Katy Perry: “Chained To The Rhythm” un FLOP o no? Il punto della situazione…

67

katy-perry-flop-2017

Dopo i risultati sotto le aspettative del singolo “Rise”, utilizzato come strumento di promozione sia delle Olimpiadi 2016 che della fallimentare campagna di Hillary Clinton, Katy Perry è tornata con il nuovo singolo che anticiperà la sua nuova era discografica, intitolato “Chained To The Rhythm”, prodotto da Max Martin e scritto da Sia.

Come si sta comportando il singolo nelle classifiche? E’ possibile considerarlo una hit o un flop? C’è da fare una premessa fondamentale: la Perry, come già aveva tentato Lady Gaga (con risultati non brillanti), sembra voler tentare di cambiare immagine dopo anni nel music biz, con un approccio diverso verso il suo pubblico.

schermata-2017-04-22-alle-10-59-39-712x1024I continui cambi di acconciatura ci mostrano una Perry che tenta di mostrarsi come qualcosa di diverso, forse perchè l’artista si è decisa realmente a sperimentare a far vedere un lato di sè inedito, oppure semplicemente per paura che la sua vecchia immagine abbia un po’ stufato il pubblico (o magari per entrambi i motivi).

“Chained To The Rythm” in tal senso è un esperimento riuscito a metà: da una parte abbiamo il clima spensierato e ballabile che caratterizza tanti singoli qualunque di Katy, con tanto di video colorato, dall’altro cambia l’approccio, ossia la Perry cerca di affrontare tematiche sociali e far riflettere. L’artista ha infatti affermato che la canzone e il suo messaggio sono una diretta conseguenza dell’elezione di Donald Trump alla Presidenza americana.

Katy Perry è ovviamente una delle cantanti di maggior successo degli ultimi anni, pur non avendo venduto tantissimi album rispetto ad altre colleghe ha ottenuto risultati incredibili in termini di vendite singoli, diventando una delle artiste maggiormente scaricate nell’era del digitale (pre-streaming quindi), ed ha incassato moltissimo anche con tour e spettacoli, a dispetto di chi la accusa di non avere chissà quali doti vocali.

Un personaggio sicuramente ben studiato, che è riuscito a portare svago e spensieratezza in un periodo di crisi e recessione economica.

Negli ultimi anni però lo scenario musicale è cambiato parecchio, e tantissimi artisti, anche di maggior successo della Perry, hanno dovuto fare i conti con dei nuovi paradigmi. Lo streaming ha senz’altro rivoluzionato il mondo della musica, essendo diventato ormai la maggior fonte di guadagno. Ne consegue che le case discografiche puntino maggiormente sugli artisti seguiti soprattutto dalle nuove generazioni, e superati i 30 anni, diventa ormai difficile restare sulla cresta dell’onda.

Ma torniamo a parlare di “Chained To The Rhythm”: che cosa sta succedendo all’incredibile macchina da guerra dei singoli Katy Perry? La canzone sta certamente ottenendo risultati ottimi se paragonati a quelli di molti concorrenti (che però rispetto a Katy sono perlopiù novellini nell’industria musicale), ed i numeri parlano chiaro, top 5 nella classifica mondiale, oltre un milione e mezzo di copie vendute,  4 nella Billboar Hot 100 come peak.

Altri dati:

– Tre milioni di stream in 24 ore su Spotify
– 14,7 milioni di stream nella prima settimana di uscita negli Stati Uniti
– 108.000 download nella prima settimana di uscita negli Stati Uniti
– 152,5 milioni di visualizzazioni nel clip in sei settimane su VEVO
– Top 5 in 15 paesi tra cui Stati Uniti e Regno Unito
– certificato disco di platino in Australia
– certificato oro in Canada, Italia e Nuova Zelanda

Nonostante le apparenze, il comeback di Katy Perry è un flop?

Sembrerebbe quasi assurdo parlare di flop, dal momento che, peraltro, il brano è ancora in pista e non è stato estratto nessun secondo singolo, eppure… eppure.

Se paragonassimo il pezzo alle performance commerciali a cui ci ha abituato Katy Perry, però, potremmo giungere alla facile conclusione che la diva sia “fuori-forma”. Insomma, parliamo di colei che tra il 2010 ed il 2011 riuscì a piazzare in vetta alla Hot 100 ben 5 singoli tutti tratti dal medesimo album, un risultato incredibile raggiunto solo da Michael Jackson nella storia della musica.

Che Re Mida stia iniziando a perdere il suo tocco magico? Oppure semplicemente la canzone non ha convinto come in passato? Ad oggi non abbiamo ancora una data di uscita nè un titolo del prossimo album, e non sappiamo se questi risultati “sottotono” spingeranno la Perry a rivedere le sue posizioni.

