Esibizione LiveNotizie

Justin Bieber: il Purpouse Tour parte all’insegna del playback!

Rnbjunk Su Telegram

Justin Bieber puts his arms out as he dances and lasers flit across the stage during the opening of his Purpose World Tour at KeyArena on Wednesday, March 9, 2016. Bieber's North American leg of the tour continues through the summer, ending at Madison Square Garden in New York City. (Lindsey Wasson / The Seattle Times)

E’ partito ieri sera da Seattle il Purpose World Tour di Justin Bieber. Un tour lunghissimo, che vedrà il cantante portare in scena il suo show dagli Stati Uniti fino al Canada e anche in Europa. In Italia, doppio appuntamento il 19 e il 20 novembre alla Unipol Arena di Bologna. Ultima data a Londra all’O2 Arena il 29 novembre. Sul web circolano già i primi video del concerto che ha infiammato la Key Arena di Seattle, dove i fan di Justin hanno potuto ammirare di nuovo il cantante “dal vivo” in concerto.

Da Where Are U Now a Sorry, passando per Boyfriend e Baby. La scaletta del Purpose Tour accontenta i gusti di ogni fan, dagli esordi fino ai successi di oggi. In realtà, più che concerto dal vivo, sarebbe corretto dire in playback. Ebbene si, perchè a giudicare dai filmati pubblicati su Youtube, sembra proprio che Justin abbia deciso di mettere da parte la voce e di limitarsi a muovere le labbra per uno show quasi completamente lip synch.

Fatta eccezione, infatti, per la versione acustica di Love Yourself e qualche brevissima strofa ed esclamazione qua e la, si fatica a sentire qualche pezzo realmente cantato da parte di Bieber. Tutta colpa delle coreografie eseguite durante lo show? Beh, non sembra di certo questa la giustificazione più plausibile, visto che l’impegno coreografico di Justin non è per nulla dispendioso (e per la cronaca ormai lui non raggiunge minimamente la sufficienza nemmeno da questo punto di vista.

Nelle esibizioni promozionali dell’album Purpose, Justin aveva già dato ampia dimostrazione di un peggioramento delle sue performance vocali, da addebitare con tutta probabilità allo stile di vita fatto di eccessi di cui l’artista si è reso protagonista negli ultimi anni, ma anche al cambiamento naturale della sua voce, visto che quando ha debuttato l’artista possedeva ancora una voce bianca: bellissima, si, ma ancora non definitiva.

Justin  Bieber è sicuramente tornato in grande forma fisicamente: una forte presenza scenica e un look eccentrico, ma sul fronte della danza non si può certo parlare di coreografie al cardiopalma. Ma dopo tutto, si sa, oggi ciò che conta è più il personaggio che ci si costruisce piuttosto che l’effettivo talento.

E voi cosa ne pensate di queste esibizioni?

Tags

ommenti

  1. Secondo me rientra proprio fra le peggiori. Onestamente non pagherei mai per andare a vederla Live.

  2. Sì 🙂 vabbé non sarà tra le migliori nei live, ma ce ne sono di molto peggio!!! 😉

  3. Infatti, il playback è proprio da escludere visto che non lo usa mai, e poi non puoi mica dire che non ha dote vocale…

  4. Vuoi dire che sia stata brava vocalmente? Che poi io non ho detto che la Perry usa il playback, anzi

  5. é evidente che per dire così di Katy non devi aver visto il “Prismatic World Tour”… Altroché playback… Se non l’hai visto, guardatelo e poi vediamo se hai ancora il coraggio di dire così!!!

  6. Si sapeva che avrebbe usato il playback e cantato giusto un paio di canzoni… Però a sua difesa possiamo dire che uno (o meglio una) che va a vedere Justin non va a vederlo per le sue doti vocali, un po’ come accade per la Spears, la Perry o company. Uno che vuole vedere un tour Live va a vedere altra gente che ha meno “scenografia”, che poi a me non sembrava così malaccio nei passi di danza nelle TV, che è successo?

  7. Poteva essere altrimenti?
    In realtà mi spiace dirlo ma il playback dovrebbero usarlo anche tanti suoi colleghi e colleghe.
    Mi stupisce come poi possano vincere ai Grammy…..se si limitassero a fare concerti e basta nemmeno me ne preoccuperei.
    Comunque questo dimostra pure che non basta saper strimpellare 2 note con la chitarra per poter dire di avere talento…..

  8. Neanche a tempo balla. Come Britney. Cit.
    Quando non é così. Del playback invece lo sanno anche i muri…

  9. Come Britney proprio per nulla…É migliorata molto invece. E all’età di Bieber lei ballava benissimo! Altro ché sto palo ingessato…

  10. Britney almeno ha la decenza di essere meno giovane ed avere una lunga carriera alle spalle. Questo ha appena cominciato ed è ancora senza un bambino

  11. Starà probabilmente il 90% del tempo a petto nudo, e alle beliebers basta quello

  12. che amarezza. neanche a tempo balla. Come britney, playback inspiegati.

    Ripeto che secondo me usare sempre il playback è una presa di giro! Non sei un cantante se non sai cantare e non hai il coraggio di cantare in pubblico

  13. Che tristezza. Scusate ma quando mai questo ha saputo cantare? Comunque non concepisco come possa la gente acquistare la sua musica. Si vede che il buon senso sta proprio scomparendo.

  14. Piango per il fatto che, alla fine di questa decade, lui possa essere l’uomo con più copie vendute in questo decennio. Piango.

  15. Finalmente ai piani alti qualcuno ha capito che non sa tenere un live. Ma tanto, questo vende. Amen.

    Per inciso, neanche le studio sono granché.

  16. Canzoni belle quello che vuole…ma non pagherei mai per vedere esibizioni in playback e un ballo inesistente

  17. Ma non si vergogna?… Voglio dire se vuoi proprio fare dei playback falli in altri live meno importanti non nel world tour… E poi se non è in grado di sostenere una serie di concerti così, che dote canora ha?!….

  18. C’era chi si aspettava altro? Purtroppo questa idea di cantante – ballerino continua a vivere ancora oggi facendo sì che la maggior parte dei cantanti alla fine non sappiano né cantare né ballare. Ma con mille vestiti, schermi, luci e ballerini tutto viene accettato. E la voce, la rielaborazione delle canzoni, l’anima, l’intimità, il contatto con il pubblico vanno tutte a putt…

  19. Sinceramente io preferisco un concerto così piuttosto che un concerto dove bieber ansima tutto il tempo. Lui ha capito che non riesce a sostenere quasi 2 ore di cantato continuo quindi ha optato giustamente per il lip-sync. Cosa già fatta ultimamente da chris brown e che condivido pienamente! Il pupose tour è una bomba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close