Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Hopsin – Ill Mind Of Hopsin 7 | Video Premiere

0 152

18 luglio vuol dire nuovo appuntamento degli “Illmind Of Hopsin”. Il rapper Hopsin, infatti, celebra il suo compleanno rilasciando “Ill Mind Of Hopsin 7”, brano in cui riversa suoi pensieri liberi. Tema di questa settima puntata è la religione.

Video thumbnail for youtube video Hopsin – Ill Mind Of Hopsin 7 | video premiere

Il rapper ci fa sapere che è stato educato secondo la morale cristiana, ma ha dei dubbi sulla vera definizione di bene e male. Vorrebbe chiedere a Dio consigli, ma sente di non avere un legame abbastanza profondo e di non riuscire a percepire la sua risposta, finendo per sentirsi ancora più umiliato (“come un cane con la coda bassa“). La sua sete di risposte (“Ho bisogno di risposte e gli umani non possono darmele“) e i moralismi eccessivi della gente (“non posso neanche sbattere il mio uccello senza essere condannato“) l’hanno spinto a mettere in dubbio gli insegnamenti cattolici ricevuti e Hopsin è stato additato ancora maggiormente come peccatore (“e mi è stato detto che la mia vita da peccatore è una droga. Ma non posso farci niente, è troppo difficile starne fuori“). Hop non riesce ad accettare i dogmi e si chiede i motivi dietro di essi (“ho un dannato cervello, dovreste saperlo. Mi hai dato la possibilità di pensare per evitare momenti inutili“). La necessità del rapper di avere prove sull’esistenza di Dio lo portano a concludere così: “Se davvero ti importa di me, provami che devo vivere con attenzione. Ma sia io maledetto se devo mettere da parte il piacere per un aldilà che non è nemmeno garantito! Noi siamo te e tu sei noi, basta prenderci in giro. La mia vita è tutto ciò che ho e il paradiso è nella mia mente. E quando sento di sentirmi all’inferno, le mie idee mi fanno soffrire. Fa’ come vuoi e io farò come voglio. Sono un umano, continuerò su questa strada”.

Il brano è magistralmente scritto e prodotto da Hopsin, mentre le immagini del video sono affidate a Moses Israel. Nel video, troviamo Hop in un deserto, come un eremita che cerca la sua strada. Nel nulla e sotto il sole, Hopsin si fa le domande del testo, passando da un tono arrabbiato e di sfida a Dio ad un ragionamento lineare che cerca solo risposte e prove.

Quando Hopsin non è svogliato (quest’anno, infatti, non sentiremo nient’altro da parte sua), riesce a dimostrare di essere un rapper vero!

Get real time updates directly on you device, subscribe now.