Voi che ne pensate dei risultati del nuovo singolo di Katy Perry?

67 Commenti
  1. #MadonnaMusic dice

    Beh però Too Good senza video e senza promo:#14 USA,#3 UK e #3 Australia(?)
    Love On The Brain come la consideri a livello mondiale?(Non era stata mandata alle radio in UK e in Italia comunque,chissà perchè)
    Water Under The Bridge è arrivata alla #26 negli USA ed è oro,e in UK solo alla #39 però almeno è argento.Poi ha raggiunto la #16 in Argentina,la #23 in Australia(Oro),La #10 Belgio(Fiandre)e #25(Vallonia)(Oro),la #26 in Brasile,la #37 in Canada(Addiritura platino),Francia e Germania quasi niente(#5 però nella german airplay),in Italia anche(Però l’avevo sentita parecchio tra dicembre e gennaio)(Oro),Paesi Bassi #25 in airplay e #71 in vendite.#15 in nuova zeland(oro),#5 in Polonia,#23 in Slovacchia(Airplay)e #72 in vendite,in Spagna quasi niente,

  2. Alessandro Butera dice

    Si infatti sono d’accordo. Tranne dire too good hit e love on the brain mezza hit a livello mondiale. E water under the bridge non è andata bene.

  3. #MadonnaMusic dice

    Ah per fortuna

  4. #MadonnaMusic dice

    Hai Generalizzato molto…Needed me è stata una grande hit negli US e nel resto del mondo solo a livello di streaming…This Is What You Came For smash hit…Too Good hit(Sopratutto UK ma non solo)…Love On The Brain #5 negli USA e mezza hit a livello mondiale…l’unica che ha floppato è stata Kiss It Better(Eppure è platino negli USA lol).Adele ha venduto moltissimo le prime settimane con 25…cosa ti aspettavi?Una performance come quella dei singoli di 21?When We Were Young comunque è stata una mezza hit,Send My Love è stata una grande hit radiofonica ed è arrivata alla #8 negli USA e alla #5 in UK…Water Under The Bridge senza promo e senza video è andata bene

  5. #MadonnaMusic dice

    Ah ecco

  6. Ronnie (shadesofwrong) dice

    Credo che più o meno la cifra sia quella tra i 10-15. Ma in Apple Music hai un periodo gratis di 3 mesi, scaduti puoi rinnovare o no. Tanti lo hanno fatto quando c’era il 1989 tour

  7. Navy_Kpop_Swift dice

    c’è

  8. #MadonnaMusic dice

    Ma anche per me,io ho spotify free lol però trovo assurda la riproduzione casuale su smartphone e sul tablet invece no.Secondo me lo fanno apposta,poi alle major sta benissimo che ci sia.Quantp si paga con apple music?

  9. #MadonnaMusic dice

    Sì ecoo

  10. #MadonnaMusic dice

    Per fortuna che ho android lol Spotify non c’è su apple?

  11. Navy_Kpop_Swift dice

    Che io sappia si paga per forza

  12. Navy_Kpop_Swift dice

    Sì ci sono Love Story, You Belong With Me e le canzoni da soundtrack

  13. #MadonnaMusic dice

    Ah ecco.Comunque ci sono alcune(Poche)sue canzone su spotify,che fanno parte di alcune compilation.Comunque lei è forte su youtube,quindi la mancanza di spotify secondo me si fa sentire solo in parte,anche se magari Spotify se la promuovesse potrebbe vendere amcora di più in paesi non nordamericani

  14. Ronnie (shadesofwrong) dice

    Per me sono tantissimi 10 euro al mese. Risparmi di più se compri cd

  15. #MadonnaMusic dice

    Ma Apple Music bisogna per forza pagare giusto?Non è anche free come spotify?

  16. #MadonnaMusic dice

    Ah.Comunque poco?9,99€ al mese sono pochi?Quanto pagano quelli di apple music?Il doppio?

  17. Ronnie (shadesofwrong) dice

    Prima di tutto, tutti posso accedere a Spotify e quindi ascolti musica gratis senza anche iscriverti.
    Poi mi pare che paghino poco rispetto a Apple music

  18. Navy_Kpop_Swift dice

    Penso sia una questione di denaro che entra in tasca all’artista, vorrei ricordare che Taylor Swift ha inizialmente rifiutato Apple Music ed è stata lei a far cambiare politica al servizio streaming, in seguito a ciò è entrata a far parte di Apple Music partecipando anche alle pubblicitá varie

  19. Navy_Kpop_Swift dice

    No prima c’era, a partire dal 2014 ha deciso di rimuoverla

  20. #MadonnaMusic dice

    E cioè quali?Perdona la mia ignoranza

  21. #MadonnaMusic dice

    Ah ecco.Ma quindi la sua musica non è mai stata su spotify?

