Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Katy Perry ammette: “Il 2017 ha ucciso il mio ego ma mi è servito”

0

Da popstar dei record a collezionista di flop, con l’ultima era discografica Katy Perry ha subito un bel colpo, e lo ammette senza problemi. Ma non pensate che sia stato tutto un male…

Intervistata da Cleo Wade, Katy ha ammesso che per lei non è stato facile accettare gli scarsi risultati ottenuti con Witness, dopo anni di lodi, successi e record. Ma è proprio quando si rischia di toccare il fondo che si trova la forza di risalire la china, cosa che la cantante sembra più che mai aver fatto. Ecco una parte delle sue dichiarazioni:

L’anno passato non ha fatto altro che uccidere il mio ego, il che è stato davvero necessario per la mia carriera. Avevo molte aspettative alla fine del 2015 e del 2016 che non si sono avverate. Quella è stata la prima volta da tanto tempo che le cose non sono andate a modo mio. Penso sia stato il modo che ha scelto l’universo per testarmi, dicendo – Vediamo se ami davvero te stessa – E’ stata una sfida per me, perché non avevo realizzato quanta importanza davo all’approvazione degli altri. Pensavo non fosse così, ma solo una volta che vieni per così dire gettata giù dalla montagna ti accorgi di quanto sia migliore il tempo sulla cima. E’ stato davvero necessario per me attraversare tutto questo. Le persone non si immedesimano con chi è perfetto o vince sempre e comunque. Non si può sempre stare appollaiati comodi sulla vetta della montagna.

Insomma, non sempre tutto il male vien per nuocere, come si suol dire. Katy Perry ha trovato il modo più costruttivo per reagire alle delusioni del 2017 ed è bello che scelga di aprirsi così, ammettendolo senza paura di farsi vedere fragile. Speriamo che queste difficoltà le abbiamo dato la giusta carica per ripartire dai prossimi progetti.

Trovate l’intervista completa sul numero di marzo di Glamour Magazine.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.