Rnbjunk Musica – Ultime notizie e gossip di musica
Home » Notizie » Kesha ha pronte 70 nuove canzoni: a breve il suo ritorno!
Esibizione Live Notizie

Kesha ha pronte 70 nuove canzoni: a breve il suo ritorno!

kesha-concerto-2017-nuovo-album
Foto di Emily Brauner, NOLA.com | The Times – Picayune

Kesha è pronta a tornare, come d’altronde lo è sempre stata, se non fosse che per ragioni legali è ancora vincolata alla Kemosabe Records di Dr. Luke (sotto dominio della Sony Music Entertainment).

Sembra però che la cantante di Tik Tok stia finalmente vedendo la luce in fondo al tunnel. Infatti, di un’importante svolta sono stati testimoni i partecipanti al concerto della LSU di Baton Rouge. Lo scorso 30 marzo durante il concerto gratuito, organizzato ogni anno dalla Louisiana State University, Kesha ha fatto il suo debutto sul palco riproponendo alcuni suoi vecchi successi e qualche cover come You Don’t Own Me.

Ma cosa ancora più importante, ha confessato al pubblico di aver registrato più di 70 canzoni e ha riassunto la sua attuale situazione con queste parole:

La ragione per cui non ho rilasciato nuova musica da così tanto tempo è che ho un processo infernale in corso e voglio solo che sappiate che sto combattendo ogni singolo fottuto giorno per portarvi della nuova musica. […] ho circa 74 canzoni pronte. Ho avuto molto di cui parlare.

In seguito alla serata, la cantautrice statunitense ha pubblicato qualche scatto, uno dei quali riporta la famigerata e discutibile didascalia “Soon…”.

soon….!!!!

Un post condiviso da Kesha (@iiswhoiis) in data:


Dalla foto che ritrae Kesha di spalle, non possiamo non cogliere il dettaglio arcobaleno che, per chi non lo sapesse, potrebbe proprio essere il titolo del suo nuovo album: RAINBOW!

Un album di cui ancora non si sa molto, ma si spera conterrà le collaborazioni che in questi anni i tabloid e i fan hanno intercettato. Tra le più importanti ricordiamo Ryan Tedder dei One Republic, Ricky Reed (produttore per Jason Derulo, Pitbull, Jessie J e molti altri), Justin Tranter (autore per Justin Bieber, Linkin Park, Fall Out Boy e Gwen Stefani) e il rapper Macklemore.

spent the day w @KeshaRose & Justin Tranter who brought us some @glaad “&” pins which represent inclusivity & equal rights for all. thx j! pic.twitter.com/s2eCgVj5Ew

— Ricky Reed (@rickyreed) 26 febbraio 2017

Che questa sia davvero la volta buona?

15 commenti

Deddy 5 Aprile 2017 at 12:38

Non vedo l’ora! Sono davvero curioso

Rispondi
#deryck 4 Aprile 2017 at 23:04

Perdere tempo scrivendo articoli su questa marciona di cui non si sente minimamente la mancanza. Una tizia che per ottenere un qualche briciolo di popolarità si è pure architettata un “processo infernale”. Che lol.

Rispondi
Marco 5 Aprile 2017 at 10:36

Questo lo pensi tu. “lol”

Rispondi
#deryck 5 Aprile 2017 at 11:34

Lo penso io, vero. Peccato che io non sia l’unico! Che poveraccia quella Kesha..

Rispondi
Marco 5 Aprile 2017 at 14:19

Peccato che molti altri la pensano diversamente.. il poveraccio è qualcun altro.

Rispondi
#deryck 5 Aprile 2017 at 15:36

Non ho mai detto di essere portatore della verità assoluta, quindi magari mi sbaglio! Ho detto solo che, infatti, quello è un mio pensiero…e che non sono l’unico, molti altri lo pensano (guarda a caso il “processo infernale” non si è chiuso subito a suo favore..chissà come mai..). Allo stesso modo so che altri la pensano diversamente, non sia mai!

Twist del Mar 11 Aprile 2017 at 23:26

Coglione

MUSIC is the way. 4 Aprile 2017 at 19:28

si ma lei ne può avere anche mille di canzoni pronte, ma senza via libera di dr. luke non esce nulla!

Rispondi
Deddy 5 Aprile 2017 at 12:38

Infatti… un grande dubbio

Rispondi
Twist del Mar 11 Aprile 2017 at 23:26

Dr luke è diventato così estremamente pop .. Che cambi produttore

Rispondi
MUSIC is the way. 12 Aprile 2017 at 21:02

potesse! lol

Rispondi
Marco 4 Aprile 2017 at 18:15

Speriamo che si possa riscattare per tutto ciò che ha dovuto subire!

Rispondi
Twist del Mar 11 Aprile 2017 at 23:49

Subire ah ah ah ah
Potessi subire io quello che le è successo ..

Rispondi
Marco 13 Aprile 2017 at 10:09

Certo, per una cantante non poter pubblicare musica dal 2013 è cosa da poco, oltre allo stupro sul quale nutro anche io dei dubbi, sia chiaro, ma penso che se non fosse stato vero non avrebbe avuto motivo di accusarlo falsamente

Rispondi
Twist del Mar 13 Aprile 2017 at 11:07

Tornare dopo 5 anni a inizi 2000 era una carta vincente .. Resta il fatto che kesha dopo Britney ,a parte christina aguilera ,e poche altre come Jessie j ha da dire e non è noiosa . Non dimentichiamo il timbro vocale aldilà del autotune ah ah ah ah
W il pop aggressivo !!!

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.