  22. Navy_Kpop_Swift dice

    Con Apple Music ha un contratto di esclusiva se non vado errato, mentre con Spotify ce l’ha dal 2014 ormai

  23. Ronnie (shadesofwrong) dice

    Apple MUsic ha politiche diverse rispetto a Spotify, più consone ai principi di Taylor-

  24. #MadonnaMusic dice

    La Swift ama proprio spotify LOL,ma che senso ha promuoverlo su Apple Music e non su Spotify?

  25. Navy_Kpop_Swift dice

    Sono abbastanza certo che l’album avrà promozione su Apple Music e niente Spotify

  26. #MadonnaMusic dice

    Si beh tutto è possibile ma dopo il boom di 1989 è impossibile che non vendi almeno 5-6 milioni di copie,al massimo renderà almeno i suoi singoli disponibili su Spotify,mica è una tragedia.Ma secondo me gli streams da youtube saranno sufficienti,lei è molto forte su youtube.I singoli di 1989 non ebbero streams da spotify ma quelli ricevuti da youtube non furono mica pochi…3 video con un miliardo di views.Adele per esempio con 25 dimostrò che sapeva 20 miliomi vendere senza il suo album disponibile su piattaforme streaming.Poi lo mise anche su quelle per aiutarlo a vendere,ma comunque…

  27. Navy_Kpop_Swift dice

    Taylor Swift al 90% pubblicherà il sesto album alla fine dell’anno, alcuni rumor parlano di ritorno al country (anche se poco ci credo, oltre al fatto che sarebbe una scelta sbagliata, considerata l’immagine che si è fatta ora).
    Il fatto che Taylor sia andata sempre fortissimo mi fa sperare che almeno lei continuerà ad andare forte ma arrivati a Katy Perry che non vende bene in digitale, ci si può aspettare di tutto…

  28. #MadonnaMusic dice

    In effetti hai ragione,purtroppo è sempre peggio.Comunque per Taylor bisogna ricordare che è featured artist e non lead artist(Senza lei IDWLF non avrebbe venduto quasi niente),lei di solito rilascia subito i video delle sue canzoni mentre in questo caso canzone rilasciata a inizio dicembre video a fine gennaio,no promo live televisiva(Anche se comunque il fatto di essere in 50 sfumature di nero non è poco come promozione),più che altro se non ci fosse stata Shape Of You sarebbe arrivata alla #1,purtroppo è già alla #26 quindi è crollata relativamente rapidamente.Io però aspetterei il nuovo album prima di dare un giudizio completo,si sa qualcosa o è tutto avvolto nel mistero?
    Adele comunque ha avuto un calo normale nei singoli,con 21 aveva avuto il boom commerciale e quindi era naturale che avesse 3 singoli come smash hits,con 25 moltissima gente si era comprata l’album entro il primo mese-2 mesi,quindi Hello è stato il suo singolo di comeback e quindi una smash hit,When We Were Young,forse perchè non era così immediata come Hello,era un secondo singolo e come conseguenza della prima non ha avuto un airplay sufficiente per fare il “boom”,Send My Love è andato benissimo considerando tutto(#1 in airpkay comunque)e Water Under The Bridge comunque qualcosa ha fatto

  29. #MadonnaMusic dice

    Sì ecco,DW come video è carino però inventiva uguale a zero,aveva bisono di una video completamente diverso.Into You e Side To Side almeno sono belli dai,Everyday non sono rimasto “scandalizzato”come molta gente ma lo trovo più ironico che bello Lol.

  30. Deddy dice

    Potrebbe essere un motivo in più per far rivalutare la sua capacità di fare video di qualità, se ben sfruttata!

  31. Deddy dice

    Prego, di nulla
    Speriamo! Un altro video come quello di DW no grazie…
    In effetti potrebbe cambiare directors, dopo un po’ i video diventano noiosi…

  32. #MadonnaMusic dice

    Ah non lo sapevo,grazie comunque.Se lo fa però spero che i video siano ben fatti,non come la sua maggior parte(Se cambiasse anche i directors invece che fare sempre Hannah Lux Davis sarebbe meglio,non trovi?)

