Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Jessie J divina in un mini concerto proposto per Volkswagen

E’ da un po’ di tempo che non parliamo di Jessie J. La cantante sembra ormai essere in una situazione abbastanza particolare: i suoi ultimi 2 album non sono stati dei successi e generalmente neanche i singoli ottengono un successo molto ampio, tuttavia con brani come “Bang Bang” e “Flashlight” è riuscita comunque a fare delle figure ottime nelle classifiche, il che dimostra come a differenza di alcuni colleghi lei non sia sparita del tutto.

Inoltre, viste le sue incredibili doti vocali, Jessie resta un artista estremamente richiesto per tutti i tipi di eventi e concerti organizzati dagli sponsor più disparati.

L’ultimo in ordine di tempo è un mini concerto organizzato dal celebre marchio automobilistico Volkswagen, per il quale la star ha avuto la possibilità di cantare due delle sue più grandi hit (“Who You Are” e “Do It Like a Dude”) e la bellissima “Masterpiece”, il singolo migliore tra tutti quelli estratti dal sottovalutato album “Sweet Talker”.Jessie-J1

Come sempre, la star ha offerto delle performance vocali grandiose, oseremmo dire divine, dimostrandosi per l’ennesima volta una delle voci migliori (se non LA migliore) della sua generazione. Grande estensione, grande interpretazione, insomma a questa ragazza non manca davvero nulla, per cui speriamo che in un modo o nell’altro possa continuare a fare musica per ancora molto, molto tempo.

Oltre alle performance, è da segnalare anche il bellissimo discorso pronunciato prima di cantare “Who You Are”. Nell’ultimo video postato potete ascoltarlo in lingua originale, mentre noi vi proponiamo la traduzione di Jessie J Italia:

Se qualcuno qui ha mai attraversato un momento buio nella vita ed è riuscito a uscirne, congratulazione. Chi invece non ci è riuscito, non si preoccupi perché passerà. Non tenetelo dentro, scrivetelo da qualche parte, parlatene con qualcuno perché vi aiuterà ad accettarlo, a rendervene conto e infine a superarlo. E questi 3 minuti e mezzo di canzone che ho scritto quando avevo 17 anni mi salvano la vita da 11 anni. Perciò se c’è qualcuno che è qui questa sera e ha bisogno di questa canzone, si prenda questo momento e chiuda gli occhi e ripeta a se stesso: Sto bene e ce la posso fare. Vi assicuro che la vostra vita cambierà

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!