugh”: si tratta di “Ain’t Got Far to Go”, una una deliziosa midtempo prodotta da Starsmith caratterizzata da un testo convincente ed un’interpretazione magistrale che si fonde alla perfezione con dei cori gospel.

In queste ore, la cantante ha annunciato l’imminente arrivo del videoclip relativo alla traccia. A quanto pare dobbiamo aspettarci tanto ballo ed energia da parte di svariati personaggi.

WE AIN’T GOT FAR TO GO!!!!!! 🖖🏻

Un video pubblicato da Jess Glynne (@jessglynne) in data:

 

Concludiamo questo articolo con la grande Fergie. La storica frontwoman dei Black Eyed Peas era tornata lo scorso nel 2014 con il singolo “L.A. Love”, un brano che ha riscontrato un discreto successo in USA ma al quale non ha fatto seguito la release dell’attesissimo secondo album della star. Forse perché desiderosa di eguagliare la qualità del meraviglioso predecessore “The Dutchess”, o forse per creare materiale che possa eguagliarne il successo, Fergie ha infatti continuato a lavorare sull’album, senza farci sapere più granché.

Dopo un altro anno di lavoro, a quanto pare il disco sarebbe pronto e, secondo alcuni rumor, dovrebbe uscire a marzo. Stando alle stesse indiscrezioni, inoltre, Fergie starebbe posando proprio in questi giorni per il relativo photoshoot.

Se tutto ciò dovesse essere vero, allora non dovrebbe mancare molto per la release di un nuovo lead single, che a questo punto potrebbe tranquillamente essere la già confermata collaborazione con Nicki Minaj. Vi ricordiamo che, oltre che con Nicki, Fergie ha confermato di aver lavorato con Charlie Puth per una nuova versione della smash hit “My Humps” e che i produttori confermati (oltre Puth) sono Jean Baptiste, DJ Mustard e Rock City.

Jess Glynne canta le sue maggior hit al The Daily Show

jess glynne promo

Non sappiamo quale sarà il futuro di Jess Glynne nel mondo della musica, ma quel che è certo è che l’artista ha fatto un ingresso in grandissimo stile nel musicbiz. Lanciata dalla grandissima hit “Rather Be”, Jess ha debuttato con l’album “I Cry When I Laugh” lo scorso anno, ed il disco è riuscito sia a donarle svariate altre hit che a vendere moltissimo di per sé, il che attualmente non è più scontato neanche per un disco che dà più di un singolo di successo.

Visto il periodo ottimo per lei, Jess può contare su un buon sostegno da parte della sua label, e per questo non solo può arrivare ad estrarre ben 5 singoli dallo stesso album, ma può ancora permettersi di esibirsi con la prospettiva di lanciare la propria carriera anche fuori dall’Europa. E’ per questo che l’interprete ha avuto la possibilità di esibirsi nel noto programma “The Daily Show”.jess-glynne-promo

Per l’occasione, Jess ha cantato le tre hit che le hanno dato un seguito maggiore qui in Europa: sto parlando di “Don’t Be So Hard on Yourself”, “Hold My Hand” e “Rather Be”, tre grandi hit che conosciamo tutti molto bene. Come sempre, Jess ha eseguito delle performance molto buone vocalmente, confermandosi come uno dei pochi fenomeni musicali del 2015 che meritano davvero il successo riscontrato.

Dotata di un bel timbro e di una buona potenza, questa ragazza è senza alcun dubbio una delle popstar britanniche più meritevoli degli ultimi anni. A nostro avviso fa bene a provare ad emergere anche in USA: l’importante è che poi non si fissi con quel mercato e che eviti di perseverare in caso di insuccesso.

The Daily Show with Trevor Noah
Get More: The Daily Show Full Episodes,The Daily Show on Facebook,The Daily Show Video Archive

The Daily Show with Trevor Noah
Get More: The Daily Show Full Episodes,The Daily Show on Facebook,The Daily Show Video Archive

The Daily Show with Trevor Noah
Get More: The Daily Show Full Episodes,The Daily Show on Facebook,The Daily Show Video Archive

Che ne dite di queste performance?

BRITs Launch Show: le performance di Jess Glynne e Birdy

jess

Sono arrivate quest’oggi le nomination dei Brit Awards 2016. Come prevedibile, gli organizzatori dello show hanno dato molto spazio ad Adele assegnandole ben 3 nomination, ma più in generale hanno cercato di dare una possibilità a tutte le star della musica britannica che hanno rilasciato del materiale da un anno a questa parte.

Ciò è avvenuto anche durante l’evento in cui sono state annunciate le nomination, il BRITs Launch Show, vetrina in cui hanno avuto la possibilità di esibirsi ben due cantanti britanniche: Jess Glynne e Birdy.jess

Per quanto riguarda Jess, l’artista si è esibita con una delle tante no.1 hits che sono state estrapolate dal suo debut album: “Don’t Be So Hard on Yourself”, grande hit che ha avuto un forte seguito in tutta Europa, anche qua in Italia.

Dotata di uno strumento vocale molto potente e di un timbro davvero meraviglioso, l’artista è riuscita ad eseguire una performance davvero solida, anche se non capiamo il perché di un utilizzo così intenso dei cori in parti in cui la nostra Jess avrebbe potuto cavarsela egregiamente con la sua voce nuda e cruda.

Passiamo ora a Birdy. La cantante ha ovviamente approfittato dell’occasione per proporre la prima performance televisiva di “Keeping Your Head Up”, lead single rilasciato a capodanno dalla giovane interprete.

Anche Birdy ha eseguito una performance molto buona, confermando le sue doti davanti ai suoi connazionali. Uno stile davvero personale il suo, ma in questa traccia si trova un buon compromesso con i gusti delle radio e del pubblico… riuscirà dunque la ragazza ad avere una nuova hit? Noi ce lo auguriamo.