Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Camila Cabello si racconta nel documentario “Made In Miami” | VIDEO

Camila Cabello ha pubblicato ieri un documentario che riassume in poco più di quindici minuti la sua passione per la musica.

Made in Miami (Artist Spotlight Story), è questo il titolo del documentario caricato ieri da Camila Cabello nel suo canale YouTube.

Un video che ripercorre la vita della cantante, dall’infanzia alle audizioni di X-Factor USA, passando per il debutto con le Fifth Harmony fino alla combattuta ma necessaria decisione di intraprendere la carriera solista, che oggi le sta regalando grandissime soddisfazioni.

Durante questo racconto interviene Camila in prima persona, ribadendo nuovamente il motivo che l’ha spinta a mollare il gruppo:

“Mentre ero nella girlband ho sperimentato molte cose e sono cresciuta tanto, ma ad un certo punto ho sentito di avere altre cose di cui parlare.

Per me, come artista, l’unico modo per sentirmi bene è fare le cose che amo…mi trovavo in un luogo in cui non riuscivo ad esprimere ciò che provavo, perché non capivo le mie emozioni…

penso che arrivata a quel punto le cose dovessero per forza cambiare “

Anche Simon Cowell, mentore delle Fifth Harmony e patron della Syco, ha ammesso che si aspettava l’addio:

“Lei aveva quel vibe fin dall’inizio…quando mi hanno chiamato per dirmi che stava lasciando le 5H ho pensato – Wow, un anno prima di quanto pensassi – ma una volta che aveva le idee ben chiare ho dovuto rispettare la sua scelta”

Non manca una parte dedicata alla creazione della hit Havana, altri aneddoti dallo studio di registrazione e, finalmente, la spiegazione del perché abbia cambiato titolo dell’album quasi all’ultimo:

“All’inizio doveva intitolarsi The Hurting, the Healing, the Loving e ho cambiato perché poi mi sono detta no, quest’album parla di me, di come mi sono sentita, di come amo le persone”

A seguire il documentario completo:

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!