Classifica Singoli Mondiale: 5 brani in classifica per Prince e Beyoncè

0 40

L’acquisto e lo straming dei singoli di Prince a seguito della sua morte raggiunge questa settimana un nuovo apice. Passa direttamente dalla 20 alla 1 la sua “Purple Rain“. Con 381.000 points riesce a mettersi alle spalle anche “One Dance” di Drake che, a sua volta, ha incrementato il suo punteggio raggiungendo 367.000 points. Chissà se Drake riuscirà nelle prossime settimane ad ottenere la sua prima No.1 da lead artist a livello mondiale.

Perde la vetta dopo 5 settimane “7 Years” dei Lukas Graham. La canzone si candida ad entrare nella top 10 dei singoli dell’anno. Perde il podio “I Took A Pill In Ibiza” di Mike Posner. Si mantiene alla 5 Sia con “Cheap Thrills”. Scende alla 7 “Work From Home” delle Fifth Harmony.

landscape-beyonce-made-in-america-festival-2015

Debutto alla 8 per “Formation”. La canzone di Beyoncè, come sappiamo, è stata pubblicata digitalmente ‘a scoppio ritardato’ visto che la sua release è stata ad inizio febbraio in concomitanza del Super Bowl. Si tratta sicuramente di un buon debutto, resta da capire se sarà un fuoco di paglia o salirà. Ma non solo “Formation”, Beyoncè in top 40 anche con altri 4 brani. Partiamo da “Hold Up” alla 21, seguito a poca distanza da “Sorry” alla 23.  Il duetto con The Weeknd “6 Inch” è alla 27 ed infine chiude alla 40 “Don’t Hurt Yourself” ft Jack White.

Facciamo il punto anche sui singoli di Prince. Oltre a “Purple Rain” alla 1, abbiamo “When Doves Cry” alla 6, “Kiss” alla 9, “1999” alla 19, “Raspberry Beret” alla 23, “I Would Die For U alla 34.

In questa top 40 governata da Prince e Beyoncè, notiamo pochi altri spostamenti: perdono la top 20 “Don’t Let Me Down” dei The Chainsmokers e “Dangerous Woman” di Ariana Grande.

 

12 13 14

Commenti
Caricamento...