  33. #MadonnaMusic dice

    Per la definizione di flop non è certamente un flop,ma per i suoi standard sì.Purtroppo lei ha fatto passare troppo tempo e Rise non certamente aiutato.Più che altro,in europa è andata anche bene,in UK dopo aver debuttato alla #7 era stata 2 settimane alla #5 e dopo è crollata per le canzoni di Ed Sheeran…peccato che non sia più riuscita a risollevarsi.Negli Stati Uniti buon debutto ma dopo è crollata pian piano(Più che altro era partita benissimo in airplay con un debutto di una settimana completa alla #20,ma dopo è riuscita a raggiungere “solo” la #9 nella radio songs,e ora sta già calando;In streaming era partita bene alla #15 ma è crollata).Peccato perchè video e canzone meritavano molto…

  34. Deddy dice

    Lo ha detto in un Q&A che siccome saranno solo 10 tracce stanno valutando di fare un visual album (un video per ogni canzone, ecco)

  35. #MadonnaMusic dice

    Quale visual album di Ariana?mi sono perso qualcosa?

  36. nowisthemoment dice

    bo

  37. Deddy dice

    ma come?

  38. Navy_Kpop_Swift dice

    Sì ma il mercato americano non è mica uno qualsiasi

  39. Alessandro Butera dice

    Hanno fatto bene solo nella classifica americana, inoltre solo grazie agli streaming, ma a livello mondiale ha fatto bene solo Work.

  40. Ak.l dice

    Già i flop sono altri! La cosa cosa che mi infastidisce è il fatto che i tabloid parlano senza sapere (o forse lo sanno ma non lo dicono)!
    E questo porta la gente a credere che sia vero, quando non è cosi.

  41. Deddy dice

    Anch’io, evidentemente i tabloid cercano di attaccarla in tutti i modi possibili…. i flop sono altri nel 2017!

  42. Ak.l dice

    Infatti, io, questo singolo lo considero un successo poi non so come facciano altre testate giornalistiche a considerarlo flop…

  43. Deddy dice

    Già, non si possono paragonare i numeri di Katy del 2011 con questi… per essere una popstar con così molti anni di carriera se la sta cavando bene!

  44. Deddy dice

    E’ un buon successo, per gli standard delle pop star nel 2017 è assolutamente nella media. E’ deludente per la Katy del 2013, ma non per la Katy del 2017. Adesso però…. Katy…. rilascia il secondo singolo! E’ il momento giusto, CTTR sta scendendo in Europa. Che poi boh, non ho ancora capito se Bon Appetit sarà nel visual album di Ariana oppure se sarà in KP4 (magari in entrambi…)

  45. Deddy dice

    Eh già

  46. Deddy dice

    Già

  47. Navy_Kpop_Swift dice

    I singoli dopo Work schifo?Stai scherzando vero?

  48. MUSIC is the way. dice

    avete anche elencato i record / risultati ottenuti! non è un flop! da lei ci si aspettavano altri numeri ma questo è tutto tranne che flop!

  49. Ak.l dice

    Forse non sarà la più immediata, che CG e R siano più belle è una tua opinione, ma è comunque molto catchy. E anch’io ho apprezato di più Rise!

  50. Alessandro Butera dice

    Rihanna deve ringraziare Drake, che nonostante proponga sempre la stessa canzone un po’ modificata riesce ancora a vendere a quella specie di primati statunitensi. Il resto dei singoli dopo Work ha fatto pena. Anche per Adele dopo Hello soltanto flop assurdi.
    P.S.: se conti la carriera a Broadway anche Ariana Grande ha 10 anni di Carriera.

  51. Alessandro Butera dice

    Bon Appetìt feat. Ariana Grande

  52. Fra dice

    magari hai ragione, ma la canzone non è immediata e bella come le due che hai citato; personalmente ho apprezzato molto di più Rise

  53. POP UNICORN* dice

    A breve dovrebbe far uscire Bon Appetit con Ariana

  54. meio_real dice

    Chi ha scritto l’articolo sarà un little monster sicuro.

  55. Enrico Manetti dice

    Chained to the rhythm è esattamente come fu Applause di Lady Gaga: un buon successo ma inferiore ai suoi standard. Il punto non è se è o no una super hit, ma se riuscirà a trainare il Cd che uscirà, immagino, abbastanza presto.

