Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

I Pentatonix eseguono una cover di “NO” di Meghan Trainor

0 0

A pochissimi giorni dall’inizio del tour mondiale che li porterà prima nel continente nord americano e poi in quello europeo, Italia compresa, il gruppo a cappella dei Pentatonix ritorna a mostrare le proprie capacità eseguendo una cover di “NO”, ultimo singolo della cantante statunitense Meghan Tranoir, che nel frattempo è volato fino al gradino più basso del podio della classifica dei singoli americana.

In this Sept. 4, 2015, photo, Avi Kaplan from left, Kristie Maldonado, Scott Hoying, Mitch Grassi & Kevin Olusola of the group Pentatonix pose for a portrait at Sony Music Nashville in Nashville, Tenn., to promote their latest album, "Pentatonix" (Photo by Donn Jones/Invision/AP)

Era da molto tempo che i cinque componenti non si cimentavano nel rifacimento di un singolo, infatti per ascoltare le ultime due bisogna tornare indietro di quasi un anno, quando il quintetto performò “Where Are U Now” e “Cheerleader”, singoli rispettivamente dei Jack U con Justin Bieber e di Omi. Questo è un vero ritorno alle origini per i ragazzi: oltre ad essere un ritorno alle cover, è anche un ritorno allo sfondo nero a cui fin dall’inizio della loro carriera ci avevano abituati.

Il lead singer in questa cover di “NO”  è Mitch, tenore del gruppo, dotato di un vocal range veramente molto ampio, che si fa aiutare da Kirstie e Scott, ai quali sono state assegnate alcune parti come lead singer anche se svolgono più che altro i ruoli di cantanti secondari, mentre gli altri due membri, Avi e Kevin “K.O.”, si cimentano nell’accompagnamento, rispettivamente nei bassi della canzone e nel beatbox che costituisce la “nuova” base.

Nonostante l’esecuzione vocale di tutti e cinque sia molto buona, non possiamo dire di ascoltare la migliore cover eseguita dalla band visto che in alcuni tratti i bassi e il beatbox oscurano le tre voci potenti, ma allo stesso tempo delicate, che rischiano di risultare invadenti all’ascolto della traccia.

Voi che ne pensate di questa cover?

Commenti
Caricamento...