Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Demi Lovato tiene un discorso sulle malattie mentali e si esibisce con “Confident” (VIDEO)

0 4

demi-lovato-620x355

Demi Lovato sa bene che essere famose non ti assicura una vita sicuramente agiata e tranquilla, priva di problemi gravi quanto quelli delle persone comuni, se non di più. In passato, alla popstar sono state infatti diagnosticate malattie mentali come il disturbo bipolare, problemi che l’hanno costretta a cure in una struttura per circa un anno prima dei fortunato ritorno in scena con la hit “Skyscraper”.

Visto quello che ha passato, Demi sa bene di cosa hanno bisogno le persone malate mentalmente, soprattutto in un mondo ancora molto ignorante in questo ambito che spesso scambia vere e proprie malattie da curare per motivi per cui condannare una persona. Questo è uno dei motivi per cui la cantante appoggia la campagna di Hillary Clinton, aspirante presidente degli Stati Uniti D’America che nel suo programma sembra voler dare maggiori sostegni a cui soffre di queste patologie, garantendo maggiori fondi per le cure.

Visto il suo sostegno dato alla campagna, Demi è stata invitata dalla stessa Clinton per tenere un discorso proprio su questo argomento. Demi ha appunto spiegato come le malattie mentali non debbano essere un motivo di vergogna ma devono anzi spronare chi ne soffre a chiedere aiuto, ed ha precisato che anche lo stato deve dare un giusto sostegno a queste persone, troppo spesso considerati malati di serie B rispetto a chi soffre di patologie “visibili”.

In seguito al suo discorso, Demi ha anche cantato il suo brano “Confident”, per mostrare al pubblico come appunto si possa tornare a credere in se stessi dopo il periodo di buio vissuto. Buona performance come sempre, l’artista sembra davvero molto a suo agio da tutti i punti di vista quando esegue live questa canzone. Di seguito discorso ed esibizione:

Di seguito la traduzione del discorso:

Come milioni di americani, sto vivendo la mia vita con un disturbo mentale, ma sono fortunata ed ho avuto le risorse per permettermi le migliori cure. Sfortunatamente, molti Americani di qualsiasi professione non chiedono aiuto, probabilmente perché hanno paura del giudizio altrui oppure perché non possono permettersi le cure. Un distrubo mentale non medicato può portare a consequenze estremamente distruttive: suicidio, abuso di sostanze e problemi medici a lungo termine. Possiamo fare di meglio. Ognuno di noi può fare la differenza, educandoci su questo problema e distruggendo il pregiudizio su questo tipo di malattie. Insisto affinché ogni politico supporti le leggi che possano provvedere ad un accesso maggiore alle cure e migliorare l’assistenza sanitaria. Questo non riguarda la politica. E’ semplicemente la cosa giusta da fare. Sto facendo la mia piccola parte per questo affinché, così come io ho ricevuto le cure di cui ho avuto bisogno, anche gli altri abbiano questa possibilità. Oggi sono per provare che potete vivere una vita normale e controllata con dei disturbi mentali. Sono orgogliosa di dare il mio appoggio ad una canditata presidenziale che combatterà per assicurarsi che tutte le persone che soffrono di un distrubo mentale possano avere le giuste cure per vivere una vita soddisfacente

Che ne pensate di queste parole?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.