Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Billie Eilish, 16 anni e un’anima dark pop. Ecco “When the party’s over”

Ha esordito a soli 14 anni e ha già collezionato diverse hit ed un ep di successo, conosciamo meglio uno dei talenti più promettenti del pop

Paragonata da molti critici al giovane talento neozelandese Lorde,

Billie Eilish si distingue dalle altre newbie per un sound ricercato

una voce particolare e una personalità in linea con il suo genere musicale, il dark pop

Classe 2001, Billie Eilish è nata a Los Angeles e l’arte ce l’ha sempre avuta nel sangue: proviene difatti da una famiglia di attori e musicisti, e suo fratello è tutt’oggi il suo principale collaboratore.

A soli 11 anni comincia a scrivere e ad interpretare le sue prime canzoni, mentre a 14 anni registra il suo singolo di debutto, Ocean Eyes.

Pubblicato nel 2016 su Soundcloud, Ocean Eyes ha ottenuto un buon successo e riscontri positivi da parte della critica e da lì il suo percorso è stato tutto in discesa.

Sono seguiti altri singoli, BellyacheWatch e Copycat, che altro non erano che l’antipasto: il piatto principale, un ep composto da ben 9 tracce dal titolo Don’t smile at me, viene pubblicato nell’agosto del 2017 e riesce a raggiungere la posizione 73 all’interno della Billboard 200.

Ben due suoi pezzi sono inoltre contenuti nella colonna sonora di una delle serie tv più apprezzate e allo stesso tempo discusse degli ultimi anni, 13 reasons why.

I brani in questione sono Bored, presente nella prima stagione della serie tv, e Lovely, inserito nella seconda stagione, pezzo che vede la collaborazione del cantante R&B statunitense Khalid.

A partire da gennaio fino ad agosto di quest’anno la cantante è stata impegnata nel suo Where is my mind tour, mentre il 20 ottobre è partito il 1 by 1 tour, che farà tappa anche nel Bel Paese per la gioia dei fans italiani.

Il 21 febbraio difatti Billie Eilish si esibirà al Santeria Social Club a Milano, e i biglietti per la data sono già disponibili online.

I suoi ultimi singoli pubblicati sono You should see me in a crown, rilasciato lo scorso luglio, e When the party’s over, pubblicato il 16 ottobre 2018, che probabilmente anticipano il nuovo progetto del talento sedicenne.

Il suo stile ricorda a tratti quello di Lana Del Rey, artista che ha ammesso di amare, e molti critici musicali l’hanno inoltre comparata al giovane talento neozelandese Lorde che conquistò le classifiche di tutto il mondo a sedici anni con Royals.

Il suo genere viene definito come dark pop: oltre alle sonorità, anche i testi delle canzoni hanno atmosfere cupe.

In Bellyache per esempio fa riferimento ai corpi dei suoi amici distesi nel retro dell’automobile e canta che è troppo giovane per andare in prigione, alludendo probabilmente al fatto che sia l’artefice degli omicidi.

Anche in Ocean eyes, uno dei suoi pezzi di maggior successo, rimane sempre un velo di malinconia nelle parole della cantante nonostante questo possa sembrare un pezzo più leggero.

Il titolo si riferisce agli occhi azzurri di un ragazzo che la spaventano e in cui cade e alla mente di diamante di lui a cui non riesce a smettere di pensare.

La sua ultima canzone uscita la scorsa settimana, When the party’s over,

 parla della fine di una relazione ma il tema viene trattato in maniera inedita e sorprendente per una ragazza della sua età. Pianoforte e delicati sussurri caratterizzano questo pezzo, di seguito trovate il link per ascoltarlo su Spotify:

Il suo stile dalle tinte dark unito alla sua voce unica e ad una personalità che si distingue dalla massa la rendono una dei talenti capaci di offrire una ventata d’aria fresca all’interno di un musicbiz saturo e privo di originalità.

Questa è stata la chiave del suo successo fino ad ora, che le ha permesso di farsi conoscere non solo nella sua terra natia ma anche in Europa e in Australia.

Voi conoscevate già Billie Eilish?

Cosa ne pensate del suo stile e del suo sound?

Pensate che riuscirà a consolidare il suo successo nel tempo o sarà solamente l’ennesima meteora nel panorama musicale?

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!

Potrebbe interessarti anche

Lascia Risposta

La tua email non verrà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.