Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Christina Aguilera & Cher – Burlesque (recensione film)

0 328

Come promesso è arrivata puntualissima la seconda parte delle recensione riguardante il debutto cinematografico di Christina Aguilera “Burlesque”. La pellicola esordirà nelle sale italiane soltanto a febbraio ma il nostro inviato Loray ha visto ieri il film in anteprima al Torino Film Festival ed è qui pronta la recensione su ciò che ha visto, se invece volete leggere la recensione della colonna sonora cliccate qui.

Il fatidico giorno è arrivato! Ieri finalmente ho visto Burlesque e, prima di partire con le mi solite pappardelle dico che l’ho trovato “molto carino”. Che Burlesque non avesse una tramona avvincente e da oscar direi che fosse chiaro a tutti visto che si tratta di un film chiaramente “modesto” ed ha nel target la classica famiglia americana che vuole vedere un film piacevole e semplice ed ovviamente il pubblico omosessuale di tutto il mondo! La pellicola del film in questione è una delle cose più gay friendly che abbia mai visto in questi ultimi anni! Dico questo già leggendo i nomi del cast (Christina Aguilera e Cher in primis), se questo non bastasse troviamo il personaggio gay del Diavolo veste Prada (praticamente avrebbero potuto lasciare lo stesso nome!), il protagonista maschile spesso e volentieri nudo mette in vista addominali e non solo, un ironia sottile e pungente tipicamente friendly e canzoni, oltre a quelle della colonna sonora assolutamente non-equivoche (Ray Of Light di Madonna, Diamonds di Marylin Monroe, Forever Young degli Alphaville…).

Insomma dietro questo film c’è un grande lavoro a tavolino, nulla viene affidato al caso ed ogni dettaglio colpisce seppur in maniera impercettibile lo spettatore, dalla trama che tutti conosciamo, al cast che mostra veramente pochissimi volti sconosciuti al grande pubblico americano (spunta gente da telefilm come Veronica Mars, Grey’s Anatomy, O.C., Glee…) dando, a mio avviso un risultato piacevolissimo. Burlesque è saggiamente calibrato in ogni cosa, le battute degli attori strappano spessissimo sorrisi e nonostante la storia porti a farlo mai ricadono nel banale, le scene non risultano mai surreali, esasperate o patetiche, il film sa di riproporre una trama poco fantasiosa e quindi presenta molte scene con leggerezza, garbo e rapidità, conscio di avere davanti un pubblico già pronto e si fa seguire con estrema fluidità.

Io non definirei il film in questione un musical, ma piuttosto una commedia musicale, in quanto il musical all’interno dei brani che presenta porta comunque avanti la storia, nei pezzi quasi sempre succedono azioni invece qui tutte le canzoni sono esibizioni all’interno del locale. Il Burlesque è un culto, ormai ha una sua storia ed una schiera di amanti del genere enorme… Il film, nonostante porti il titolo penso che ci giri attorno, non entra troppo nel merito, a mio avviso, senza addossargli colpe penso che il film mostri uno spiraglio di quel che è il Burlesque veramente, poi la gente potrà andare ad approfondire per conto proprio se sarà interessata.

Christina Aguilera ha passato brillantemente la prova di attrice, recita un personaggio molto lontano da lei (a proposito il mio più grande timore era quello che il personaggio di Ali fosse moscio o comunque una ragazzina insulsa invece è cazzutissima!) ed è sempre credibile in tutti gli stati che questo personaggio la porterà, mai stona vicino agli altri attori, anche nella danza riesce davvero a convincere. Tess, il personaggio di Cher risulterà amabile, una donna con gli attributi e con un cuore che protegge gelosamente. Insomma per concludere sono rimasto colpito molto piacevolmente. Il film in questione è una storia semplice accompagnata da grandi canzoni ma diciamo anche grandi esibizioni, Burlesque non annoia mai, ti porta avanti, anche se spesso sarà facile immaginare la piega che prenderanno gli eventi, il tutto è realmente ben distribuito senza esagerare mai, anzi tra l’aggiungere ed il togliere il regista ha sicuramente preferito togliere.

Mi dissocio dalla critica dove qualcuno l’ha paragonato ad una sorta di Moulin Rouge dei poveri perché non c’entra veramente nulla né nella storia, né nelle canzoni né nel clima che si respira, qui non c’è la tragedia e la morte come nell’altro musical ad esempio. Come avrete notato non ho parlato del doppiaggio italiano perché non essendo ancora pronto il film, la pellicola è stata trasmessa in lingua originale con i sottotitoli in italiano. Io consiglio di andare a vedere questo film a chi vuole passare due ore piacevoli di puro divertimento ed intrattenimento con due interpreti che sono innanzitutto due cantanti ed ogni volta che aprono bocca sanno travolgere di emozioni; lo sconsiglio invece a chi crede di trovare una pellicola inedita, fresca, che lascerà il segno nella storia del cinema o che gli lascerà dentro qualcosa di veramente forte.
Spero che riusciate a resistere ancora per questi pochissimi mesi, ne varrà la pena!

Pubblicato da Loray – moderatore della sezione del forum di Christina Aguilera.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.