  56. NEYDE dice

    Ha venduto 2 milioni di copie mondialmente, Platini e ori (?) ovunque, un video con oltre 150 milioni di visualizzazioni, un lyric video di successo, Una top 5 nella Billboard Hot 100, e rimane in top 20 stabile da un bel pezzo. Come fate a chiamarla flop?? Il fatto che non sia arrivata alla #1 non vuol dire che è un flop. Tutti a dare a MR del successone ma il peak è stato uguale, più che altro per il SUPERBOWL di Gaga, e le vendite sono inferiori rispetto a quelle di CTTR. Perciò bho, fate voi…

  57. nowisthemoment dice

    scusate ma perchè il mio commento è stato cancellato? Non avevo scritto niente di male. Su disqus mi dice che è stato identificato come spam

  58. Ak.l dice

    Una chained to rhythm è sicuramemte più originale e significtiva di una Roar o California Gurls. E poi non credo che riuscirebbe ha vendere 10 milioni di copie, per il semplice fatto, che negli Stati Uniti, le canzoni con un messaggio politico-sociale non le accettano più, per non contare la concorrenza che c’è adesso fra Ed Sheeran e Drake.
    La canzone non ha fatto il botto come i suoi precendenti singoli per una serie di motivi non perchè brutta o banale.

  59. Fra dice

    Io non sarei preoccupato, il singolo non ha venduto come i suoi precedenti perché è brutto e banale, tutto qui… Magari con il secondo estratto ritornerà a fare il botto

  60. crikatycat dice

    Alcuni dati non sono corretti : le copie vendute sono 2 milioni e 100, in Italia è disco di platino ed è oro anche in Francia e Spagna.
    Detto ciò io non lo chiamerei per niente un flop: certamente ha ottenuto risultati inferiori rispetto ai suoi standard ma ha comunque venduto una cifra considerevole, è stata in top 5 per oltre 2 mesi mondialmente, ha battuto cinque record, è per il momento il singolo femminile più venduto del 2017. L’unica pecca è stata in America, dove non ha spaccato, perché negli altri peasi é andata bene .
    Penso che la ragione di ciò sia per i riferimenti a Trump e spero che questo non porti a compromettere le vendite dell album. In ogni caso é veramente triste vedere che star come Katy o Gaga non riescono più a essere prime in us per colpa di persone come Ed Sheeran o Drake..

  61. Ak.l dice

    Flop che? Se questo è flop non oso immaginare gli altri.

  62. Stè Silvestri dice

    La canzone in se è noiosetta….passatissima dalle radio, sta comunque ottenendo dei buoni risultati. Flop no, ma nemmeno hit dalle sue facili numeri uno! Sicuramente per il secondo singolo dovrà puntare al suo solito pezzo pop estivo, alla CALIFORNIA GURLS. Un feat.buono le ridarà linfa vitale.

  63. Thomas Barachini dice

    Chiamare flop un singolo che per ora é stabile in top10 mondiale e che al momento ha venduto piu di 2 milioni di copie mi sembra un po’ troppo.
    Si trova alla 10 dei singoli piu venduti del 2017 e la prossima settimana sará alla 9 e quella dopo alla 8. Quindi secondo il mio punto di vista non merita chiamarlo e considerarlo flop.

  64. 11 dice

    Per i suoi standard è flop ma per i tempi che corrono direi che è accettabile, certo considerarla una hit proprio no. Mi dispiace solo per tutti i suoi fans più accaniti che gioivano degli insuccessi di Gaga credendo che la loro reginetta caramellosa non avrebbe mai floppato e invece…

  65. MATERIAL BOY dice

    Secondo me.e un successo….di sicuro nn paragonabile ai suoi piu grandi successi degli album precedenti..ma comunque un successo,insomma I numeri parlano chiaro e vendere un 1.5 mln di copie in 6 settimane nn e poco,e penso che ha ancora molta strada da fare

  66. Navy_Kpop_Swift dice

    Secondo me anche lei sta diventando vittima del triste destino della discografia moderna che mette da parte le popstar maggiori per dare spazio a tanti e anonimi personaggi del momento.
    Ormai sono rimaste in piedi solo Taylor Swift, Rihanna e Adele di cantanti con circa 8-10 anni di carriera e oltre che riescono a restare forti commercialmente, eppure vedo un indebolimento anche per Taylor (insomma I Don’t Wanna Live Forever pubblicata 2 anni fa avrebbe raggiunto la 1 in un secondo e avrebbe venduto almeno il doppio delle copie), Rihanna nonostante sembrasse perduta con ANTi invece riesce a restare nei suoi standard e Adele ha perso molto con i singoli rispetto a 21, ma ovviamente non si può lamentare

  67. Daniele Guarnieri dice

    Il fatto è che Katy Perry non si sa rinnovare. Forse è in fase di declino, neanch’io voglio dare giudizi facili ma la realtà ascoltando quest’ultimo singolo è che non propone niente di nuovo e poi sinceramente il video è davvero inguardabile.

Lascia Risposta

La tua email non verrà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.