Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Kesha, sua madre contro la Sony: “sostiene uno stupratore”, e rivela dettagli sull’abuso

0 1

Come ormai ben noto, continua senza esclusioni di colpi la battaglia legale tra la cantante statunitense Kesha e il suo ex produttore Dr. Luke, accusato di violenze sessuali e di sfruttamento ai danni della carriera dell’interprete di “Tik Tok”.

keha

Recentemente vi abbiamo inoltre parlato dell’impossibilità da parte di Kesha di registrare nuova musica, poichè ostacolata e oserei dire “ricattata” dalla sua casa discografica, la Sony.

Un periodo piuttosto buio per la ragazza che, senza la possibilità di proporre nuovo materiale al pubblico e ai suoi fans e soprattutto senza una via d’uscita, è costretta a dover guardare passivamente la sua carriera affondare inesorabilmente.

Per fortuna l’artista ha potuto contare appieno sull’appoggio di sua madre Pebe Sebert, sua prima e fedele sostenitrice, la quale ha attuato una vera e propria “crociata” contro il produttore e la Sony,  che lei reputa la causa delle disgrazie capitate alla figlia.

La donna comprensibilmente avvelenata, ha scatenato una pioggia di Tweets infuocati, nei quali dichiara che Dr. Luke avrebbe costretto Kesha a non intraprendere nessun tipo di azione legale per averla violentata a soli 18 anni, minacciandola di tenerla ancorata a lui fin quando non sarebbe diventata “troppo vecchia” per poter pubblicare un disco. La mamma della cantante ha addirittura affermato di aver sentito il compositore dire a propria figlia di essere una nullità senza di lui.

Pebe dopo essersela presa con il discografico, si è scagliata contro la Sony (definendo con la parola “Schiavitù” gli obblighi legali che legano la figlia all’azienda) tacciandola come sostenitrice di uno stupratore e incoraggiando i suoi seguaci a boicottare e a non acquistare i prodotti messi in commercio da un’azienda tutt’altro che etica.

Qui di seguito l’intera serie di messaggi incriminanti: 

Cosa ne pensate? Credete alle parole di una mamma che pare cerchi disperatamente di proteggere la propria figlia?