Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Il produttore dei Grammy contro Nicki Minaj e Britney Spears

0

Con l’avvicinarsi della prossima edizione dei Grammy Awards, Ken Ehrlich, produttore dello spettacolo musicale più importante in assoluto, ha deciso di concedere delle interviste per pubblicizzare l’evento.

In particolare, durante una chiacchierata con i colleghi di Hits Daily Double, l’uomo ha deciso di focalizzare la sua attenzione contro le performance proposte da tre star in tre annate differenti: quella di Nicki Minaj con “Roman’s Holyday” del 2012, quella di Britney Spears con “From the Bottom of my Broken Heart” e “Baby One More Time” del 2000 e quella di Pink con “Glitter in the Air” del 2010.

Se per quest’ultima le sue parole sono state molto generose, lo stesso non possiamo dire delle altre due, completamente bocciate da Ehrlich.Nicki-Minaj-Britney-Spears-Femme-Fatale-Tour-Toronto-final-date-2011-2

Ecco di preciso quali sono stati le loro parole:

Non sono per niente orgoglioso di quello che abbiamo fatto con Nicki Minaj tre anni fa. Mi ricordo di aver pensato che era una delusione, semplicemente non era una cosa buona. Se fosse stata una performance controversa ma buona, penso che sarei stato fiero. Ma probabilmente abbiamo lasciato che tutto andasse troppo sopra le righe. Un’altra cosa che non mi piace è quella che abbiamo fatto non so quanti anni fa, chiamata “l’incredibile sogno di Britney” quando Britney era la stella più importante nel business. Ho pensato che avrei dovuto chiamarla. Lei ha fatto, non mi ricordo quale canzone, forse era “Baby One More Time.” Ho pensato subito che era stato un errore. Ce ne sono altre di esibizioni non positive, ma queste due sono sempre quelle che mi saltano in mente per prime.

Ho spinto moltissimo per convincere di chiamare Pink con “Glitter in the Air”. Non è stata una scelta popolare. In sostanza, tutto quello che ho detto era: “Fidatevi di me, la gente sarà entusiasta e ne parleranno per almeno 10 anni”. E sei o sette anni più tardi, ne parlano ancora, è stata una performance straordinaria

Che ne dite di queste parole? Siete d’accordo con queste parole?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.