Rnbjunk Musica – Ultime notizie e gossip di musica
Home » Classifiche » Billboard 200: Kanye primo artista a debuttare con più copie equivalenti che reali
Classifiche Notizie

Billboard 200: Kanye primo artista a debuttare con più copie equivalenti che reali

152061261VD028_Denver_Nugge

Il tanto discusso “The life of Pablo”, disco di pubblicato su Tidal già da mesi, arriva finalmente nella Billboard 200 debuttando alla 1 della classifica. L’album arriva in classifica questa settimana in quanto il primo aprile è stato pubblicato sugli altri servizi streaming ed è stato reso disponibile per la vendita attraverso Tidal ed il sito ufficiale di Kanye West. Precedentemente, gli streams di Tidal non hanno permesso all’album di debuttare in classifica in quanto Tidal non comunica a Nielsen Soundscan (la società che si occupa di stilare le classifiche) i propri dati riguardanti lo streaming.

Proprio lo streaming ha permesso a Kanye di debuttare alla 1, “The Life Of Pablo” ha ottenuto 94.000 copie equivalenti di cui 28.000 vendute e 66.000 dovute allo streaming. In questo modo West diventa il primo artista di sempre a debuttare alla 1 con copie equivalenti dello streaming maggiori delle cioè vendute realmente. In altre parole l’album ha ottenuto 99 mln di streams che convertiti con il rapporto 1 copia-1500 streams sono diventati 66.000 copie, ben più delle copie vendute (28.000 come precedentemente detto). 28mila copie sono una miseria per un artista del calibro e della fama di Kanye West.

Passiamo alla 2 dove troviamo l’autentica star country degli ultimi sei mesi cioè Chris Stapleton con il suo “Traveller”. A seguito degli Academy Country Music Awards l’album ha guadagnato il 138% arrivando a 73.000 copie equivalenti di cui 59.000 vendute. Debutto alla 3 per i Lukas Graham con il loro omonimo album, per loro 59.000 unità di cui 34.000 vendute.

L’omonimo album di Weezer debutta alla 4 con 49.000 unità di cui 45.000 vendute. Big Sean e Jhene Aiko, uniti nel duo Twenty88 debuttano alla 5 con 49.000 unità di cui 40.000 vendute. A 48.000 copie equivalenti c’è. Rihanna con “Anti”. Segue Zayn. Malik che scende dalla 1 alla 7 perdendo il 72% (44.000), un calo nella norma. Justin Bieber è alla 8 (41.000) seguito da Adele alla 9 (36.000). Infine alla 10 troviamo “Blurryface” dei Twenty One Pilots con 30.000 copie equivalenti.

16 commenti

bionic_littllemonster 11 Aprile 2016 at 18:39

E poi dicono che ARTPOP sia stato un flop,quando debuttò con più 200.000 copie…

Rispondi
F.Music 11 Aprile 2016 at 21:02

È anche vero che all’epoca 200.000 erano pochine e poi ARTPOP non è stato costante

Rispondi
bionic_littllemonster 11 Aprile 2016 at 21:25

Ti do ragione,per una come lady gaga le vendite di ARTPOP (ma anche quelle di applause) furono decisamente sottotono,anche la seconda settimana era crollato con più dell’80% delle vendite…però quando vedo #1 con pochissime copie mi viene sempre in mente ARTPOP (i media furono molto cattivi contro Gaga anche per via di Perez Hilton) per il fatto che lady Gaga fu attaccata tantissimo per questo…dai non vedo l’ora che esca #LG5

Rispondi
SoundPost 11 Aprile 2016 at 17:05

Adele sbaglio o non sta andando come per 21? Comunque che vergogna per Kanye, l’album merita anche, però 28k copie sono proprio misere. Contentissimo per i Lukas Graham, il loro album è veramente bello e 7 Years probabilmente una deme peggiori.

Rispondi
Boh! 11 Aprile 2016 at 18:30

Adele ha venduto quasi 18 milioni di copie in 5 mesi, mi pare abbia fatto pure troppo. Secondo me, mondialmente, venderà sulle 50-60 mila copie a settimana.
Almeno per ora rimane l’album più venduto anche nel 2016!

Rispondi
F.Music 11 Aprile 2016 at 21:01

Ma 21 fu molto più costante, 25 di questo passo sparirà nel giro di pochi mesi e non raggiungerà 21

Rispondi
Boh! 11 Aprile 2016 at 21:25

Penso che nemmeno il team di Adele abbia mai pensato di raggiungere i risultati di “21”.
Io credo che debbano immediatamente rilasciare un nuovo singolo (pare che Adele voglia Send My Love o Water Under The Bridge) girando anche il video. Ho trovato sbagliatissimo rilasciare “When We Were Young” come successore di “Hello”, lì si sono fregati da soli.
Tuttavia, “21” era l’album con cui Adele si fece conoscere, “25” serviva per consolidare il tutto e ci è riuscito alla grande direi!
Anche io sono preoccupato da questo calo di vendite ma penso che almeno 40-50 mila copie ogni settimana riuscirà a venderle sicuramente. Inoltre sono copie reali, niente streaming o altro.
Fare di meglio sarebbe impossibile, entro l’anno il traguardo delle 20 milioni di copie è possibile (ovviamente con un minimo di promozione sulle spalle)!
Il mega concerto di Glanstonbury poi le darà ottima visibilità, spero riescano a giocarsi bene le carte rimanenti!

Dobbiamo essere fiduciosi comunque, “25” è l’album più venduto nel 2016 senza un singolo forte alla spalle negli ultimi 3 mesi!

Rispondi
F.Music 12 Aprile 2016 at 06:15

Magari se si esibisce ai Grammy 2017..

Boh! 12 Aprile 2016 at 11:12

Dovrebbe farlo, soprattutto per cancellare la figuraccia nell’ultima edizione.
Comunque ho letto che preso verrà mandato alle radio il terzo singolo!

F.Music 12 Aprile 2016 at 13:10

E facesse il video se non vuole fare When We Were Young parte 2

Boh! 12 Aprile 2016 at 14:05

Eh appunto, pare che lei in concerto recentemente abbia chiesto ai fans idee per il video di Send My Love (non trovo il video però).
Cioè, io ho anche apprezzato il fatto che, invece del solito video, abbiano rilasciato un versione live di WWWY…..tuttavia i tempi erano sbagliati secondo me. “Hello” sta ancora vendendo un botto!

SoundPost 11 Aprile 2016 at 21:11

Si… Pensandoci su c’è da dire che 21 non è esploso subito

Rispondi
Boh! 11 Aprile 2016 at 21:29

Sì, ma poi funziona per tutte così.
Devono puntare su un buon terzo singolo e promuoverlo un pò, niente di stratosferico.

Rispondi
F.Music 11 Aprile 2016 at 15:07

A Kanye non avete fatto tutte le cerimonie fatte a Rihanna per la prima posizione con scarse copie? (:

Rispondi
Albb 11 Aprile 2016 at 14:48

Rihanna zitta zitta si porta a casa 50.000 a settimana

Rispondi
SoundPost 11 Aprile 2016 at 17:05

Ringraziamo Work

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.