Rnbjunk Musica
Gossip notizie video recensioni e traduzioni dei tuoi cantanti preferiti

Lady Gaga parla della seconda parte di ARTPOP

AGGIORNAMENTO: In una recente intervista a NRJ, Lady Gaga ha voluto dare qualche dettaglio in più su questa tanto chiacchierata seconda parte:
“Ho scritto molta musica per ARTPOP, e ho continuato a scrivere sempre di più. Ho riflettuto sul far uscire il secondo atto, e al momento mi sto soltanto preparando per il tour.  Il materiale è molto diverso da quello che troviamo nella prima parte, ed è per questo che dico che sarà il secondo atto, perché è evoluzione. E’ molto importante quando faccio uscire musica che voi sentiate una forte evoluzione, perché sto cambiando ogni volta.  Quindi spero di farlo uscire entro il prossimo anno, e sono anche molto eccitata per l’uscita dell’album jazz tra me e Tony Bennet, “Cheek to cheek”, in uscita quest’anno!”
______________________________________________

Mentre il pubblico attende il primo album jazz di Lady GaGa, “Cheek to Cheek”, in compagnia di Tony Bennett, la cantante newyorkese promuove ancora “ARTPOP” e lascia trapelare qualche informazione che potrebbe far impazzire i fan. Il terzo album studio della cantante non ha certo brillato per i risultati in classifica, che sebbene ottimi, non possono nulla di fronte all’imperialità dei primi due progetti, ma a quanto pare la saga “ARTPOP” sembra destinata a continuare.

Ecco che cosa ha detto Lady GaGa alla stazione radio American Top 40:
lady-gaga-artpop“Ho scritto molte canzoni mentre stavo creando ARTPOP. E una volta finito di lavorare ad esse avevo un’idea precisa di quale dovesse essere il concept del primo atto di ARTPOP. Ma ho ancora molti altri pezzi. C’è però  la forte possibilità  che rilasci un’altro volume di ARTPOP, e spero che accada presto!

Una secondo atto, quindi, sempre più probabile, e già discusso da molti mesi. Ma visti i risultati commerciali della prima parte del progetto sarebbe forse il caso di puntare su generi e stili diversi, e sopratutto produttori che riescano a tramutare le idee della cantante in sound più originali e meno banali di quelli usati, ad esempio, da Zedd.

Voi che ne dite?

Ricevi le ultime notizie di Rnbjunk sul tuo browser, iscriviti ora!